Crea sito

Limoncello di Sorrento: la ricetta originale del liquore fatto in casa

La fertile terra della Costiera Amalfitana regala limoni grandi e succosi, ideali per preparare uno dei liquori italiani più amati nel mondo: il limoncello. Tanta pazienza e ingredienti di qualità per ottenere un prezioso nettare, ideale come digestivo e ottimo da bere freddo d’estate. La storia del limoncello si intreccia con quella di uno dei territori più belli della Penisola, tra distese di agrumeti e giornate assolate.

Seguiamo insieme passo passo la ricetta originale del limoncello, orgoglio italiano nel mondo!

 

limoncello
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 10 Limoni IGP di Sorrento
  • 1 l Alcool puro a 95°
  • 700 g Zucchero
  • 1 l Acqua

Preparazione

  1. limoni di sorrento

    1. Lavate bene i limoni sotto l’acqua corrente, strofinandoli non troppo energicamente con una spugnetta metallica e asciugateli.

     

  2. sbucciare limoni

    2.Sbucciateli con un pelapatate. Fate attenzione ad eliminare solo la parte gialla, lasciando quella bianca e amarognola sul limone.

  3. preparazione del limoncello

    3.Riempite con l’alcool un barattolo di vetro con chiusura ermetica e inserite le bucce di limone. Lasciatele macerare per 4 giorni in un luogo fresco e al riparo da fonti di luce diretta e scuotete il barattolo quotidianamente per far amalgamare bene gli ingredienti. Alla fine dei quattro giorni, filtrate il liquido con l’aiuto di un colino.

  4. 4.Preparate lo sciroppo: in una pentola mettere l’acqua e lo zucchero e portate ad ebollizione, mescolando fino al completo scioglimento dello zucchero.

  5. 5.Una volta raffreddato lo sciroppo, unitelo al liquido filtrato precedente e mescolate il tutto. Versate il composto nelle bottiglie di vetro sterilizzate a chiusura ermetica, con l’aiuto di un imbuto.

  6. 6.Conservate il luogo fresco e al buio per almeno un mese prima di assaggiare il vostro limoncello. Poi conservatelo in frigo o in freezer per servirlo alla temperatura fredda ottimale.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.