Pasta di zucchero

Pasta di zucchero

Qual’è la migliore pasta di zucchero che abbiamo mai assaggiato?            La nostra, preparata in casa…. naturalmente! Il suo sapore delicato e il suo profumo ci hanno conquistati al primo assaggio ma, a volte non siamo riusciti  a realizzare i nostri dolci capolavori come avremmo voluto, perchè?

pasta di zucchero

Premetto che non sono  una pasticcera  e  non ho mai frequentato  un corso  di  cake design (non ancora!) ma, non mi ci è voluto molto per capire che la nostra pasta di zucchero  ha dei limiti.                              Mi è capitato un sacco di volte di avere un’idea su come decorare un dolce e di doverla cambiare strada facendo perchè il bordo che avevo appena tagliato si spaccava in mille pezzi invece di avvolgere morbidamente la torta e il personaggio che cercavo di modellare mi si sbriciolava tra le mani. Questo è successo perchè non ho utilizzato la pasta giusta!

Ogni lavorazione richiede il prodotto adatto….

La nostra pasta di zucchero è meglio usarla unicamente come rivestimento, essendo stata preparata da noi con tanto amore ed ingredienti buoni e sani i nostri ospiti la preferiranno di gran lunga a quella confezionata piena di conservanti. Preparata in casa si conserva per non più di due settimane, se però non abbiamo nè voglia  nè tempo….    va comunque bene anche quella già pronta.

La pasta da modelling o pasta modellabile è la soluzione a tutti i nostri problemi;      ci permette di prepare decine di strisce, fiocchi e palline senza che si secchino inevitabilmente prima di usarli. Possiamo lasciarla all’aria senza che asciughi  mentre lavoriamo e soprattutto ci permette di realizzare visi, personaggi e decorazioni elaborate esattamente come le vogliamo perchè risponde sempre al tocco e al calore delle nostre mani. La sua consistenza è simile al pongo, è leggermente unta, malleabile e plastica, insomma…. è perfetta! Contiene un’alta percentuale di grassi e se l’ambiente in cui lavoriamo è molto caldo può risultare fin troppo molle e appiccicosa ma, è sufficiente aggiungere un pò di cmc perchè ritorni della consistenza giusta. Solitamente ha un discreto sapore e un ottimo profumo, in più, dura un anno dal momento di apertura della confezione, quindi è sempre lì a portata di mano.

La gum paste è invece il prodotto giusto per confezionare dei meravigliosi fiori. Io ne acquisto un tipo in polvere che dura un anno, al momento di utilizzarla basta miscelarla con dell’acqua perchè prenda vita. E’ a base di zucchero, cmc e poco altro. Può essere stesa in strati sottilissimi perchè è elastica ma resistente, i nostri fiori avranno dei petali così sottili e ben fatti che sembreranno veri!

Dopo tutte queste chiacchere vi lascio finalmente con una ricetta per preparare un’ottima pasta di zucchero. E’ fatta al 99% con zucchero (zucchero + glucosio) quindi la sua riuscita dipende molto dal tasso di umidità che c’è nell’aria, per non farvi cogliere impreparati tenete a portata di mano una busta extra di zucchero a velo con cui correggere eventualmente l’impasto.

Pasta di zucchero                                                                                                  Ingredienti:

500 gr di zucchero a velo vanigliato

50 gr di glucosio

30 gr di acqua

2 e 1/2 fogli di gelatina (colla di pesce)

1 noce di burro

Preparazione:

Lasciate la gelatina in ammollo per 10 minuti in un recipiente pieno di acqua fredda. Versate lo zucchero a velo sulla spianatoia e formate una fontana. In una pentola non antiaderente mettete il glucosio, l’acqua e il burro, portate quasi ad ebollizione. E’ importante non raggiungere il bollore altrimenti la gelatina si potrebbe rovinare. Spegnete il fuoco, strizzate la gelatina, mettetela nella pentola e mescolate bene con un cucchiaio per qualche secondo finchè non si sarà perfettamente amalgamato tutto. Versate subito il composto caldo sullo zucchero a velo e facendo attenzione a non scottarvi lavorate la pasta come se fosse un impasto per il pane. Se serve aggiungete dell’altro zucchero a velo. Dopo pochi minuti avrete ottenuto un bel panetto di pasta di zucchero bianca, morbido e profumato; avvolgetelo bene nella pellicola trasparente e mettetelo in un sacchetto di plastica per alimenti, chiudetelo e lasciate riposare non in frigorifero per 24 ore….. adesso non vi resta che realizzare un dolce meraviglioso per le persone che amate…. buon divertimento!  

 pasta di zucchero                                                                                                        

1 dolce abbraccio,
Evelin ^_^

Pasta di zucchero

Ricetta Giallo Zafferano: http://ricette.giallozafferano.it/Pasta-di-zucchero.html

