Faraona alla vecchia maniera, ricetta della nonna

Faraona alla vecchia maniera, ovvero come la faceva mia nonna. Vecchia ricetta di una volta, adattabile anche al pollo o all’anatra nella quale pochi, pochissimi ingredienti sono sufficienti a dare grinta ad un piatto semplice e “ruspante”. Come contorno, patate rosolate, verdura in padella, funghi trifolati a piacere…..Merita accompagnare il piatto con polenta gialla, ne vale proprio la pena…..

Faraona alla vecchia maniera - Così cucino io

Faraona alla vecchia maniera – Così cucino io

ingredienti:

Una faraona tagliata a pezzi

una cipolla bianca

q.b. di olio extravergine di oliva

una presa di sale

un pizzico di pepe

un bicchiere di vino bianco secco

q. b. di concentrato di pomodoro

q. b. di rosmarino, salvia, timo

una foglia di alloro

 

Fiammeggiare la faraona, sciacquarla rapidamente e asciugarla.

Tritare molto sottilmente la cipolla e soffriggerla in poco olio extravergine di oliva. Aggiungere i pezzi di faraona e rosolarli a fuoco piuttosto vivace.

Bagnare la carne con il vino bianco, farlo evaporare, abbassare il fuoco, insaporire con sale e pepe e profumare con le erbe aromatiche raccolte a mazzetto legato con spago da cucina.

Unire il concentrato di pomodoro sciolto in poca acqua calda, coprire con il coperchio (lasciare uno spiraglio per la condensa) e continuare la cottura per circa un’ora e mezza, a fuoco lento, girando spesso i pezzi di faraona e aggiungendo, se necessario, poca acqua calda.

Aggiustare di sale e pepe e servire caldo con polenta gialla e contorno a scelta…

Buon appetito!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook  COSI’ CUCINO IO

 

 

Lascia un commento