Drip cake panna e fragole

Drip cake panna e fragole

Cara Giulia, oggi è il giorno più importante della mia vita, oggi 13 aprile è il tuo compleanno! Otto anni, quanto sei diventata grande, lo sono diventata anch’io con te, siamo cresciute assieme. Mi ricordo tutto del giorno in cui sei nata, eri piccolissima, con una boccuccia a cuore deliziosa, le pelle liscia e morbida e una gran voce! Sei stata una neonata impegnativa, forse ero del tutto impreparata al ruolo di mamma, a non avere più neanche due minuti per me, ma credevo che quella bellissima sdraietta che ti avevano regalato l’avremmo usata almeno dieci minuti al giorno, invece no. Hai passato i tuoi primi mesi in braccio a me, c’è ancora il solco in corridoio per tutte le volte in cui ho tentato inutilmente di farti passare le colichette. Sono passati quei momenti, ma sei ancora una piccola cozza sempre attaccata. Adesso sei una semi donnina con un carattere frizzante, con quel tuo sarcasmo spiazzante (chissà da chi hai preso), la tua voglia di art attak in ogni momento, soprattutto quelli meno indicati, la tua memoria d’elefante, la curiosità, la gioia di vivere, le tue risate a crepapelle, gli abbraccioni, le coccoline infinite. Adesso mi sfinisci di domande, allora ti vorrei poter prendere in braccio come quando eri piccina e cullarti, invece ti rispondo e mentre lo faccio tu ne hai già pronte altre dieci. Mi riempi la vita, non ricordo più com’era senza di te, anche se presumo di aver avuto una vita tranquilla e rilassata prima, di essere stata sicuramente più riposata, ma come ti dico sempre “come farei senza di te, che sei il mio amore grande?”. Alla tua richiesta di una torta con panna e fragole, sono stata colta dalla commozione, è finito il tempo delle torte in pasta di zucchero, ora hai gusti più adulti. Allora rispondo così, con una drip cake panna e fragole, con una decorazione pasquale, perchè tu sei nata la notte fra Pasqua e Pasquetta e sei il mio bellissimo pulcino. :*

DRIP CAKE PANNA E FRAGOLE: 

(Dose per uno stampo tondo 20×10 cm come QUESTO)

Per la chiffon cake:

  • 230 g di farina 00 debole
  • 230 g di zucchero
  • 5 uova XL
  • 95 g di olio di semi di girasole
  • 155 g di acqua
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 6 g di cremor tartaro
  • 2 g di sale
  • La buccia grattugiata di un limone bio

Per la bagna: 

  • 200 g acqua
  • 200 g di zucchero

Per la farcitura:

  • 500 ml di panna fresca
  • 50 g di zucchero a velo
  • 300 g di fragole

Per la ganache: 

  • 150 g di cioccolato fondente
  • 150 g di panna liquida

Per decorare: 

  • Zuccherini colorati
  • Ovetti

Ho usato degli ovetti perchè mi piaceva l’idea di farla pasquale, visto il periodo, ma anche decorata con la frutta o con delle meringhe colorate la drip cake è molto bella. Quindi largo alla fantasia! La bagna per la torta dei bambini decisamente analcolica, ma se volete potete aggiungere un bicchierino di rum. Se non vi piace il limone, come aroma potete mettere i semini di una bacca di vaniglia.

Per prima cosa dobbiamo fare la torta, vi consiglio di farla il giorno prima, in maniera che sia ben fredda quando decidete di montarla. Per prima cosa accendete il forno a 160°C in modalità statica. Setacciate la farina con il lievito in una ciotola, aggiungete anche lo zucchero e il pizzico di sale. A parte in un’altra ciotola mettete i tuorli, l’acqua, l’olio di semi e la buccia del limone grattugiata. Mescolate bene, con il frullino elettrico, in maniera che il composto di tuorli sia liscio e omogeneo. Versate i liquidi sulle polveri a filo, sempre mescolando, dovrete ottenere un composto liscio, cremoso, privo di grumi.
Montate ora gli albumi con il cremor tartaro a neve ferma, devono essere belli sodi, ci vuole qualche minuto di pazienza, potete usare la planetaria o il frullino elettrico.
Una volta che saranno ben montati, iniziate ad incorporarli al composto con una spatola, facendo movimenti delicati, dal basso verso l’alto per non smontarli. Dovrete ottenere un composto spumoso, montato e liscio. Versatelo nella tortiera SENZA imburrare e infarinare. Nel frattempo il forno avrà raggiunto la temperatura impostata, quindi infornate nella parte bassa del forno per circa 60 minuti a 160°C in modalità statica. Fate la prova stecchino prima di sfornare.
Una volta sfornata, fatela raffreddare capovolta, se lo stampo non ha i piedini vi potete aiutare con dei bicchieri (sotto nella griglia trovate una foto). Una volta fredda, potrebbe essere necessario aiutarla a staccarsi dalla tortiera passando semplicemente un coltellino sul bordo. 

