Fave fritte da aperitivo

Fave fritte da aperitivo Vi ricordate gli involtini di melanzane farciti con mozzarella e prosciutto? Ecco, questa ricetta arriva dalla stessa masseria in Puglia dove siamo stati ospitati. Eravamo occupati a lavorare ma un occhio sulla cucina l’ho tenuto sempre. Primo: perchè le signore che ci lavorano sono fortissime, simpatiche da morire. Secondo: perchè preparavano un sacco di piatti sfiziosi, non me li potevo certo perdere. Ad un certo punto vedo che friggono, alzo il collo per cercare di vedere il contenuto nella padella e non capisco. Mi avvicino, guardo meglio e ancora non riesco a inquadrare cosa stesse friggendo, allora con la faccia tosta che mi ritrovo parte la fatidica domanda: “che cos’è?!” Fave bianche! Ma dai. 😀 Sempre molto gentilmente mi spiegano il facilissimo procedimento per ottenere queste buonissime fave fritte da aperitivo, mentre mi “scofanavo” mezza ciotola di quelle che avevano già fritto. Avete presente le arachidi? Sai quando inizi, non sai quando finisci. Anzi si, smetti quando sono finite. Una tira l’altra. Diventano una specie di chips incrociata con le arachidi salate. Se le arachidi le trovate ovunque, queste sono una novità fighissima. E che non la vuoi aprire una birretta per accompagnarle? 😉

FAVE FRITTE: 

  • 200 gr di fave bianche secche
  • 600 gr di acqua
  • 1/2 lt di olio di arachidi
  • Sale

L’esecuzione è facilissima. 
Comprate le fave bianche secche e mettetele in ammollo per circa 24 ore, un giorno e cambiate l’acqua almeno una volta. 
Il giorno dopo scolatele bene, sciacquatele e stendetele su una teglia da forno, preventivamente ricoperta da carta assorbente da cucina, ad asciugare.
Lasciatele asciugare bene, le mie sono rimaste stese per circa 4/5 ore.
Una volta asciutte, scaldate l’olio che deve essere alto e bene caldo (180°).
Fate la prova dello stuzzicadenti per sicurezza, immergete lo stecchino dell’olio caldo, se fa un sacco di bollicine allora significa che l’olio è pronto.

11262258_948831741816841_489246795_n

(Fave secche)        (Fave in asciugatura)         (Fave fritte e salate) 

Friggete un paio di pugni di fave alla volta, ci mettono un pochino, quindi abbiate pazienza. Quando vengono a galla, lasciatele friggere ancora 1 minuto (devono dorare) e poi prelevatele con una ramina scolatele bene e ponetele su carta assorbente per asciugare l’eccesso d’olio. 
Man mano che sono pronte salatele e mescolatele. 
Lasciatele raffreddare prima di servire. 
Se le volete conservare, usate un contenitore ermetico. 

Sono veramente una droga, bisogna nasconderle per non finirle tutte subito! 🙂 
E poi trovo che siano simpatiche e sfiziose. Come sempre vi invitiamo a fare un giro sulla nostra Fanpage di Facebook per non perdervi nemmeno una ricetta. Se vi va, iscrivetevi al nostro gruppo “Pasticciando con i Fables” per trovare risposta ad ogni dubbio. Vi aspettiamo! Eva

11113124_948701431829872_6424856796429732009_nFave fritte, Fave fritte,  Fave fritte,  Fave fritte,  Fave fritte,  Fave fritte,  Fave fritte, 

 

Precedente Confettura di fragole ricetta Successivo Panna cotta al caffè al piatto o in bicchiere

11 commenti su “Fave fritte da aperitivo

  1. agnese il said:

    non sapevo che esistessero le fave bianche! chissà se con le normali fave riescono lo stesso. comunque, a guardarle sembrano gonfie, come se fossero in pastella!

  2. Giò il said:

    Devono essere buonissime, conoscevo i ceci fatti a mo’ di cips (ma al forno), ma le fave le adoro. E poi i pugliesi in fatto di fave non sono da meno ai siciliani, anzi!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.