 

 

73 thoughts on “Pasta di zucchero

  1. Sempre spiegazioni precise e articoli appassionati! C’è molto di te nelle tue creazioni e lo trasmetti, una perla rara 🙂

    PS Mi è venuta voglia di fare pasticci e pasticcini.. Domani vedo di rifornirmi di quello che mi manca *-*

      • Io ci sono riuscita con Gravatar ma non so se ci sono altre vie.. Vai su https://it.gravatar.com/ ci inserisci l’indirizzo email a cui assegnare un avatar (quello che hai utilizzato per aprire il blog oppure un altro a scelta). Se è lo stesso indirizzo che ti risulta andando nel pannello del blog (sezione “Impostazioni” —> “Generale”) allora verrà subito visualizzato il relativo avatar che hai scelto, altrimenti sempre in “Generale” dovrai cambiare l’indirizzo con quello differente collegato all’avatar (dunque ti consiglio di associare l’avatar all’indirizzo mail che utilizzerai principalmente per il blogghino ;D )

  2. ciao Evelin,
    avevo cercato il tuo blog quando mi avevi scritto nel forum di GZ, penso che lo hai aperto da poco.. e penso che ti seguirò con molto piacere! ..sei molto brava!!
    a presto..
    tatam Francesca 🙂

    • Che piacere! E che onore averti quì!!! Questo blog ha solo due giorni di vita…. sono contenta che ti piacciano i miei lavori, la stima è assolutamente reciproca, lo sai!
      ^_^ Evelin

    • Ciao Nico,
      sono felice di esserti stata d’aiuto, se hai bisogno di altre info che non hai trovato nell’articolo, contattami privatamente e ti risponderò al più presto!
      Evelin

  3. Grazie Evelin il tuo modo di rendere semplici tutte le cose che fai mi ha incoraggiato a provarci ti farò sapere se i risultati saranno paragonabili ai tuoi (ne dubito)

  4. Eccomiiiii.. finalmente sono arrivata a trovarti nel tuo blog e devo dire che mi piace molto.. Forse un giorno proverò a fare la pdz, ma non riesco a trovare il glucosio.. Posso aggiungerti tra i blog che seguo nel mio blog? mi farebbe molto piacere.. A presto ciao Gabry!!

  5. Ciao ,volevo chiederti a riguardo perchè giorni fa ho comprato l’adreagante (premetti che sono ignorante su questo campo ..perchè ho letto che migliora la consistenza )..secondo te su mezzo kilo di zucchero a velo ne basta un cucchiaino??grazie mille laura Ho un blog anch’io se passi mi fa piacere ..

  6. Evelin sei grande!! passo ore intere nel tuo blog a quardare i tuoi lavori sei bravissima proverò a fare la pasta di zucchero la manualità non mi manca ahaha… ciao tesoro

  7. sei di una bravura eccezionale e non ho mai avuto l’occasione per dirti che quello che fai è spettacolare……davvero complimenti…….e sei brava anche nelle spiegazioni…..è sempre un onore e un piacere visitare il tuo blog……kiss raffaella

  8. Ciao Evelin!! per sabato devo preparare una torta di compleanno per una bimba che compie 5 anni e mi è stata richiesta una torta con copertura in pdz!! inizialmente pensavo di comprare la pdz pronta, ma in effetti il sapore non è buono come quella preparata in casa che ho provato a fare una sola volta ma con buoni risultati, unica cosa è che risultava un pò sbriciolosa al taglio, proverò la tua ricetta!:-)
    Se eventualmente volessi fare delle piccole decorazioni dici che devo comprare la pasta modellabile? se provo a farli con la pdz rischio troppo? grazie..oh mamma che agitazione!!! 🙂

    • La pdz fatta in casa è la più buona e genuina del mondo, è vero! Se devi fare dei personaggi molto piccoli o elaborati ti consiglio la pasta da modellare, se le decorazioni non sono complicate usa quella preparata da te senza problemi. Fammi sapere e mandami una foto del tuo dolce capolavoro 😉

  9. non potevo desiderare di meglio 🙂 una fantastica spiegazione. Dopo aver provato la PDZ e il MMF ho capito che l’unica pasta che riesco a lavorare (nel bene e nel male) è il cioccolato plastico, che ovviamente, ho scopiazzato da te 🙂 grazie per tutte le preziose notizie :-* buon fine settimana!

