Yogurt fatto in casa senza yogurtiera

Ecco un modo casalingo per fare lo yogurt utilizzando il forno di casa, a differenza della yogurtiera in cui puoi al massimo mettere un litro di latte alla volta, con questo metodo si riesce a fare anche 5 kg e più (dipende dalla grandezza del forno) di yogurt genuino.

 

Ingredienti

2 l di latte intero o parzialmente scremato , fresco o a lunga conservazione

1 vasetto da 125 ml di yogurt compatto KYR al naturale per la prima volta, per le volte successive usate un vasetto di yogurt sempre 125 ml che avete fatto voi.

 

Procedimento

Innanzi tutto vi occorre l’attrezzo magico

fatevelo fare dal vostro maritino ;), vi occorre un filo elettrico (per la lunghezza calcolate la distanza che c’è da dentro il vostro forno alla presa più vicina), una spina e l’attacco per una lampadina che deve essere 30 o 40 watt al massimo (questo aggeggio vi sarà anche utile d’inverno per far lievitare più in fretta il vostro pane).

Quindi in una pentola portate a bollore il latte, spegnete coprendo con un telo e aspettate che diventi tiepido, deve essere caldo ma non vi dovete bruciare.

Mettete un po’ di latte in una ciotolina e scioglieteci delicatamente lo yogurt, quindi mischiatelo al latte rimasto e mescolate sempre delicatamente.

Preparatevi dei barattoli di vetro che avete lavato con cura e asciugato con un panno pulito, mi raccomando di fare questa operazione prima di invasare, lo yogurt avrà bisogno di fermentare per parecchie ore e se non fate attenzione a questa piccola regola si potrebbe creare una bella coltura di germi e batteri.

Sistemate i barattoli nel forno con la lampadina

chiudete lo sportello (rimarrà un po’ aperto per via del filo).

Occorreranno dalle 5 alle 8 ore per fermentare, dopo 5 ore prendete un barattolo e inclinatelo se è compatto è pronto, quindi mettetelo in frigo e aspettate almeno 4 ore prima di consumarlo (meglio tutta la notte). Anche se non mettete lo zucchero vi accorgerete che non avrà il classico sapore acidulo che ha di solito lo yogurt magro comprato, se comunque volete uno yogurt dolce basta aggiungere 70 o 100 gr di zucchero per ogni litro di latte. In questo caso scioglietelo nel latte prima di aggiungere lo yogurt compatto. Si conserva bene per 10/15 giorni se chiuso, una volta aperto consumatelo entro pochi giorni, infatti vi consiglio di usare barattoli piccoli monoporzioni. Se vi servirà per fare il gelato o la cheesecake, vi consiglio di mettere lo yogurt freddo da frigo dentro un colino grande e a maglia fitta e lasciatelo riposare per almeno 2 ore nel frigo

yogurt fatto in casa

Quando avrà raggiunto la consistenza di una crema densa usatelo subito o conservatelo in un barattolo di vetro con coperchio, a me piace mangiarlo così aggiungendo frutta fresca, cereali o confetture. Buon mangiar sano ;)!!

Consigli

Se ti può interessare dai anche un’occhiata al link che segue: Yogurt al caffé

 

 

35 thoughts on “Yogurt fatto in casa senza yogurtiera

  1. Ciao, volevo sapere quanto yogurt in grammi è necessario per la prima volta, un vasetto piccolo o grande?

    Grazie

  2. Ciaoo che bella ideaaa..a me hanno prestato la yogurtiera e mi trovo bene lo faccio spesso ma appena dovrò ridare indietro la macchina proverò sicuramente il tuo metodo :) brava brava!!

  3. e se invece dello zucchero si mettesse del miele? Ma forse sarebbe meglio aggiungerlo dopo, comunque bella idea farlo in casa, proverò.

    • Ciao Cris grazie, io non ho mai provato con il miele, ma non escludo che si possa fare. Prova anche senza zucchero è buonissimo, non è agro come quello che trovi nei supermercati.

  4. Non è sufficiente la lampadina che c’è già nel forno?
    Io l’ho fatto con la yogurtiera per diversi anni, ma poi mi sono stancata, però ogni tanto mi riprende la voglia di farlo perchè il gusto è decisamente migliore!

