Babaganush – caviale di melanzane

 

Babaganush

Si lo so, ha un nome complicato da scrivere e da pronunciare: baba ganush o babaganoush. Non l’ho ancora veramente capito, Wikipedia me lo scrive senza la O quindi mi fido. Magari provate ad ordinarlo al ristorante, se non vi si incarta la lingua, vediamo se capiscono. A me fa ridere, avendo dei bambini piccoli lo paragono al linguaggio dei Minions (Hello papagena! cit) avete presente? 😀 Sta di fatto che nome a parte è buonissimo, il baba ganush è a base di polpa di melanzane cotte al forno e poi condite con sale, olio, spezie e la famosissima salsa Tahina (eravate state avvisate di comprarla “chenonsisamai”). Ricorda fortemente sia per il procedimento che per gli ingredienti il più famoso Hummus di ceci, che trovate QUI. Ha solo la cottura delle melanzane che è lunga e ci vuole pazienza, ma io ad esempio ho cotto il pane e poi ho infilato le melanzane dimenticandomele fino a quando non ha suonato il timer. Questo “caviale di melanzane” ha origini medio orientali, solitamente viene usato come antipasto, ma voi lo potete anche spalmare all’interno di qualche panino, piada e accompagnarlo con delle verdure crude. 🙂

BABAGANUSH:

(Dose per 350 g circa)

  • 1 melanzana grande
  • 1/2 limone
  • 1 spicchio d’aglio
  • 30 g di salsa Tahina
  • Sale
  • Pepe
  • Olio EVO
  • 4/5 foglie di menta

Prendete la melanzana e con uno stecco da spiedino punzecchiatela in più punti, cercando di arrivare verso il centro, questo procedimento serve a farle perdere il gusto amarognolo. 
Copritela con l’alluminio facendolo aderire bene e sistematela in una pirofila da forno. 
Infornate a forno già caldo a 180° in modalità ventilata per 40 minuti circa, sfornate controllate aprendo il cartoccio che sia ben cotta e fatela raffreddare. 
Tagliate la melanzana in due nel verso della lunghezza e con un cucchiaio raccogliete tutta la polpa cotta e ponetela nel mixer. Dovrebbe essere circa 300 g di polpa.  

IMG_4661

Aggiungete alla polpa della melanzana il succo di mezzo limone, lo spicchio d’aglio, pepe, sale, la salsa Tahina e frullate grossolanamente, aggiungete un filo d’olio EVO e regolatene la consistenza che non deve nè liquida nè soda, ma cremosa. 
Trasferite il baba ganush in una ciotolina, oppure in un piatto e cospargetelo con menta sminuzzata, un filo d’olio EVO e qualche seme di sesamo. 

A me piace appena fatta, se dovete conservarla perchè in avanzo ponetela in frigo massimo due giorni, lasciatela tornare a temperatura ambiente prima di consumarla nuovamente. Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook e nel gruppo Pasticciando con i Fables, passate a trovarci vi aspettiamo. Eva

Babaganush 2

Precedente Cookies al cioccolato Successivo Pasta e fagioli ricetta

6 commenti su “Babaganush – caviale di melanzane

  1. wilma il said:

    ottima ricetta ma mi dichiaro ignorante poiché non conosco la salsa Tahina ed ovviamente non saprei dove reperirla e se eventualmente esiste una eventuale variante

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.