Cheesecake Tiramisu’

Cheesecake Tiramisucheesecake tiramisu'

Ne avevo voglia da un pò. Di un bel Tiramisù dico, anche perchè ogni tanto bisogna pur variare fra un dolce al cioccolato e l’altro 😛 E poi si avvicinava il Natale, e i miei prossimi 40 anni da festeggiare (non dite nulla, vi prego…) Quindi largo alle idee e vediamo di pensare qualcosa di carino da realizzare, però di semplice, che chissà perchè, di tempo ce n’è sempre di meno. E allora ho pensato ad un dolce facile per antonomasia senza tante basi da preparare, che però abbia il gusto, gli aromi di un tiramisù, e magari perchè no, dall’estetica accattivante. In sostanza, una bella Cheesecake Tiramisu’, che però è bene chiarire NON E’ un tiramisù. Ha quelli che sono gli ingredienti tipici di questo dolce, cioè una crema al mascarpone e il caffè, ma sul fondo croccante tipico delle cheesecake senza cottura. Ah, e una cosa importante: non si usano uova crude! Dolce facile da fare in mezz’ora, però dal grande risultato, lasciatemelo dire. Così mi sono potuto dedicare ad altro, come il pranzo di Natale per esempio, con un menù tipico trentino quest’anno, ma in Puglia, tanto per variare le solite lasagne. Anche perchè il passaggio di decennio è sempre duro, chi ci è passato lo sa; passare dagli enta agli anta ti fa venire gli attacchi di panico, le crisi d’ansia. Non sono sicuro, ma mi sa, che forse ho smesso di essere giovane. O almeno non rientro più nelle statistiche che li riguardano. Fiuuuu fiuuuu, devo iperventilare, mi sento un attimo agitato. Ieri ne facevo 18, oggi 40. Mi hanno rubato una ventina d’anni in un colpo solo. Madonna, posso parlare di vent’anni fa raccontando di me già grande. Mi sa che mi dedicherò alla meditazione, ho dello stress post quarantesimo compleanno da metabolizzare. Se non avete per un pò mie notizie, non preoccupatevi. Prima o poi torno 😛

Cheesecake Tiramisu’

Dose per un dolce da 22 cm

Per il fondo:

  • 300 gr di biscotti Digestive
  • 120 gr di burro
  • 30 gr di pasta di nocciole

Per la crema:

  • 50 gr di tuorlo d’uovo
  • 60 gr di zucchero (per la crema inglese)
  • 210 gr di latte intero fresco
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 6 gr di gelatina in fogli
  • 500 gr di mascarpone
  • 300 gr di panna fresca
  • 60 gr di zucchero

Per la decorazione:

  • 400 gr di panna fresca
  • 8 gr di caffè solubile
  • 45 gr di zucchero
  • q.b. di cacao amaro

La prima cosa da fare per preparare questa Cheesecake Tiramisu’ è di prendere dalla panna necessaria alla decorazione un bicchiere, e scaldarlo per bene per qualche secondo nel microonde o sulla fiamma molto bassa senza far bollire. Sciogliamovi il caffè solubile e i 45 gr di zucchero, filtriamo con un colino, rimischiamo con il totale della panna per la decorazione e poniamo in frigorifero a raffreddare per bene.

Ora possiamo dedicarci alla preparazione della nostra teglia. Io ho usato un cerchio aperto che ho rivestito con un nastro di acetato, ma tranquillamente potete usare una teglia di quelle con il bordo apribile a cerniera foderando il fondo con della carta forno tagliando un quadrato più grande del diametro e incastrandolo mentre chiudete il bordo sulla base. Poi tagliate delle strisce alte quanto il bordo e rivestitelo, ovviamente dall’interno, in modo che tutta la teglia sia foderata di carta forno ben tesa. Iniziamo fondendo il burro in un pentolino, a fiamma dolcissima senza farlo bruciare (oppure in microonde), quindi attenzione che ci mette davvero pochi secondi. Mischiate ad esso la pasta di nocciole avendo un composto omogeneo e ponete da parte lasciando intiepidire (in mancanza di pasta di nocciole, potete ometterla perdendo però un’importante nota di gusto del dolce). In un tritatutto mettete i biscotti e polverizzateli finemente, e poi su questi coliamo il burro fuso ormai tiepido e continuiamo a far girare il tritatutto fino ad avere una massa completamente umida, come sabbia bagnata. Prendete la tortiera, versate il composto di biscotto e riempite bene il fondo della tortiera, occupando tutta la superficie e dando a tutto il fondo lo stesso spessore. Dovrete pressarlo per bene, quindi potrete aiutarvi con un batticarne o il fondo di un bicchiere. Una volta finito, ponete in frigo mentre vi occupate della crema.