    • Mmmmmmmmh, mi sa però che non hai provato la MIA ricetta della pdz…. il cioccolato plastico è il più difficile dei tre secondo me! Tu sei bravissimo però, è tutto merito tuo! *_*

  10. ciao cara evelin, mi sono appena appuntata la tua ricetta, vado subito a provarla 🙂 in realtà una volta feci un tentativo con un altra ricetta…il risultato è stato un disastro e da allora non ho più provato…adesso però si avvicina san valentino e vorrei provare a fare qualcosa di speciale…ti farò sapere come mi viene 🙂

    • Ciao Pina! Grazie…il cmc è un additivo in polvere, una gelatina alimentare che si aggiunge alla pdz per renderla più consistente e malleabile. Si trova in vendita nei negozi di prodotti per cake design. Buona domenica 😉

  11. Ciao evelin, per ricoprire con pdz una torta formata da due dischi di pan di spagna quanta pdz devo fare? Quanta ne ricavo dalla tua ricetta postata qua in alto? Grazie mille. Ciao

    • Ciao Chiara! Con questa ricetta prepari 580 grammi di pdz, ti bastano per ricoprire due dischi di pan di spagna da 25 cm di diametro….e forse te ne avanza un pò per le decorazioni! 🙂

        • Un’altra domanda… Devo fare una torta per il compleanno di una bambina di 9 anni e vorrei fare un semplice pan di spagna farcito e ricoperto di pdz con decorazioni. Che crema mi suggerisci per farcirla? La torta è per lunedì 20 maggio… se preparo il pan di spagna sabato sera e farcisco, ricopro e decoro la torta domenica…può andare? Quanto deve riposare in frigo una volta che l’ho farcita e ricoperta di crema al burro, prima di ricoprirla di pdz? Scusami per le 1000 domande, grazie ciao buona domenica!

          • Ciao Chiara! Come crema puoi preparare 500 grammi di crema pasticcera, appena è pronta, la togli dal fuoco e aggiungi 2 fogli di gelatina ammorbiditi in acqua fredda. In questo modo non uscirà dai lati. Ricordati di bagnare leggermente il pan di spagna con del latte. In genere io farcisco la torta il giorno prima e la tengo in frigo; la ‘stucco’ con crema al burro o mascarpone zuccherato, la rimetto in frigo per altre due ore e poi inizio a decorarla. Puoi anche’ montare’ la torta molto prima e surgelarla comunque; la stuccatura e la copertura in pdz puoi fare anche il giorno prima della consegna! Un bacio grande, a presto *_*

          • Ciao evelin, ho ancora un dubbio… la torta mi serve per domani pomeriggio e ieri sera ho fatto il pan di spagna; se oggi la farcisco con crema pasticcera, la stucco, lascio riposare per alcune ore in frigo e la ricopro in pdz, dopo la conservo dentro o fuori dal frigo? Oppure mi suggerisci di finirla domani mattina? grazie mille per le dritte!

          • Ciao! Una volta farcita, stuccata e ricoperta devi tenerla in frigo. Queste torte non soffrono, se lasciate riposare in frigo per un giorno o due, anzi…migliorano! La pdz mantiene tutta l’umidità all’interno e la crema ammorbidisce il pan do spagna al punto giusto! 😉 mi dispiace averti risposto solo oggi, ma ieri ero al raduno delle bloggers Giallo Zafferano, spero tu abbia risolto comunque! Un bacio *_*

  12. il tuo blog è a dir poco fenomenaleeeeeeeeeeeeeee ho visto quasi tutte le pagine. Proverò a fare qualcosa ma ho paura che il risultato sarà deludente, ma non importa chi non risica non rosica ahaha provare per credere, poi ti farò sapere quello che ho combinato. ciao e a presto

  13. ciao,
    complimenti per le bellissime e stimolanti pagine.
    Ho provato svariate volte a fare in casa la pdz ma non mi ha mai soddisfatta, poco elastica e tende a seccare e sbriciolarsi senza tenere e le ricette che si trovano sul web sono tutte uguali e riportano 8 gr di colla di pesceuna domanda

  14. ciao e complimentissimi per le belle pagine che ci regali.
    Ho provato varie volte a fare in casa la pdz con la ricetta che si trova sempre uguale sul web (8 gr di colla di pesce) ma con risultati assolutamente insoddisfacenti: si secca velocemente ed è granulosa, sbriciolosa al momento di stenderla e quindi è inutilizzabile per la copertura.
    Ho visto che tu indichi 2 fogli + 1/2 di colla di pesce, ma quanto pesa ogni foglio? in commercio si trovano sia da 4 che da 6 gr, quindi 10 gr oppure 15 gr? E’ comunque più degli 8 indicati nelle altre ricette e questo potrebbe contribuire ad aumentare l’elasticità… L’acqua indicata è quella che serve ad ammollare la colla di pesce oppure va aggiunta extra dopo che la colla di pesce è stata già ammollata?
    Ti sono grata in anticipo…
    Lila

