Focaccia dolce alle ciliegie

Focaccia dolce alle ciliege

C’era una volta Madre Natura che camminava allegra per i campi in un tardo mattino di primavera, dispensando vita e colore ad ogni cosa inanimata che incontrava sul suo cammino. Imbiondiva il grano ondeggiante al vento, gonfiava l’uva appesa nelle vigne, maturava la frutta che attendeva l’arrivo dell’estate. Tutto intorno a lei le sorrideva e festeggiava il suo passaggio, ma ai suoi occhi mancava qualcosa, si guardava attorno e sentiva che qualcosa non era ancora apposto. Allora passò invisibile vicino a dei contadini che lavoravano con fatica nelle loro campagne, e si accomodò su di un sasso per ascoltare i loro discorsi. Loro, stanchi, si concessero una pausa, si dissetarono e mangiarono un tozzo di pane. Allora uno di loro, il più giovane e sognatore, si lamentò di quel pezzo di pane duro bagnato all’acqua che era il loro solito pasto: “Ogni giorno questa pietra da ingoiare, senza gusto, ormai ha lo stesso sapore della terra, sono stanco. Ci vorrebbe un bel dolce succulento e gustoso, come se fosse sempre domenica, per far sembrare il lavoro nei campi meno faticoso!” E a Madre Natura si sgranarono gli occhi. Ecco cosa mancava! Si guardò intorno e vide un albero secco che non dava più frutti ormai da anni, gli andò vicino, lo sfiorò, e subito dai suoi rami nacquero foglie verdi, e poi fiori, e dai fiori gemme che crebbero e si gonfiarono fino a diventare perle lucide rosso vermiglio. Al creato mancava la regina della frutta di fine primavera che ci porta per mano e per la gola dritti all’estate, un dolce perfetto come tutte le cose della natura. Nacquero le ciliege, e i contadini ebbero il dolce per accompagnare il loro pane, per alleviare le loro fatiche. E io come loro, le ho volute accompagnare ad un pezzo di pane, anzi, ad una focaccia. Vediamo come.

FOCACCIA DOLCE ALLE CILIEGIE

Dose per una teglia da 25 cm

  • 200 gr di Farina 00
  • 150 gr di Farina Manitoba
  • 10 gr di lievito di birra
  • 180 gr di Latte intero fresco
  • 40 gr di Tuorlo d’uovo (2 tuorli)
  • 70 gr di Zucchero
  • 10 gr di Miele
  • 1 gr di Sale
  • 35 gr di Burro

Per la finitura:

  • 250 gr di ciliege mature
  • q.b. di Zucchero semolato
  • q.b. di burro fuso

Nella ciotola della planetaria impastare le farine setacciate, il lievito di birra sbriciolato, i tuorli, lo zucchero e metà del latte a temperatura ambiente nel quale avremo sciolto il miele. Lasciamo andare piano, e lavoriamo aggiungendo gradatamente il latte restante fino a quando non avremo una massa omogenea e liscia. Ci vorranno circa quindici minuti. A questo punto unire il burro a pomata a circa 25°C, e in ultimo il sale. Far prendere all’impasto una bella incordatura, cioè deve risultare omogeneo, liscio ed elastico. Se impastiamo a mano, l’ordine degli ingredienti da impastare è lo stesso. A questo punto, fare una bella palla, e riporla in una ciotola coperta da pellicola al caldo a lievitare. Deve triplicare, e ci vorranno circa 3/4 ore.

griglia

Imburrare una tortiera da 25 cm di diametro. Lavare e tagliare a metà snocciolandole le ciliege. Sistemare sul fondo della teglia in modo omogeneo ed equidistante fra loro una parte di quest’ultime, con il taglio verso l’alto. Ribaltare l’impasto lievitato sul piano di lavoro infarinato, schiacciarlo leggermente, e spostarlo nella tortiera coprendo le ciliegie che avremo sistemato, allargandolo per occupare l’intero fondo della teglia. Lasciar recuperare la lievitazione per un’altra ora circa circa coprendo con pellicola. Quindi accendere il forno possibilmente statico impostando la temperatura a 160°C. Fondere a microonde o a bagnomaria una noce di burro, e quando non è più molto caldo spennellare la superficie della focaccia. Farcire con le restanti ciliegie tagliate spingendole a fondo nella massa con il taglio verso l’impasto, e cospargere uniformemente tutta la superficie di zucchero semolato, senza esagerare. Infornare e cuocere per circa 25 minuti, e comunque fino a doratura. La temperatura così bassa, serve per cercare di far caramellare il meno possibile lo zucchero in superficie. Se sappiamo che il nostro forno riscalda molto, tenere la temperatura anche più bassa. Quando cotto, sfornare, e appena possibile sformarlo dalla tortiera per farlo raffreddare su di una gratella.

La versione con lievito di birra della nostra Focaccia di mele con pasta madre, abbinata alle ciliege devo dire che ha un gusto molto più intenso, vivace, sicuramente diverso, più estivo. Per chi preferisce usare il lievito madre, ovviamente ha già le dosi per l’impasto, quindi all’opera, non ci sono scuse. Questa la dovete davvero provare, e subito, prima che le ciliege finiscano. Non si può certo dire no ad un regalo di Madre Natura…

IMG_0260_blog

IMG_0284_blog

 
Precedente Risotto ai porri Successivo Mezze maniche alle verdure

16 thoughts on “Focaccia dolce alle ciliegie

  1. che bella questa focaccia, mi piace tanto, io amo le foccacce soffici sia dolci che salate questa è venuta bella soffice, complimenti e buona serata

  2. ennecigi il said:

    Fatta ieri sera e la sto divorando adesso! È meravigliosa (io l’ho fatta con pasta madre) e anche la mia duenne gradisce! Adoro questo blog!

  3. roberta il said:

    io adoro questa focaccia e la uso per tanti tipi di frutta, quella con le albicocche è particolare oggi faccio quella con le pesche. siete super!!!!

Rispondi