Biscotti gluten free e lemon curd

biscotti gluten free

Io e Claudio non abbiamo in famiglia problemi di celiachia o di intolleranze in genere, perciò quando cuciniamo per noi e le nostre famiglie non abbiamo particolari esigenze, e quindi sul blog finora non abbiamo mai condiviso ricette dedicate per chi avesse dei problemi specifici. Ma è capitata una storia che mi ha colpita molto, ve la racconto. Sono stata colpita dal dolore di una madre che ha una bimba celiaca che non viene più invitata alle festicciole dei suoi amichetti, non viene mai tenuta in considerazione per la scelta del ristorante per la cene di classe, e che in breve viene vissuta dagli altri come un problema che nessuno ha voglia di affrontare. Eppure questa mamma, pur di non vedere la figlia esclusa sarebbe disposta a cucinarle il cibo da portarsi dietro alle feste, alle cene, ma nessuno se ne cura o preoccupa, è più semplice ignorarla. Ora, pensare a questa bimba che si chiama Martina, discriminata semplicemente perché il suo organismo non tollera il glutine, mi suscita parecchie emozioni, che non scriverò qui. Vi scriverò invece di questi ottimi biscotti, piaciuti a tutti in famiglia, piccoli compresi, che Martina potrebbe mangiare senza problemi perché senza glutine, e che non sono affatto “cibo per malati”. Ecco, in realtà volevo raccontarvi questo, e cioè che “senza glutine” non vuol dire “robaccia”. E che in realtà andare in contro a chi ha difficoltà è più semplice di quanto si creda, basta solo un minimo di buona volontà, informarsi e avere rispetto di chi è in minoranza. La celiachia è un problema che sta diventando sempre più diffuso. Molte mie amiche scoprono che i loro figli hanno problemi con l’assunzione di glutine e devono adattare la loro cucina e abitudini alle loro necessità. Ma si può fare tranquillamente senza grandi sacrifici. E senza rinunciare a gusto, bontà e varietà. La cosa davvero difficile invece, è vincere l’ignoranza.

BISCOTTI GLUTEN FREE E LEMON CURD: 

(Dose per 3 teglie di biscotti)

  • 250 gr di farina di riso
  • 25 gr di fecola di patate
  • 100 gr di burro
  • 130 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 6 gr di lievito per dolci

Per la crema, la lemon curd, ricetta e procedimento li trovate QUI. Ve ne basta mezza dose per farcire i biscotti. 

Prima di tutto è importante sottolineare una cosa, ossia che oltre ad usare farina di riso e fecola, dovrete assicurarvi che queste siano prive di glutine, e lo trovate scritto direttamente sulla confezione: cercate la dicitura “gluten free”, senza glutine, oppure il simbolo della spiga sbarrato. Per quanto riguarda le contaminazioni, dovreste avere degli utensili dedicati e pulire bene quelli che hanno avuto contatti con farine con glutine, forno compreso. Forse questa è la sfida più impegnativa, ma per stendere la pasta frolla per esempio potreste usare anche una bottiglia di vetro invece che il vostro solito mattarello.

Sciogliete in un pentolino il burro a fiamma dolcissima, facendo attenzione a non farlo friggere, spegnete il fuoco e lasciate intiepidire. Nella ciotola della planetaria con la frusta montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema omogenea e spumosa. Aggiungete poco alla volta il burro precedentemente sciolto. Cambiate la frusta con la foglia e aggiungete le polveri miscelate fra loro: farina di riso, fecola di patate, lievito per dolci e i semini della bacca di vaniglia. Lasciate girare la planetaria per poco tempo, giusto quello che serve per amalgamare il tutto. Spegnete la macchina, raccogliete con le mani la pasta frolla e compattatela con le mani formando una palla. Copritela con pellicola e trasferitela in frigo per almeno 12 ore. Fatela la sera per il mattino successivo.

10592440_798507466849270_1765071443_n

Spolverate il piano di lavoro della cucina con la farina di riso, prendete la pasta frolla dal frigo, lavoratela qualche minuto con le mani per renderla di nuovo plastica e stendetela aiutandovi con il mattarello ad uno spessore di 4 mm circa.
Per rendervi il lavoro più semplice e preciso esistono in commercio dei mattarelli con spessori incorporati, personalmente ho questo modello, trovate anche degli spessori universali come questi di varie misure che sono effettivamente molto comodi.
Coppatela a piacere con i vostri stampini preferiti, e se li volete accoppiare con la lemon curd una volta cotti, in metà dei biscotti
 coppati dovrete ritagliare nel centro un cerchio con un piccolo coppasta tondo. Trasferite i biscotti su una leccarda ricoperta da carta forno. Infornate a 180°C modalità ventilata in forno preriscaldato per circa 12/13 minuti, controllate il colore del fondo dei biscotti per verificarne la cottura. Sfornateli e lasciateli raffreddare su di una gratella. Una volta freddi, farcite con la crema, spalmandola sul biscotto intero chiudendo a completare con il biscotto bucato. Potete conservarli in una scatola di latta, purchè idoneamente pulita per stare sempre attenti alle contaminazioni da glutine.