griglia 2Facciamo una crema inglese portando il latte a bollore sul fuoco. Nel frattempo mescoliamo insieme i tuorli con i 60 gr di zucchero e i semi estratti dalla bacca di vaniglia. A bollore, togliere il latte dal fuoco e versarlo sui tuorli mescolando con una frusta. Avuto un composto omogeneo, riportare sul fuoco e sempre mescolando raggiungere la temperatura di 82°C misurati con un termometro da cucina. Spegniamo la fiamma e versiamo in una ciotola di vetro filtrando con un colino. Pesiamone 250 gr scartando il resto. Idratiamo la gelatina in fogli ammollandola in acqua fredda, e dopo circa 10 minuti strizziamola bene e aggiungiamola alla crema inglese solo dopo che questa sia scesa di temperatura sotto i 60°C. Mescoliamo bene con una frusta per sciogliere bene la gelatina. Nel frattempo in una ciotola ampia lavoriamo con il cucchiaio per ammorbidirlo il mascarpone che avremo lasciato un paio d’ore a temperatura ambiente. Aggiungiamo alla panna fresca gli altri 60 gr di zucchero mescolando per farlo sciogliere, e montiamo lasciando lucida e non ferma (semimontata). Quando la crema inglese avrà raggiunto la temperatura di circa 30°C possiamo aggiungerla in più volte al mascarpone mescolando con una fusta per avere un composto omogeneo. A questo poi andremo ad aggiungere la panna semimontata sempre in più volte e mescolando sempre con una spatola larga delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare il composto avendo così una crema morbida e vellutata.

Riprendiamo la teglia dal frigorifero e versiamo sulla base la crema livellandola per bene aiutandoci con il dorso di un cucchiaio e occupando bene gli angoli e i bordi. Riponiamo in frigorifero ad addensare per alcune ore, ce ne vorranno almeno 4, ma se possiamo realizzarla il giorno prima per il giorno dopo anche meglio. Quando la cremagriglia 1 è bella che addensata, possiamo sformare il nostro dolce aprendo il bordo a cerniera e rimuovendo con cura la carta forno dal lato. Con l’aiuto di una spatola spostiamolo sul piatto di servizio e sfiliamo delicatamente da sotto la carta forno. Avendo usato come me invece un anello aperto come stampo, è necessario congelare il dolce per sformarlo in modo perfetto. Ora la nostra Cheesecake Tiramisù è pronta per la decorazione, quindi prendete dal frigo la panna aromatizzata al caffè e montatela ben ferma. Riempite un sac a poche munito di bocchetta decorativa (io ho usato la Saint Honorè, potete vederla QUI) e decorate la superficie del dolce come preferite. Io ho semplicemente fatto delle onde parallele per tutto il diametro del top, ma voi divertitevi come più vi sentite ispirati. Poco prima di servire il dolce, cospargete parte della superficie con del cacao amaro.

Con questa Cheesecake Tiramisu’ approfitto per lasciarvi i nostri auguri di fine anno, per un meraviglioso 2016, ricco e prospero. E spero che sarete ancora con noi, per un altro anno di dolcezze e prelibatezze, e spero anche ricco di novità e di progetti da concretizzare. Non dimenticatevi di fare un giro sulla nostra fanpage ogni tanto, e di iscrivervi al nostro gruppo “Pasticciando con i Fables…“. Anzi, vi aspettiamo lì per stappare insieme una bottiglia di spumante a suggellare la fine di questo 2015. E mi raccomando, sorridete sempre 😉 Claudio.

