Confettura di cipolle rosse

Confettura di cipolle rosse

Con questo post oggi vi farò piangere. Sono sicura che anche ai più duri, scenderanno due lacrime. Non racconterò una storia triste, promesso. Non vi farò commuovere, non cercherò di straziarvi il cuore. Piangerete sulle cipolle che dovrete affettare finemente per fare questa spettacolare confettura, che io adoro. 🙂 Se è vero che si inizia con le lacrime, giuro che il finale è con il sorriso, quello che vi verrà mangiandola. La confettura di cipolle rosse (meglio se usate quelle di Tropea), è il vero significato della parola: agrodolce. Ovviamente non ci dovrete far colazione, ma è ottima con i formaggi (a mio gusto abbinata con i formaggi davvero esprime il meglio di sè), accompagnata con della carne rossa, oppure semplicemente su dei crostini, o piccoli croissant salati come finger food. Cercavo da tempo una ricetta per farla in casa, ma nessuna mi convinceva. Poi un giorno una delle mie amiche storiche, Ilaria, porta ad uno dei nostri famosi aperitivi dei mini croissant farciti con questa confettura. DAMMI SUBITO LA RICETTA!!! Naturalmente non si può rifiutare di dare la ricetta ad una tua amica blogger che conosci da 20 anni, e soprattutto se te la chiede così gentilmente. 😀 La sera avevo la ricetta fra le mani, la mattina piangevo tagliando cipolle come se non ci fosse un domani, nella mia cucina. Fare la confettura di cipolle è davvero semplice, stupire i vostri amici a cena per la sua bontà ,anche. Preparate i fazzoletti, si cucina!

CONFETTURA DI CIPOLLE ROSSE: 

(Dose per 4 vasetti da 150 ml)

  • 1 kg di cipolle rosse di Tropea (circa 8 cipolle grosse)
  • 800 gr di zucchero
  • 2 foglie di alloro
  • 3/4 stecche di cannella (da 2 cm)
  • 6 chiodi di garofano
  • 150 gr di uvetta
  • 250 ml di vino bianco secco
  • 200 ml di aceto di vino bianco
  • 20 gr di sale
  • Pepe

Per prima cosa vi dovrete procurare dei vasetti con i relativi tappi, oppure a chiusura ermetica e sterilizzarli. La confettura appena pronta dovrà essere travasata, quindi è bene prepararli da subito. Usate vasetti piccoli, non è marmellata di frutta, non la mangerete a cucchiai insomma, quindi una volta aperta va consumata nel giro di pochi giorni e conservata in frigo. Tagliate le cipolle finemente con l’aiuto di un grande coltello e ponetele man mano in una casseruola (prendendo prima la tara della casseruola vuota, in maniera da pesare 1 kg di cipolle). Aggiungete lo zucchero, le foglie dall’alloro, i chiodi di garofano, l’uvetta sciacquata sotto l’acqua corrente, il sale e una generosa grattugiata di pepe. Mescolate bene, per qualche minuto in maniera che si insaporiscano le cipolle in maniera omogenea, coprite con il coperchio, oppure della pellicola per alimenti e lasciate riposare 1 ora. Passata l’ora di riposo, vi accorgerete che le cipolle sono calate un bel pò, infatti possono sembrare tante, ma vi assicuro che potete fare tranquillamente l’intera dose.

10334435_756865337680150_1540228991776977395_n

Trasferite la casseruola sul fuoco, aggiungete il vino bianco secco e l’aceto, mescolate e portate ad ebollizione. Abbassate la fiamma al minimo e mescolando spesso continuate la cottura fino a che non si sarà addensata la confettura. Ci vorrà circa 1 ora e mezza. Ma senza farvi stare con l’orologio in mano, vi consiglio di fare la prova della goccia su un piattino: prelevate con un cucchiaio poca confettura, fatela cadere al centro di un piattino e inclinatelo, se è compatta e cola lentamente è pronta. Se invece la vostra goccia scivola via velocemente proseguite ancora la cottura per il tempo necessario. Appena la vostra confettura sarà pronta, con un mestolo forato raccogliete la cannella in stecche e le foglie dall’alloro che affiorano in superficie e poi con l’aiuto di un mestolo travasatela nei vasetti che avrete preparato e chiudeteli ermeticamente. Lasciateli raffreddare capovolti, ossia appoggiateli dalla parte del tappo e copriteli con un coperta per farli raffreddare dolcemente. Una volta freddi conservateli al buio. La confettura è più buona se la consumate almeno dopo 15 giorni, ma visto che ne avete fatto più di un vasetto, direi che il minimo è assaggiarla a cena.

Vi consiglio di realizzare questa sublime confettura di cipolle in una bella giornata, in maniera da poter spalancare le finestre di casa vostra. Sarà anche sublime, ‘na volta cotta, ma sempre di cipolle si tratta. 😀
Vi lascio e vi do appuntamento alla prossima, indicandovi la via per trovarci in giro, cioè sulla nostra pagina FB e nel nostro gruppo “Pasticciando con i Fables” dove ci scambiamo consigli, ricette e pasticciamo in compagnia. Eva

10373989_756888161011201_7423136840245687996_n

 

10259731_756888174344533_4237282280884155977_n

Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse Confettura di cipolle rosse

Precedente Lasagne con carciofi e scamorza Successivo Focaccia contorta con pasta madre

13 commenti su “Confettura di cipolle rosse

  1. che tempismo…anche io qualche giorno fa ho preparato una mostarda simile e son sicuro che anche la vostra versione sarà sublime. per il momento mi segno la ricetta e presto voglio provarla. un caro saluto,Peppe.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.