Sono friabilissimi, buoni, profumati. Non è il classico biscotto di pasta frolla che siamo abituati a mangiare, ma non ha nulla da invidiare ai fratelli glutinosi. La ricetta è facile e carina, il tempo che impiega è identico se avessimo fatto qualsiasi altro tipo di biscotto, ma questi Martina li può mangiare. 😉 Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook, e il nostro allegro gruppo dove ci scambiamo consigli e ricette Pasticciando con i Fables, passate a trovarci vi aspettiamo. Eva

10368270_794934950539855_5459074705313941643_n

Biscotti gluten free e lemon curd Biscotti gluten free e lemon curd Biscotti gluten free e lemon curd Biscotti gluten free e lemon curd Biscotti gluten free e lemon curd Biscotti gluten free e lemon curd Biscotti gluten free e lemon curd Biscotti gluten free e lemon curd

Precedente Peperoni ripieni al forno Successivo Cheesecake al cioccolato

31 commenti su “Biscotti gluten free e lemon curd

  1. ilys87 il said:

    Vi seguo sempre in silenzio, ma questa volta devo proprio dirlo.. questi biscotti sono golosissimi tanto quanto gli altri! Ho da mesi un pacchetto di farina di riso che non ho mai avuto idea di come usarla.. ora ho trovato il modo di utilizzarla!
    Buona giornata!

    • Sempreva il said:

      Questo vale per ogni tipo di frolla, anche quella non gf. A maggior ragione questa che è molto morbida. Il caldo è nemico della frolla, non saresti capace di lavorarla se non fosse fredda. Colpa del burro! 😉

  2. Come sempre l’ignoranza è una brutta bestia. Meno male che c’è ancora qualcuno che si sbatte e cerca di venire incontro alle esigenze degli altri. Sei stata dolcissima con questo post per Martina, mi unisco anche io contro quelle persone che non cercano un modo per venirsi incontro.

  3. Claudia il said:

    Che bella ricetta,sono molto vicina anch’io a chiunque abbia delle intolleranze alimentari o non! Ho molti amici anch’io che non tollerano il glutine! 😀

  4. grazie! per la sensibilità dimostrata e l’intelligenza nel capire cose che molta gente non capisce. Per i bimbi è peggio che per noi adulti. Biscotti bellissimi, brava a te Eva! ciao, Sonia

  5. Silvia71 il said:

    Ciao, avrei bisogno di un consiglio.
    Ho un’amica che non può mangiare uova, lattosio e nemmeno il glutine, si fa mandare dei biscotti dall’America per fare colazione perché qui a Roma non trova altro.
    Ho cercato un po’ sul web ma non trovo nulla e non riesco a inventare una ricetta da zero.
    Sapreste consigliarmi qualche modifica a questi biscotti per poterglieli regalare? Oppure una ricetta diversa?
    Grazie, e scusate per la richiesta un po’ complicata 🙂

  6. giulietta il said:

    Ciao a tutti… ho scoperto il vostro sito e nonostanre non abbia problemi di intolleranza volevo provare a fare questi deliziosi biscotti ma non sono proprio “esperta”perciò volevo delle delucidazioni.
    Le uova sono intere o solo il rosso?
    Devono essere fredde o a temperatura ambiente?
    Grazie in anticipo per le info!
    Giulietta

    • Sempreva il said:

      Se trovi scritto UOVA sono intere, altrimenti avresti trovato TUORLI. Vanno bene come preferisci, da frigo oppure a TA, sono solo biscotti, nulla di delicato. 🙂

  7. Tiziana il said:

    Ciao. Buonissima ricetta, grazie. Ma mio marito non può mangiare zucchero, neanche quello di canna. Posso sostituirlo in qualche modo ad es. col miele? Grazie

  8. Antonio il said:

    Ciao Eva,concordo pienamente con voi,basterebbe aprire un po il cuore e la mente,oggi e’ possibile fare tanto per rendere felici queste persone con delle difficolta’(soprattutto i bimbi).Complimenti per vostra sensibilita’ e per i biscotti!;-)

  9. Anna maria il said:

    Ciao qti biscottini sono molto belli, ma mi chiedevo il lemon curd può stare a t.a.? Non si devono conservare in frigorifero? Grazie e complimenti

  10. Anna maria il said:

    Ciao complimenti per qti biscottini, ma mi chiedevo il lemon curd può stare a t.a.? Non devono essere conservati in frigo? Grazie mille

  11. Roberta il said:

    Ciao amici, in alternativa ai biscotti, è possibile realizzare una crostata con questa frolla? Grazie per le vostre preziose ricette,
    Roberta

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.