Focaccia contorta con pasta madre

Focaccia contorta con pasta madre

Contorta. Come la vita, quella che volontariamente mi complico da sola. Vuoi mai che sia facile, no no no, non ci piace. Un giorno ho un incontro casuale e veloce con questa focaccia su Facebook. A dire il vero nel link originale la chiamano pizza torsadée, ma come dire, il blogger è francese mentre io sono nata nella patria della pizza. Per me questa è una focaccia! Penso subito che sia una bellissima idea, mentalmente me la “segno” nelle ricette da fare. Poi il tempo passa, le ricette che cucino sono altre, do priorità ad altre cose, ecc. E poi, ricapita sotto i miei occhi questa focaccia contorta, realizzata da Kiara Muzi del blog La pancia del lupo. Eh la devo fare subito, visto che è venerdì, ma con pasta madre. Quindi prendo buona l’idea di Dorian e Kiara e la faccio con la nostra ricetta. 🙂 Sono così presa a pensarla finita, che mentre rinfresco la pasta madre non ricordo assolutamente i programmi per il week end: pitturare e pulire, a partire dalla cucina. Insomma, nella mia giornata contorta, mancava solamente la realizzazione della focaccia contorta. Per fortuna la pasta madre ha dei tempi di lievitazione lunghi, io poi l’ho lasciata in attesa in frigo fino a che non mi sono riappropriata della cucina, mentre pulivo le macchie di pittura sul pavimento, lei lievitava da brava bambina e ci siamo poi trovate perfette con i tempi della merenda! 😀 Di complicato non ha nulla e se ci sono riuscita io in mezzo ad un cantiere, figurasi se non ci riuscite voi con la dovuta calma. Iniziamo?

FOCACCIA CONTORTA:

(Dose per una teglia tonda da 35 cm)

  • 100 gr di pasta madre
  • 350 gr di farina 0
  • 150 gr di manitoba
  • 10 gr di malto d’orzo
  • 300 gr di acqua
  • 10 gr di sale
  • 25 gr di olio EVO

Per farcire: 

  • 2 pomodori medi
  • 20 olive taggiasche
  • 6/7 foglioline di basilico
  • Q.b. di origano
  • Olio EVO

Io non ho messo di proposito salumi o affettati, la volevo vegetariana, ma voi siete liberi di aggiungere se volete del prosciutto (crudo o cotto) tagliato a dadini, oppure delle verdure fatte saltare in padella qualche minuto.

Rinfreschiamo la pasta madre, preleviamo i grammi necessari per il nostro impasto e poniamoli al calduccio (28°) a lievitare fino al raddoppio, circa 3/4 ore. A raddoppio avvenuto spezzettiamo la pasta madre nella ciotola della planetaria, aggiungiamo le farine miscelate, il malto d’orzo, parte dell’acqua e facciamo partire la macchina. Aggiungiamo con calma (in più riprese) l’acqua rimanente tenendone da parte solo un goccio per sciogliere il sale. Quando l’impasto prende corpo, aggiungiamo il sale sciolto nel goccio d’acqua e facciamo lavorare ancora la planetaria. Quando anche l’ultimo goccio d’acqua è stato assorbito, possiamo iniziare a mettere l’olio EVO in più riprese, avendo cura di farlo assorbire prima di aggiungerne dell’altro. Portiamo l’impasto ad incordatura. Dovrà formare una palla unica attorno al gancio della planetaria, il suo aspetto sarà liscio e omogeneo, elastico e coeso. Al suo passaggio lascerà le pareti della ciotola perfettamente puliti. Potete fare questo impasto anche a mano, rispettando l’inserimento degli ingredienti, avendo solo più pazienza. Una volta finito, ribaltatelo sul piano di lavoro arrotondatelo con le mani e ponetelo a lievitare in una ciotola leggermente unta con olio EVO che avrete preparato in precedenza. Copritelo con pellicola per alimenti, oppure un canovaccio umido. Lasciatelo 1 ora a temperatura ambiente e poi riponetelo in frigo per la notte. Se volete saltare il passaggio del frigo perchè avete rinfrescato al mattino presto, potete farlo. Regolatevi a volumi di lievitazione, ossia al raddoppio, prima di formarla. Se la fate in giornata invece che 100 gr di pasta madre come ho fatto io, mettetene tranquillamente 150 gr e mi raccomando tenetela al calduccio, inteso come 28° circa. 

