Chutney di zucca ricetta

Chutney di zucca

Mi fa sorridere come sono cambiati i miei gusti nel corso degli anni. Mia madre me lo ripete sempre, quando ero piccola le uniche cose che mangiavo erano: pasta, riso, pizza, pane. Verdure, mai. Carne, mai. Il problema reale era che i miei genitori ci provavano pure a farmi mangiare un pò di tutto, senza risultato o con strazianti eterne cene dove io mi passavo da un lato della bocca all’altro il boccone di carne ormai diventato chewingum. Figurarsi se avrei mai mangiato una cosa come questa. Eppure ora attirano la mia attenzione, mi fanno rizzare le antenne, mi stuzzicano subito, mi viene l’acquolina in bocca come un qualsiasi altro essere umano davanti alla Nutella (quella non mi piace nemmeno ora!). La ricetta di oggi è: il chutney di zucca. Se leggete gli ingredienti qui di seguito nel post, probabilmente storcerete il naso, ma vi assicuro che il barattolo che vedete in foto ha avuto vita breve spalmato su crostini di pane. Chutney è il termine indiano con cui indicano un “condimento” speziato, e può essere di frutta (quindi dolce), o di verdura anche se lo zucchero è presente comunque. Il chutney inoltre può essere anche secco, ossia un mix di spezie tostate e pestate. Lo accompagnano con piatti a base di carne, riso, oppure per le verdure. E’ davvero eccezionale anche mangiato con pane tostato o i formaggi. Allora, andiamo a fare un giretto in India? 😉

CHUTNEY DI ZUCCA: 

(Dose per 2 baratoli da 200 gr circa) 

  • 500 gr di polpa di zucca (pulita)
  • 2 pomodori medi
  • 1 cipolla bianca media
  • 50 gr di uvetta
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaino scarso di zenzero in polvere
  • 170 gr di zucchero semolato
  • 330 ml di aceto bianco
  • 5 gr di sale
  • 5 gr di pepe
  • 6 grani di pepe interi

Per prima cosa procuratevi dei barattoli con relativo coperchio dove conservare il chutney, dovrete sterilizzarli anche se sono nuovi. L’operazione non è faticosa ma lunga, quindi vi consiglio di iniziare a sterilizzare i barattoli e i relativi coperchi un paio d’ore prima dell’utilizzo, poiché il chutney andrà travasato appena pronto.

Tagliate la zucca a fette, togliete i semi, i filamenti e la buccia.
Della polpa che resta, con l’aiuto di un coltello grande dovrete farne tanti cubetti, più o meno della stessa misura, per una cottura omogenea. Poneteli nella pentola dove cuocerete il chutney. Lavate e sbucciate i pomodori, tuffandoli brevemente in acqua bollente, oppure con un pelapatate, e tagliate a cubetti anche loro.
Mondate la cipolla e tritatela. Pelate gli spicchi d’aglio e schiacciateli, aggiungendo tutti questi ingredienti alla zucca in padella.
Date una sciacquata all’uvetta e aggiungetela.
Ora mettete le polveri: zucchero, pepe, sale, zenzero in polvere, grani di pepe. Bagnate tutto con l’aceto e ponete sul fuoco moderato.

954575_827822540584429_476810059_n

A metà cottura, il tegame dal fuoco, frullate grossolanamente con un frullatore a immersione e proseguite la cottura. Il chutney dovrà bollire 1 ora circa in totale. Mescolate spesso con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere una salsa densa.
Una volta pronto, versatelo nei vasetti, con l’aiuto di un mestolo, riempiendoli fino a mezzo cm dal bordo e chiudeteli ermeticamente. Lasciateli raffreddare capovolti, ossia appoggiateli dalla parte del tappo e copriteli con un coperta per farli raffreddare dolcemente. Una volta freddi conservateli al buio.
Vi consiglio di aspettare 15 giorni (almeno) prima di assaggiarlo, quando aprirete il barattolo cercate di consumarlo nel giro di qualche giorno, quindi vi conviene fare barattoli piccini, conservate il barattolo aperto in frigo.

Se non avevate mai sentito questa strana parola indiana, ora la vedrete spuntare in ogni dove, proprio come è successo a me. 😀
Vi lascio e ricordate di condividere con noi le vostre foto su Facebook nella fanpage o nel gruppo “Pasticciando con i Fables…“. Eva

16356_828055100561173_5286690119079764568_n

 

 

6 thoughts on “Chutney di zucca ricetta

  1. fa-vo-lo-so!!! già mi piace solo a leggere gli ingredienti e a guardare la foto!!
    grazie, grazie di aver condiviso anche questa deliziosa e sconosciuta preparazione a base di zucca (che adoro).
    Un bacio grande a voi che adoro più della zucca 🙂 🙂 <3

  2. Bene! Mi sono avventurata nel tentativo. Speriamo bene, anche perché ho introdotto una variante (zucchero di canna in parte) per supplire alla mancanza del giusto quantitativo di zuchhero!
    Voi due (Eva e Claudio), invece, siete super fantastici, sempre.

Rispondi