    • Ciao Lila!
      Benvenuta nel mio dolce mondo!!! Io uso la gelatina in fogli ‘Paneangeli’ ogni foglio pesa 2 grammi ed è trasparente, la pdz resta bianchissima. L’acqua che usi per ammollare la gelatina va buttata via. Usa solo i 30 gr indicati nella ricetta, mi raccomando. Il burro conferisce morbidezza alla pasta e il glucosio la rende elastica. Prova la mia ricetta, vedrai che ti troverai bene….fammi sapere! 🙂 Un abbraccio, a presto, Evelin

  15. Ciao Evelin, volevo chiederti un paio di cosette, io ho sempre fatto la pdz in casa xó con i marshmellow, e l’ho dovuta utilizzare subito xke il gg dopo risultava dura e si spaccava quindi dovevo fare doppio lavoro xke aggiungevo acqua e altro zucchero a velo, quindi ho detto basta ogni volta era la stessa storia, ho provato la tua ricetta quache gg fa x una torta l’ho fatta riposare in pellicola nella credenza x 24 h e alla fine il risultato è stato lo stesso dura e si spaccava.
    Lunedì dovro fare un altra torta è possibile evitare tutto ció? Cosa mi consigli di fare?

  16. Ciao Evelin, volevo chiederti un paio di cosette, io ho sempre fatto la pdz in casa xò con i marshmallow, e l’ho dovuta utilizzare subito xkè il gg dopo risultava dura e si spaccava, quindi dovevo fare doppio lavoro xkè aggiungevo acqua e altro zucchero a velo, quindi ho detto basta! ogni volta era la stessa storia. qualche giorno fa ho provato la tua ricetta x una torta, l’ho fatta riposare in credenza x 24 h come avevi detto tu, ma alla fine il risultato è stato lo stesso dura e si spaccava.
    Lunedì dovrò fare un altra torta è possibile evitare tutto ciò?? Cosa mi consigli di fare?
    Ti ringrazio in anticipo <3 baci e abbracci =)

    • Ciao Sefora!
      La prossima volta avvolgila molto stretta in un foglio di pellicola per alimenti, anzi in due fogli e poi chiudila in un sacchetto di plastica da cui avrai fatto uscire tutta l’aria possibile. Il giorno dopo dovresti riuscire a lavorare la pasta senza che si rompa. Di solito io faccio la pdz, ricopro SUBITO la torta, la metto in frigo e poi quando ho tempo penso alle decorazioni. L’unico prodotto che non da mai problemi è la pdz già pronta all’uso ma, il sapore non è eccezionale come quello della pasta fatta in casa purtroppo! Fammi sapere….. Un abbraccio grande, a presto ^__^

  17. Ciao Evelin, ho letta la tua ricetta della PDZ e vedo che ha il burro. Sicuramente viene pià morbida, ma non la posso preparare una settimana prima di fare la torta per anticiparmi sui tempi vero? e se si la devo poi tenere in frigorifero? Perdonami ma ne approfitto ancora..leggo che congeli il PDS ma lo devo scongelare il giorno prima di utilizzarlo?
    Ti ringrazio fin d’ora.
    Una tua fan!

    • Ciao Teresa! Scusa per il ritardo nella risposta!!!! Sarebbe meglio prepararla il giorno prima 🙂 Il PDS congelato mi serve anche per dare consistenza alla torta mentre la ricopro con la pdz, specialmente quando le torte sono molto alte e particolarmente cremose trovo che questo sia un buon metodo! Un caro abbraccio, Evelin^^

  18. Ciao Evelin! Complimento per l’articolo, è molto chiaro. Io sarei curioso di una cosa: hai mai fatto la pasta di zucchero senza glutine in casa? Io vendo quella confezionata, ma proprio per questo sono cosciente della qualità che può avere quella autoprodotta. Ho un’amica celiaca che sicuramente sarebbe interessata.
    Se lo sai, che varianti andrebbero fatte alla ricetta che hai suggerito?

    Grazie 😀

  19. Ciao Evelin! Volevo chiederti un consiglio. Come faccio a rendere la pdz più elastica?c’è un ingrediente in particolare? Grazie

    • Ciao Caterina! Ultimamente ho usato della pasta di zucchero per fare delle fedi nuziali sui biscotti, essendo così minima la quantità da lavorare non l’ho fatta io ma ho preso un piccolo panetto già pronto. La differenza in elasticità è enorme rispetto a quella fatta in casa. Se hai bisogno di fare dei pupazzetti o degli elementi decorativi ti consiglio quella già pronta, in particolare la modelling; per ricoprire le torte va invece bene quella casalinga. È il glucosio che rende elastica la pasta, il rischio è peró che mettendone troppo puó diventare appiccicosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.