10313844_757250864308264_8613371668686013078_n

Una volta che il vostro impasto ha raggiunto il raddoppio, ribaltatelo sulla spianatoia, senza mettere farina (altrimenti vi scivola e non riuscite a lavorarlo), sgonfiatelo e formate un lungo, lunghissimo cordone dallo spessore di 2 cm circa per 2 metri di lunghezza. Se pensate che sia una battuta (quella dei due metri) non vi resta che guardare la mia foto nella griglia 🙂 e vi renderete conto che dico la verità. Dovrete usare tutto il top della vostra cucina per poterlo appoggiare. Una volta fatto il lungo cordone, attorcigliatelo prima su se stesso, proprio come fosse una corda, e poi a chiocciolina. Ungete la teglia dove cuocerete la focaccia, sistematela lasciando lo spazio fra un cordone e l’altro, in lievitazione si unirà. Coprite con pellicola e lasciate lievitare, circa un paio d’ore. A lievitazione ultimata, accendete il forno a 200° statico, scoprite la focaccia e farcitela con: pomodori privati dei semi e tagliati a cubetti, olive taggiasche, origano e un generoso giro d’olio EVO. Infornate per 30/35 minuti circa, fino a doratura. Sfornate e lasciatela intiepidire appena prima di cospargerla con qualche fogliolina di basilico fresco e servire. 

Dunque se escludo il lato tragicomico della preparazione di questa focaccia contorta, devo davvero dire che l’ho trovata buona, crosticina croccante e soffice all’interno. Non so nemmeno se il mio parere è ancora valido in quanto focacce, sono malata, mi piacciono da morire. 🙂
Vi lascio e vi do appuntamento alla prossima, indicandovi la via per trovarci in giro, cioè sulla nostra pagina FB e nel nostro gruppo Pasticciando con i Fables dove ci scambiamo consigli, ricette e pasticciamo in compagnia. Eva

10264319_754260571273960_3852642312227008370_n

1508977_754260464607304_3310328038327378923_n

Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre Focaccia contorta con pasta madre

 

29 thoughts on “Focaccia contorta con pasta madre

    • Metti 5 gr di lievito di birra e segui i volumi di lievitazione, ovviamente i tempi cambiano, la farai in giornata. Al raddoppio in ciotola formi la chiocciola. 🙂

  1. non sono qui per farvi domande.. per chiedervi aiuti, aiutani vari… ma solo per dirvi che siete letteralmente FANTASTICI!! un blog bellissimo.. spiegazioni meravigliose… io che ho il mio lievito da poco piu’ di un mese.. non ho mai sbagliato un colpo.. grazie a voi e alle vostre fantastiche ricette!!!! 1000 volte GRAZIE!!!

  2. Bonjour Eva
    Je me permet de vous écrire en français en espérant que google traduction…
    J’adore votre article et j’adore votre pi… oups focaccia elle est superbe ! Et quand je referai cette recette je l’appellerai focaccia grâce à vous !
    Dorian

    • Bonsoir Dorian, merci pour cette superbe idée. Votre blog est trés beau et bien soigné. Excuse nous si on a changé le nom de recette mais tu sais comment….chez nous pizza, spaghetti, mandolino…à bientôt! 😀

  3. Con cosa si può sostituire il malto? Ho già provato con il miele ma il sapore si sente troppo nell’impasto finito.
    Grazie! 🙂

    • Ma anche se usi miele d’acacia? Strano… cmq, puoi ovviare con lo zucchero. Anche se il malto, serve sempre, io lo comprerei! 😉

  4. E babbene,devo proprio farla.
    Lasciamo perdere l’inconveniente di un piano di lavoro striminzito, in qualche modo ci riusciremo;ma qui si usa ldb per motivi familiari: il mio Carlo è defunto durante il viaggio in portogallo! In attesa di uno spaccio provvidenziale,si focaccia come si può 😛

  5. Ciao Eva, questa ricetta mi ispira proprio..
    Una domanda, io partirò col rinfresco la sera, quindi riuscirò a fare il primo impasto verso le 22, riposo a TA fino alle 23 e poi frigo, però fino alle 17 circa del giorno dopo.
    Devo modificare la ricetta diminuendo il lievito madre, o lascio così?
    Grazie mille

    Daria

  6. Eva questa ricetta è fantastica e di grande effetto…il mio lm sta rinfrescando e spero si trasformi in una focaccia altrettanto favolosa!!!

    ciao
    Silvia

    • Ehmmm, io sono Trentina. 😀
      E’ Claudio il barese del duo. Comunque ti è venuta molto carina. 🙂

  7. Pingback: Focaccia contorta | La cucina di NiMo

Rispondi