Ciliegie sciroppate ricetta

Ciliegie sciroppate

Tutti gli anni ho lo stesso problema. Ciliegie a catinelle, si si proprio come se piovesse. Ho un grande albero in giardino e ovviamente arrivano tutte assieme. Mal di pancia a gogo! 😀 Effettivamente non conosco nessuno che possa resistere alle ciliegie. E così un pò si mangiano, un pò si regalano, alcuni vasetti di marmellata (che odio, avete mai snocciolato 3 kg di ciiegie???) e altre, le preferite in assoluto dai miei bambini, le faccio sciroppate. Le ciliegie sciroppate si fanno in un battibaleno. Non vanno snocciolate, e questo già è un gran vantaggio, si conservano per lungo tempo, il che ci permetterà di gustarle anche il giorno di Natale. Per farvi capire la difficoltà immensa di questa ricetta, io le ho fatte una domenica pomeriggio con la febbre, non potevo lasciare le ciliegie ad aspettare, ed erano così tante che nel mio frigo non sarebbero mai entrate. Così mi sono fatta coraggio, oggi però sono felice di averlo fatto, la mia scorta invernale se ne sta al buio tranquilla. Per questo tipo di preparazione ci vorrebbero “i duroni” ma di certo io non vado a comprarli, vengono benissimo comunque, rimangono intatte e di un bel colore.

CILIEGIE SCIROPPATE:

(Dose per 4 vasetti da 250 ml circa)

  •  1 litro di acqua
  • 200 gr di zucchero
  • 2 kg di ciliegie

Per prima cosa procuratevi dei barattoli con relativo coperchio, dove conservare le ciliegie sciroppate, dovrete sterilizzarli anche se sono nuovi. L’operazione non è faticosa ma lunga, quindi vi consiglio di iniziare a sterilizzare i barattoli un paio d’ore prima dell’utilizzo, poiché appena pronto lo sciroppo andranno utilizzati.
I barattoli non devono essere nuovi, ma i tappi si, assolutamente.

Per prima cosa facciamo lo sciroppo, così avrà il tempo di intiepidirsi.
Ponete tutto in un pentola: acqua e zucchero e portatela a bollore mescolando con un cucchiaio di legno fino a quando lo zucchero sarà completamente sciolto.
Spegnete il fuoco e lasciatelo intiepidire. Le ciliegie vanno lavate con cura e asciugate, tamponatele con un canovaccio pulito, togliete il picciolo e man mano riempite i vasi di vetro che avete precedentemente sterilizzato.
Ogni tanto scuotete con delicatezza il vaso per ottimizzare gli spazi, senza schiacciare le ciliegie. Fermatevi a 2 cm dal bordo.
Quando l’operazione si è conclusa lo sciroppo sarà diventato tiepido, versatelo quindi sulle ciliegie fino a coprirle e chiudete i barattoli.
Ponete i barattoli in una casseruola capiente, dividendoli fra loro con un canovaccio, versate l’acqua superando il livello dei barattoli di 5 cm e portate ad ebollizione.
Quando bolle, abbassate il fuoco e lasciateli almeno per 10 minuti.
Spegnete il fuoco e lasciate i barattoli immersi fino a completo raffreddamento.
Una volta freddi, toglieteli, asciugateli e poneteli in un luogo fresco e asciutto, possibilmente al buio.
Controllate che si sia creato il sottovuoto pigiando il centro del tappo con il dito, se è rientrato tutto ok, se invece si muove dovrete ripetere l’operazione.

Sono buone anche subito, ma consumate almeno dopo un mese lo saranno ancora di più. Potete conservare le ciliegie sciroppate per circa dodici mesi. Una volta aperto il barattolo conservatelo in frigo e consumatelo nel giro di pochi giorni. A casa mia il problema non sussiste. 😀
E ricordate di condividere con noi le vostre foto su Facebook nella Fanpage o nel gruppo “Pasticciando con i Fables“. Eva

11650678_10206059847208497_1975990675_n11541311_10206059847088494_294141947_n

Precedente Gelato fatto in casa - Ricette di base e gusti vari Successivo Gelato all'albicocca con frutta fresca

10 commenti su “Ciliegie sciroppate ricetta

  1. agnese il said:

    io le ho fatte ieri, però snocciolate, mi son trovata a snocciolarne altri 5 chili per la marmellata, quindi, 2 chili in più, 2 chili in meno, cosa vuoi che sia! il procedimento che ho eseguito è lo stesso, un pochino di zucchero in più e qualche minuto di bollitura anche. ed un gran di mal di pancia tutta la notte, perché le ultime ciliege (non ce la facevo più a vederle per casa) le ho “sterminate” mangiandole tutte per cena!
    p.s. ma ancora non sono finite…..

  2. Interessanti le tue ciliegie sciroppate. Beata te che ne hai tante, a me ne fa quattro in croce e puntualmente gli uccelli arrivano prima di noi!
    Una domanda, a me piacciono con lo sciroppo bello denso. Vengono così le tue? scusa, giusto per capire. 🙂
    Un saluto 🙂

    • Sempreva il said:

      No Silvia, a me non piacciono con lo sciroppo denso. Vuol dire molto più zucchero e quindi diventano a mio gusto troppo dolci. Mi staccano i denti. 😀

    • Sempreva il said:

      Ciao Anna, diventano leggermente più chiare, ma che perdano il colore completamente non mi è mai successo, forse era la qualità delle tue ciliegie? 🙂

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.