Per preparare la bagna: mettete l’acqua in un pentolino, aggiungete lo zucchero e portate a bollore a fuoco dolce. Spegnete e ponete da parte a raffreddare.

Una volta ben fredda, nel mio caso il giorno dopo, tagliate la torta orizzontalmente per ottenere tre dischi, che dovranno avere più o meno la stessa altezza. Iniziate a montare la panna, quando sarà semi montata aggiungete lo zucchero a velo e poi continuate a montare, ponetela in frigo a rassodare per un’oretta. Tagliate la fragole a cubetti. Mettete il primo disco su un piatto o un cartoncino per torte e bagnatelo in modo uniforme con lo sciroppo ormai freddo, senza esagerare, non lo dovete usare tutto quindi regolatevi. Fate uno strato di panna, aggiungete i cubetti di fragole, e poi coprite tutto con altra panna, altro disco di torta e procedete come sopra.

Una volta farcita e messo l’ultimo disco, spalmatela con la panna aiutandovi con una spatola su tutta la superficie, livellandola in modo che sia liscia.
Per mettere gli zuccherini solo sulla parte inferiore della torta la dovete alzare, per questo vi conviene metterla su un disco di cartone, mettete una mano sotto la torta tenendola leggermente inclinata, riempitevi l’altra mano di zuccherini e delicatamente appoggiateli alla panna nella parte inferiore che farà da “colla”. Ora mettete la torta in frigo a raffreddarsi prima di decorarla con le colature di la ganache, che è il segno inconfondibile della drip cake.
Nel frattempo prepariamo la ganache tagliando il cioccolato a coltello e riunendolo in una ciotola, in un pentolino portate a bollore la panna e versatela sul cioccolato a pezzi mescolando energicamente per farlo sciogliere. La ganache deve risultare liscia. Versatela in una sac a poche e lasciartela intiepidire, se al momento dell’utilizzo dovesse essere troppo densa e quindi non “colare” lungo la torta, mettetela qualche secondo nel microonde.
Togliete la torta dal frigo, tagliate la punta della sac a poche ottenendo un foro di circa 4/5 mm e iniziate a creare le colature sulla vostra torta, lungo tutto il bordo, girandola mano a mano. Successivamente coprite anche il top della torta, livellandolo delicatamente con una spatola. Prima che la ganache si raffreddi del tutto iniziate a decorare la vostra drip cake, nel mio caso con gli ovetti.

Per questa drip cake panna e fragole devo ringraziare anche la mia di mamma, nonchè super nonna di Giulia,  che mi ha aiutata a farla in tempi “brevi” perchè quattro mani sono sempre meglio di due. Vi lascio e vi do appuntamento alla prossima, indicandovi la via per trovarci in giro, cioè sulla nostra pagina FB e nel nostro gruppo “Pasticciando con i Fables” dove ci scambiamo consigli, ricette e pasticciamo in compagnia. Eva

 

4 thoughts on “Drip cake panna e fragole

  1. Assolutamente fantastica come tutti i vostri dolci che riescono una meraviglia già al primo tentativo. Una domanda, secondo voi questa torta si presta ad essere fatta a due piani (con sostegni e vassoio per il piano superiore) o rischio il tracollo?
    Mille grazie e buon lavoro
    Katia

    • Ciao Katia, è molto molto soffice. Al massimo non la bagnare e stuccala con la crema al burro che è più resistente e usa tutti i sostegni che puoi 😀

Rispondi