Fregola con mazzancolle zucchine e pomodorini

Fregola.

Una delle tante volte in cui siamo stati ospiti da Silvia Babette (ve ne abbiamo parlato QUI, QUI, QUI e QUI) a pranzo ci ha fatto trovare mille cose come sempre, fra cui la fregula sarda che personalmente non avevo mai assaggiato. Era una ciotola di fregola condita con pomodorini e rucola, io sono nata curiosa e mi piace domandare e a Silvia piace rispondere alle domande, accoppiata perfetta. Mi ha raccontato tutto quello di cui avevo bisogno dispensando consigli e ricette. Ma soprattutto ha tenuto in particolar modo a farmi capire bene che si chiama FREGULA con la U e non fregola con la O, la vocale è di vitale importanza, adesso lo so, lo sa Silvia e probabilmente lo sa chiunque abbia provato a chiamarla fregola davanti ad un sardo. Peccato che quell’ignoratone di google me la indicizza con la o, fregola. Perdonatemi se potete. 😀 Sono certa che una volta assaggiata, chiudere un occhio sulla vocale da utilizzare, almeno per noi del continente sarà una cosa semplice da mandar giù. Perchè quando una cosa è buona, non è importante il nome, la lettera giusta, la pronuncia e l’origine, quando una cosa è buona basta e avanza! Ricetta super facile, buona e gustosa, si fa in mezz’oretta ed è perfetta per le giornate calde. Fregola per tutti, ah no… fregula per tutti! 😛

FREGOLA: 

(Dose per 4 persone) 

  • 300 d di fregula sarda
  • 2 zucchine medie
  • 200 g di pomodorini
  • 200 g di mazzancolle pulite
  • 5/6 foglie di basilico
  • Sale
  • Pepe
  • Olio EVO

Allora per prima cosa dovete lavare e spuntare le zucchine e tagliarle a cubetti, piuttosto piccoli diciamo un centimetro per lato. Fatele saltare velocemente in una padella con qualche cucchiaio di olio EVO, lasciandole abbastanza croccanti, regolate di sale e pepe. Passati una decina di minuti circa, aggiungete anche le mazzancolle già sgusciate, hanno bisogno di una cottura veloce quindi lasciate cuocere ancora qualche minuto. 
Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. 
Lavate e asciugate anche i pomodorini e tagliateli a metà o in quattro a seconda della dimensione e raccoglieteli in una ciotola ampia, dove poi dovrete aggiungere anche tutto il resto, conditeli con olio EVO, sale e pepe, mescolate bene e tenete da parte. 
Ponete sul fuoco una pentola d’acqua e portatela a bollore, una volta raggiunto, salate e versateci la fregola, lasciatela cuocere per il tempo indicato dalla confezione, la mia 12 minuti. Ricordatevi di mescolare di tanto in tanto. 

Nel frattempo aggiungete ai pomodorini le zucchine e le mazancolle che saranno ormai appena tiepide, mescolate gli ingredienti fra loro. 
Quando la fregola è cotta, scolatela e passatela immediatamente sotto il getto di acqua fredda per bloccare la cottura. 
Versate la fregola nella ciotola con i pomodorini e mescolate bene, dando un altro generoso giro d’olio EVO a crudo. Aggiungete qualche foglia di basilico e mescolate ancora in maniera che si distribuisca in maniera omogenea. 
Coprite la ciotola con pellicola e lasciatela riposare in frigo almeno un paio d’ore prima di servirla, il giorno dopo è ancora più buona. 

Questa nuova ricetta fredda, entra nella top dei piatti estivi che mi piacciono di più, quelli che non ti fanno sudare mentre mangi, ma che rinfrescano e allietano il pasto. 😉 
Vi lascio e vi do appuntamento alla prossima, indicandovi la via per trovarci in giro, cioè sulla nostra pagina FB e nel nostro gruppo “Pasticciando con i Fables…” dove ci scambiamo consigli, ricette e pasticciamo in compagnia. Eva

 

Precedente Quiche alle zucchine con pasta brisé Successivo Zucchine tonde ripiene di carne

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.