Cookies – I biscotti made in U.S.A.

cookies

C’era una volta un luogo dove i più golosi sogni che si potevano arrivare a pensare erano realtà. Dove ci sono vetrine colme di bontà e prelibatezze, scioglievoli leccornie; dove zucchero, latte, uova, farina, frutta e cioccolato si mischiano e miscelano per dar vita a biscotti, pasticcini, torte, gelati, cioccolatini, brioche, croissant, e chi più ne ha più ne metta. Un luogo dove si riscoprono tradizioni antiche e dove si fanno alcune cose come solo la natura sa fare, lentamente, e con il cuore. Signore dei colori, dei sapori e degli odori che si respirano in questo luogo, che poi è una pasticceria della mia zona, il Gran Bar Pugliese di Giovinazzo, è un giovanissimo Maestro, caro amico e grandissimo professionista, Beppe Allegretta. Vado spesso a trovarlo, e mi perdo nel suo lavoro, nella sua dedizione, esperienza, e passione. Uno stimolo incredibile per me, che ovviamente provo una sana invidia per lui che lo fa per mestiere. E in una di queste visite portai con me mio figlio di 6 anni, che rimase affascinato da tutto questo, e assaggiò un biscotto, che poi ovviamente, mi ha chiesto di rifare a casa. Beppe è stato cortesissimo nel darmi la sua ricetta e quindi:

Cookies – I biscotti made in U.S.A.

Dose per 3 teglie da forno

  • 220 gr di Burro
  • 100 gr di Uova
  • 180 gr di Zucchero di canna
  • 200 gr di Zucchero a velo
  • 10 gr di Lievito per dolci
  • 320 gr di Farina 00
  • 560 gr di Gocce di cioccolato
  • 1 gr di Sale

Il procedimento è molto semplice. In planetaria con il gancio a foglia montare il burro morbido ma ancora plastico (circa 13°C) con i due zuccheri. Se si usa il frullino montare con le fruste. Quando si avrà una massa ben areata, aggiungere le uova a filo senza avere fretta, in modo che il composto rimanga omogeneo e ben montato. Poi uniamo la farina e il lievito setacciati insieme e il pizzico di sale, e mescoliamo con una spatola dal basso verso l’alto senza smontare il composto.

cookies

Poi uniamo le gocce di cioccolato (io ho usato parte gocce e parte cioccolato tagliato a coltello) e mescoliamo sempre a spatola. A questo punto riempiamo con il composto una sac a poche e su una teglia con carta forno facciamo delle palline della dimensione di una noce. In cottura si stenderanno e prenderanno la classica forma del biscotto. Cuocere in forno già caldo a 190°C per circa 12 minuti, ma cmq fino a coloritura, stando attenti a non bruciare il fondo. Per un risultato ancora più croccante, cuocere lasciando la porta del forno a spiraglio ponendo un cucchiaino nella chiusura per fare spessore. Sfornare e lasciar raffreddare.

A questo punto non ci resta che mangiare queste delizie, che vedrete saranno delle tentazioni troppo forti a cui resistere. Uno tira l’altro, buonissimi. Per conservarli basta tenerli lontani dall’aria, in una scatola di latta o un contenitore di plastica con il tappo. E come sempre, come finiscono le favole, vissero tutti felici e contenti.

P.S.: ricordatevi di fare un giro sulla nostra fan page per restare sempre aggiornati sulle ultime novità 😉

cookies

 

Precedente Risotto con mele e speck Successivo Pane integrale con pasta madre

21 commenti su “Cookies – I biscotti made in U.S.A.

  1. Eleonora il said:

    Come sono felice di questa bella amicizia tra te e Beppe non puoi capirlo 😀 Ho giusto una scatola intonsa di gocce di cioccolato che mi guardano dalla dispensa 🙂

  2. Carissimi Fables , ho avuto qualche problemino con questa ricetta . 560 gr di gocce di cioccolato ??? non sono un pochino troppe ? io ne ho messe 160 e mi è parso già abbondante . poi ho dovuto aggiungere due o tre cucchiaiate di farina perchè in cottura si “spatasciavano” come frittelle , nonostante sia stata attentissima a tenere il burro corposo . cosa ne pensate ? controllate un pochino i dosaggi , forse c’è qualche errore di battitura …

    • Fables de Sucre il said:

      No no, ti confermo le dosi che inizialmente stupivano anche me, ma è proprio così, e il risultato è più che soddisfacente. La ricetta come leggi è di un pasticcere che vende i suoi prodotti in pasticceria, quindi affidabile. Ma se tu preferisci puoi ridurre la quantità del cioccolato. In cottura poi si allargano come è normale che sia. Se vedi le foto dei passaggi si infornano che sono tipo noci e diventano biscotti piatti. Non variare le dosi della ricetta che sono perfette così…

    • Sempreva il said:

      Ciao Giulia, no qui non è prevista pasta madre. La pasta madre sostituisce il lievito di birra, non quello chimico per dolci. 🙂

  3. erminia roxi il said:

    ciao la ricetta mi intriga molto ma ho un dubbio sulla quantità dello zucchero che mi sembra eccessiva .
    complimenti per il blog !

  4. Clara il said:

    Fatti e rifatti…e ogni volta sempre piu’ buoni. Vanno a ruba a colazione ,a merenda e a tutte le ore. Bravissima come sempre Eva. Complimenti!

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.