Blog_IMG_8057

Blog_IMG_8066

Precedente Cestini di parmigiano e mortadella Successivo Quadrotti cacio e pepe

36 commenti su “Cheesecake Tiramisu’

  1. Tiziana il said:

    No ma….io dico….un qualcosa che non sia supergoloso non puoi pubblicarlo ogni tanto? Qualcosa di dietetico magari 😛 😛 😛 Claudioooo, sarà il mio prossimo dolce. Grazie 😀 😀 😀

    • Fables de Sucre il said:

      Grazie per gli auguri. La pasta di nocciole ormai si trova con una certa facilità nei negozi che vendono articoli per dolci, oppure ordinandola online. Prova a cercare 😉

  2. Stavo disperandomi perchè non sapevo cosa fare per stasera quando mi è arrivata la notifica della nuova ricetta 😀 La base è già in freezer (ho pensato di accorciare i tempi così, dovendo essere pronta per le 22) Manca solo la panna montata aromatizzata per quando sarà più ferma! La crema una volta pronta era così goduriosa con le sue volute morbide che ho faticato un sacco a non mangiarla!!

  3. E’ davvero splendida, ne gradirei una bella fetta!
    Sono appena “capitata” sul tuo blog e mi piace davvero molto, mi sa che andrò a cercare altre belle ricettine!
    Da oggi seguo il tuo blog, sarei molto felice se ricambiassi e passassi da me :*
    A presto,
    Ale

  4. adele il said:

    Ciao claudio, potrebbe essere messo anche in freezer secondo te e poi lasciarlo scongelare a temperatura ambiente qualora si volesse mangiare?

    • Sempreva il said:

      C’è scritto che è per un cerchio da 22 cm. 🙂 Quindi no, ti viene troppo bassa, la devi ridosare per il tuo stampo.

  5. Dopo avere visto questo splendido dolce non ho potuto fare a meno di farlo ma aime’ qual’cosa è andato storto la parte in mezzo mi è rimasta troppo morbida sicuri che bastano 6 gr di colla di pesce? Dove avrò sbagliato?

  6. Raffaella il said:

    salve, volevo preparare questo splendido dolce per un invito a cena ma mi servono alcuni importanti suggerimenti: preparandolo al mattino deve stare in frigo fino al momento di porzionarlo, la mia paura e che la composizione a base di panna sopra la torta nel trasporto dovendo fare un bel po’ di strada possa afflosciarsi , ultima cosa il cacao va messo solo all’ultimo momento, grazie ma sono persone che non conosco e non vorrei fare brutta figura. ancora grazie ragazzi.

  7. Raffaella il said:

    ciao devo fare circa una cinquantina di chilometri, accetto un vostro consiglio se pensate sia il caso di cambiare dolce, essendo una cena a base di baccala’mi sembrava una buona idea per pulire la bocca,con questo tipo di dolce anche perche’ sicurame tutti porteranno frittelle e crostoli visto il periodo, grazie ancora,

    • Sempreva il said:

      L’unica cosa che ti consiglio è di non accendere il riscaldamento della macchina 😀 Dovresti farcela, sarà al massimo una mezz’oretta di strada siamo sempre a gennaio. 😉

  8. Livia il said:

    Ciao. Sono allergica alle nocciole così come a mandorle, noci e arachidi. Come posso ovviare x la preparazione della base? Grazie

  9. Gegia il said:

    io ho l’anello per dolci ma questo nastro di acetato vorrei sostituirlo con la carta forno. Posso? E se si come ce la metto intorno all’anello? Non si reggerà mai…forse dovrei ungere l’anello con un po’ di burro? Sarà la mia prima cheesecake e non vorrei sbagliare. Grazie

    • Fables de Sucre il said:

      La carta forno in sostituzione puoi usarla tranquillamente e non ti serve ungere nulla, man mano che riempirai di composto sarà questo stesso a tenere al suo posto la striscia laterale di carta forno…

  10. Sarac il said:

    Buongiorno,dopo aver letto x tre volte la ricetta mi sono accorta di aver fatto un grossissimo errore …confondere la pasta alle nocciole con crema alle nocciole…
    Dite che può andare bene lo stesso ?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.