    • Ciao Aida purtroppo la lampadina del forno non riesce ad arrivare a 30°. Il filo che uso è facile da realizzare, provaci ne vale la pena e puoi usarlo anche per la lievitazione del pane.

  5. Ciao, che bella idea…ma mi chiedevo…il mio forno ha una funzione apposta per la lievitazione degli impasti, secondo te potrei usare quella senza così costruire il marchingegno? Grazieeeeeee!!!!!!

    • Ciao Elisa, lo yogurt ha bisogno di una temperatura intorno ai 30°per fermentare. Il tuo forno a quanto arriva se metti la funzione lievitazione?

  6. non serve la lampada basta accendere il forno per 1 minuto ( solo uno)A 50′ e coprire con una copertina e dopo 6-8 ore e’ pronto anche molto cremoso

    • Ciao Domenica, bella idea anche questa! Io il marchingegno lo uso anche per lievitare il pane e con lo yogurt mi trovo benissimo,il risultato è sempre perfetto!!!

  7. ciao, è da tempo che vorei provare a fare lo yogurt in casa questo metodo mi sembra abbastanza semplice posso però per la prima volta dimezzerò le dosi e invece della lampadina posso accendere il forno a 30°? Grazie ciao

    • Ciao Rita prova con 1 litro, ma usa comunque un vasetto da 125 ml. Domenica lo fa diversamente se vuoi prova quel metodo, però non avendolo mai provato non posso darti molte informazioni. Se ami fare il pane il marchingegno ti sarà utilissimo per dimezzare il tempo di lievitazione.

    • sarà sufficiente un classico coperchio, quello dei barattoli comuni oppure coprire con la pellicola, nell’articolo vedi l’attrezzo che ti può servire, la luce del forno non può arrivare a mantenere una temperatura di 30° o 38° per tutto il tempo.

      • ciao, io volevo portare il mio contributo: la lampada del forno si può sostituire da 15/25 wat (che di solito viene fornita dalla casa costruttrice) a 40 wat. Io ad esempio, lievito tutto con quella temperatura e decisamente è più comodo. Grazie della ricetta, farò lo yogurt al più presto!

  8. Buona anche l’alternativa con copertina! (per me che devo nascondere l’attrezzo magico………..ahahaha) Io invece vorrei sapere cosa dovrei comprare per farlo per l’intolleranza al lattosio ammesso di trovarli. Ciao

    • Ti serve latte senza lattosio, possibilmente di un’azienda vicino a te e yogurt naturale con fermenti sempre senza lattosio. Il procedimento è uguale, hai visto le foto di Daniela nel gruppo? Sembrava molto compatto ;)

  9. Ho fatto ieri per la prima volta lo yogurt, ho seguito la tua ricetta ed è venuto buono.
    Volevo farti però due domande:
    -Se metto zucchero o vaniglia mentre riscaldo il latte poi posso usare comunque il mio yogurt come starter?
    -Quando ho il mio yogurt era pronto muovendo il vaso lo yogurt non si muoveva, l’ho messo in frigo e dopo 8 ore quando l’ho mangiato era meno solido, è normale? Come faccio ad ottenerlo più sodo al momento di mangiarlo senza che sia troppo acido?
    Grazie mille, e mi hai fatto scoprire un ottimo modo per mangiare lo yogurt io lo adoro.

    • Ciao Emanuela mi fa piacere che hai provato la mia ricetta :) Allora la consistenza dello yogurt dipende molto dal latte che usi, se è intero e fresco è il massimo, quando lo mangi se lo giri con il cucchiaino si smonta ed è normale. Se lo vuoi più compatto fai così: quando è già freddo, mettilo a colare in frigo su un colino a maglia fitta per circa un’ora otterrai uno yogurt più denso, se invece lo vuoi tipo greco quindi compatto e cremoso lascialo colare almeno 5 ore o tutta la notte.
      Mentre riscaldi il latte, puoi zuccherare lo yogurt con zucchero, stevia o miele e volendo puoi mettere anche altri aromi, tra i miei yogurt trovi quello alla cannella e al caffè. Segui i miei consigli nelle ricette e se hai altri dubbi non esitare a chiedere, se vuoi contattami nella mia pagina potremmo dialogare più facilmente.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>