Come fare un finto intreccio – tutorial

Come fare un finto intreccio.

La nostra quiche alle zucchine, intrecciata come un cestino, ha avuto molto successo. Vi siete divertiti e dilettati a riprodurre l’intreccio e siete stati davvero bravi! E’ sempre una grandissima soddisfazione per me e Claudio vedere il vostro entusiasmo e la vostra partecipazione. Senza contare che avete confermato la bontà della ricetta, ulteriore soddisfazione. Ora che abbiamo capito che sapete essere molto manuali, passiamo alle cose più semplici. 😀 Infatti oggi vi spiego come fare un finto intreccio, un illusione ottica. Talmente semplice e talmente facile che non ci sarà proprio nessuno che potrà resistere a questo disegno che sembra realmente un cestino intrecciato. Per compiere questa magia, ci vuole la ricetta giusta per la pasta brisé e oramai che l’abbiamo trovata non la molliamo più (squadra che vince non si cambia) e vi basterà una forchetta! Si si avete capito bene, questo fantastico disegno si ottiene semplicemente con i rebbi di una forchetta. Praticamente una figata! Velocissimo e d’effetto, per stupire i vostri ospiti anche se non avete molto tempo a disposizione. In alto le forchette, si comincia!

COME FARE UN FINTO INTRECCIO:

(Dose per una tortiera tonda da 24 cm) 

Per la pasta Brisé:

  • 360 g di farina 00 debole
  • 180 g di burro
  • 90 g di acqua
  • 10 g di sale

Procedimento: 

Versare nella ciotola della planetaria la farina e il burro freddo da frigo tagliato a cubetti, lasciar lavorare con la foglia fino a creare uno sfarinato. Aggiungere poi l’acqua e sale e far lavorare pochissimo, giusto il tempo necessario ad assorbire la parte acquosa del composto. A questo punto, compattare il composto con le mani farne un panetto rettangolare, avvolgerlo con la pellicola e riporlo in frigorifero per almeno 2 ore a riposare. Potete preparare la pasta brisè anche il giorno prima.

Se volete qualche idea per il ripieno trovate le nostre quiche salate tutte QUI.

Con la dose che vi ho indicato sopra, sono riuscita a fare una quiche salata in una tortiera tonda da 24 centimetri. La pasta è leggermente abbondante, ma per fare il coperchio ne serve più del necessario, tutto quello che verrà “scartato” potete reimpastarlo farne un panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e congelarlo per un futuro guscio di pasta brisé. Quindi visto che nulla andrà sprecato, non lesinate sul peso della pasta, meglio averne qualche grammo in più piuttosto che vi manchi.

TUTORIAL: 

1. Una volta trascorso il riposo della pasta brisé in frigo, prendete il panetto rettangolare e dividetelo in due parti uguali con un coltello, prendetene un pezzo l’altra metà la rimettete in frigo sempre coperta con la pellicola. Spolverate il piano della cucina con un pizzico di farina e stendetelo molto sottile con l’aiuto di un mattarello, diciamo fino ad uno spessore di 2 mm circa.
Per rendervi il lavoro più semplice e preciso esistono in commercio dei mattarelli con spessori incorporati, personalmente ho questo modello, trovate anche degli spessori universali come questi di varie misure, sono effettivamente molto comodi.
Stendete il rettangolo di pasta più grande di un paio di centimetri circa rispetto alla vostra tortiera. Spostate la sfoglia di pasta brisé su un foglio di carta forno e prendete una forchetta per imprimere i rebbi sulla pasta.

2. Schiacciate i rebbi per circa due centimetri stampandoli nella pasta brisé, alternando un disegno verticale ad uno orizzontale, senza lasciare spazi.

3. Continuate alternando il disegno della forchetta, uno verticale e uno orizzontale per tutto il rettangolo di pasta.

4. Una volta finito, prendete la vostra tortiera e usatela come se fosse un taglia biscotti, posizionatela al centro, controllate che il diametro sia sufficiente e imprimetela nella pasta spingendola con delicatezza e decisione. Non fatevi impressionare dalla mia tortiera ho usato una teglia con il fondo removibile tipo questa qui, molto comoda per questo tipo di preparazioni, ve la consiglio vivamente ma viene anche con quelle classiche. Mantenendo salda la tortiera con una mano, togliete tutta la pasta in avanzo dai lati, ottenendo così un coperchio perfetto! Fatelo scivolare, tirandolo per la carta forno su un piccolo vassoio o una teglia che riesca a entrare nel vostro freezer e ponetecelo per una decina di minuti.

5. Nel frattempo accendete il forno a 180°C in modalità statica e preparate il fondo della quiche. Prendete l’altro pezzo di pasta dal frigo, spolverare leggermente il piano di farina, lavoratela leggermente con le mani per renderla elastica e stendetela con il matterello ad uno spessore di 2 mm circa, in maniera omogenea. Imburrare leggermente la tortiera e foderarla con la pasta brisè, bucherellare la pasta sul fondo con i rebbi di una forchetta. A questo punto il guscio è pronto per essere farcito a vostro gusto. Una volta farcito con gli ingredienti da voi scelti, riprendete il “coperchio” dal freezer e ponetelo sopra la farcitura. Premete leggermente sui bordi per farli aderire fra loro.

6. Prima di infornare la quiche spennellate delicatamente la superficie dell’intreccio con tuorlo e latte in pari quantità emulsionati fra loro. Praticate un taglietto centrale sul coperchio della quiche per permettere al vapore di fuoriuscire in cottura. Una volta che il forno ha raggiunto la temperatura impostata, infornate e cuocete a 180°C in modalità statica per 50/55 minuti. Sfornate, lasciate intiepidire e sformate la vostra bellissima quiche dalla tortiera.

Dai, bisogna ammetterlo come fare un finto intreccio è facile, veloce e viene un effetto “wow” in pochi minuti, cosa possiamo volere di più? 😉 
Se invece avete tempo e calma, potete provare la nostra quiche alle zucchine intrecciata, trovate la ricetta QUI e il tutorial fotografico spiegato passo passo QUI. Vi lascio e vi do appuntamento alla prossima, indicandovi la via per trovarci in giro, cioè sulla nostra pagina FB e nel nostro gruppo “Pasticciando con i Fables” dove ci scambiamo consigli, ricette e pasticciamo in compagnia. Eva

 

2 thoughts on “Come fare un finto intreccio – tutorial

Rispondi