Gelato al pistacchio ricetta

gelato al pistacchioQuesta è la storia di una truffa. E si, perchè io sono un bambino cresciuto negli anni 80, che quando si trovava davanti ad un bancone dei gelati, vedeva un gusto strano di un colore verde fosforescente quasi, che aveva un nome strano. Cavolo è il pistacchio? Bhu, però quel colore verde è così simpatico, voglio quello! E ovunque andavi c’era quel gelato di un verde così acceso che si poteva vedere anche al buio, e si sa, ai bambini le cose colorate piacciono sempre tanto. Poi un giorno, scoprì cosa fossero i pistacchi, ne mangiai uno salato, e mi dissi: salato…mmm…ma il gelato è dolce, mha! Qualcosa non mi tornava. E poi sti pistacchi non erano così verdi, come faceva il gelato a diventare di quel colore? E con questi dubbi amletici crescevo, fino a quando improvvisamente il classico gelato al pistacchio in gelateria cambiò colore. Un giorno lo vidi di un verde sbiadito, quasi beige. Che delusione, non ci sono più i pistacchi di una volta! Ma chi se lo mangerà mai un gelato di quel colore così anonimo? Meglio la nocciola, quello si che è un gusto. Alla fine crebbi, e finalmente ebbi un’illuminazione. E capì che finora mi avevano sempre imbrogliato, e che un buon gelato al pistacchio non può essere verde fluo ma deve essere simile al frutto secco dal quale nasce. Oggi è scontato vedere questo gusto di un verde acido molto pallido, e aggiungo…e meno male, chissà quanti coloranti ho mangiato! Comunque oggi il gelato me lo faccio da me, e quel bel verde acido pallido, è il colore del mio gelato home-made. Alla faccia di chi mi truffava!

Gelato al pistacchio:

  • 435 gr di latte intero fresco
  • 120 gr di zucchero
  • 10 gr di destrosio
  • 150 gr di panna liquida
  • 30 gr di latte in polvere magro
  • 4 gr di farina di semi di carrube
  • 45 gr di pasta di pistacchi

Mescolare gli ingredienti in polvere, e cioè lo zucchero, il latte in polvere, il destrosio e la farina di semi di carrube. Unire il latte e la panna e metterli sul fuoco a scaldare fino ad un lieve bollore, e versare sugli ingredienti in polvere, mescolando con una frusta, fino ad avere una miscela liscia ed omogenea. Rimettere tutto sul fuoco, e portare alla temperatura di 85°C (temperatura di alta pastorizzazione) misurata con un termometro, e ridurre la fiamma per mantenere questa temperatura per almeno due minuti. Tolta dal fuoco, far stemperare un pò di temperatura, e quando è ancora tiepida aggiungervi la pasta di pistacchi, mescolare e mixare con un frullatore ad immersione per un paio di minuti. Questa operazione serve ad amalgamare ed emulsionare i componenti.

Traferire la miscela nel frigorifero, e lasciarla maturare qualche ora, meglio ancora se per una notte intera. Poi porre nella gelatiera a mantecare per il tempo necessario, di solito 40-45 minuti. Una volta mantecato riporlo nella vaschetta che useremo per conservarlo, che avremo tenuto in freezer almeno una mezz’ora prima di usarla, così che nel frattempo che la riempiamo il gelato non cominci a sciogliersi. Lasciare in freezer qualche ora prima di servire. Potete decorare con del topping al cacao. La ricetta per realizzarlo da soli la trovate qui!

Bhe, spero che voi non siate stati ingenui e truffati come me da piccoli, ma provate se potete a farvi un buon gelato in casa, io non mi stanco mai di dirlo: la gelatiera è stato il mio acquisto migliore, e fare buoni gelati in casa (scusate la modestia 😛 ) è una cosa che da davvero tanta soddisfazione. Vi ho convinti? 🙂 Non dimenticate di seguirci sulla nostra Fan Page su Facebook. A presto, Claudio.

Blog_IMG_1701Gelato al pistacchio Gelato al pistacchio Gelato al pistacchio Gelato al pistacchio Gelato al pistacchio Gelato al pistacchio Gelato al pistacchio Gelato al pistacchio 

Precedente Zucchine frangipane ricetta Successivo Fiori di zucca ripieni ricetta

15 commenti su “Gelato al pistacchio ricetta

  1. Ciao, sono ancora io (quello del sorbetto alla pesca) 🙂 volevo chiederti se è possibile preparare in casa la pasta di pistacchio ed eventualmente come fare (ho sentito dire che bisogna mettere pari quantità di pistacchio e zucchero, ma non ricordo bene). Inoltre si può sostituire il destrosio senza alterare dolcezza e potere anticongelante?

    • Fables de Sucre il said:

      Io non uso pasta di frutta secca zuccherata o aromatizzata, quindi per la pasta pistacchi ti direi di trovare dei pistacchi tostati non salati, riscaldarli bene, metterli in un tritatutto e far girare a lungo fino a quando non diventano un pasta oliosa. Puoi aiutare questo procedimento aggiungendo qualche goccio di olio di semi. Poi filtri questa pasta in un passino molto stretto per trattenere la granella ancora rimasta. Il destrosio poi lo puoi sostituire perchè hai difficoltà a reperirlo? Si può sostituire con lo sciroppo di glucosio, ma ribilanciando la ricetta, non pari peso.

  2. Daniela il said:

    Ciao oggi ho provato anche il vostro gelato…complimenti gustosissimo! Finora solo ricette di lievitati con pasta madre (e licoli) ma con il caldo il gelato ci voleva proprio! Grazie
    Daniela

    • Fables de Sucre il said:

      Non si usa il latte in polvere parzialmente scremato, ma INTERAMENTE scremato, anche detto magro. Certo che può dipendere da quello perchè hai sbilanciato la ricetta. I gelati son semplici da fare ma bisogna attenersi scrupolosamente a ingredienti e procedimento…

      • arrobe il said:

        e per bilanciarla avendo a disposizione solo latte intero in polvere (ne ho appena acquistato 1 kg !) potrei diminuire la panna ?

      • cosimo il said:

        Si potrebbe ribilanciare la ricetta avendo a disposizione solo (ne ho appena comperato 1 Kg !) latte intero in polvere ?
        Grazie mille 😉

        • Fables de Sucre il said:

          Purtroppo il bilanciamento dei gelati è una cosa complessa, perchè prevede una serie di parametri che non sono semplicemente grassi e zuccheri. Mi dispiace ma non posso aiutarti se non facendo un’altra ricetta completamente…

  3. Salve! Volevo sapere se si può usare la farina di guar invece della farina di carrube! Io la farina di guar la uso per addensare, sia a caldo che a freddo, per esempio la mia salsa barbecue o anche il gelato appunto. Nel caso come cambia, la dose da usare? Grazie!

  4. donatella il said:

    ciao io ho acquistato la pasta di pistacchio del bronte mi sembra sul dito la delizia è di un bel verde e il gelato mi viene verde ed e buonissimo è giusto cosi o non va bene la pasta di pistacchio ciao grazie

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.