Trippa alla veneta, ricetta tradizionale

Trippa alla veneta, ricetta tradizionale. Rigorosamente In bianco come la faceva la mia mamma….Quando preparo la trippa spesso la preparo in 2 modi, parte in umido con il pomodoro (qui la ricetta), e parte in bianco, con  formaggio grana ed erbe aromatiche in abbondanza. Una volta cotta, se ce n’è in più, preparo anche la zuppa alla trevisana, aggiungendo alla trippa in bianco del buon brodo di carne sgrassato e servendola con crostini di pane caldo….Al solo pensiero mi viene l’acquolina in bocca…..

Trippa alla veneta - Così cucino io

Trippa alla veneta – Così cucino io

Ingredienti: (4-6 persone)

un kg. di trippa mista precotta tagliata a striscioline (doppione/millefoglie)

un gambo di sedano

una piccola cipolla bianca

una carota

un rametto di rosmarino

un rametto di timo fresco o un pizzico di secco

una foglia di alloro

q.b. di olio extravergine di oliva

un bicchiere di vino bianco secco

q.b. di brodo vegetale caldo

una presa di sale

un pizzico di pepe nero

q.b. di prezzemolo tritato

q.b. di parmigiano reggiano grattugiato

Trippa alla veneta - Così cucino io

Trippa alla veneta – Così cucino io

Lavare bene, in abbondante acqua corrente, la trippa.

Preparare un battuto sottile con la cipolla il sedano e la carota.

Soffriggere, molto leggermente, il trito di verdure nell’olio extravergine di oliva e unire la trippa ben scolata dall’acqua. Mescolare per far insaporire, aggiungere il sale, il pepe, il rosmarino, il timo e l’alloro.

Bagnare con il vino bianco, farlo evaporare e aggiungere un mestolo di brodo vegetale caldo.

Coprire con il coperchio, lasciando uno spiraglio e far cuocere, per circa un’ora e mezza, aggiungendo, a poco a poco e quando necessario, qualche mestolo di brodo vegetale.

La trippa si presenterà morbida, il sugo ben ristretto e il gusto……fantastico…

Cospargere di prezzemolo tritato e servire il piatto ben caldo completando con una spolverata di abbondante parmigiano reggiano grattugiato e accompagnando con patate al vapore e….

Buon appetito!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook  COSI’ CUCINO IO

 

 

Lascia un commento