Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, class 'AGPressGraph\manipulator' does not have a method 'httpsCanonicalURL' in /membri/drolmakyd/drolmakyd/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286
Crea sito

Tag Archive for uvetta

Panina di Pasqua

La Panina è un dolce tipico pasquale della zona aretina originario della valle del Casentino, oggi diffuso in tutta la provincia. E’ particolarmente adatto alla colazione e alla merenda.

Ingredienti:Panina

  • 330 g di farina
  • 1 uova
  • 1 manciata di zucchero
  • 1 pizzichino di pepe
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 5 cucchiai di olio d’oliva
  • 1/2 bustina di zafferano
  • 1 panetto di lievito di birra
  • 250g di uva sultanina

Mettete l’uvetta in ammollo per mezzora in acqua sufficiente. Intanto sciogliere il lievito in mezzo bicchiere d’acqua.

Mescolare gli altri ingredienti in un recipiente e impastare fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere anche il lievito e l’uvetta strizzata.

Quando il composto è ben amalgamato, coprire la ciotola con un panno e mettere a lievitare per circa 4 ore.

Quando il composto sarà più
che raddoppiato, lavorarlo leggermente e formare le panine della misura desiderata. Disporre le panine in una teglia ricoperta di carta da forno, coprire con un panno e lasciare lievitare ancora per almeno 3 ore.

Finita la lievitazione porre in forno preriscaldato a 160° per circa un’ora.

Una volta raffreddata la panina e’ pronta per essere servita.

Panettone di Natale a Treccia

Questa ricetta arriva direttamente dalla Repubblica Ceca e siccome mi piace sperimentare ho pensato di provarla. Visto il risultato voglio proporla anche a voi, non è una ricetta velocissima ma non è neanche particolarmente complicata. L’estetica particolarmente raffinata di questo dolce lo rende molto adatto al periodo natalizio.

Ingredienti (per 8-10 persone):

350g di farina tipo 0

350g di farina di semola

50g di lievito di birra fresco (o 14g di quello secco, equivalente a due bustine)

120g di zucchero

2,5dl di latte o panna

sale

3 tuorli + 1 uovo (per spennellare)

1 busta di zucchero vanigliato (facoltativo)

un pizzico di noce moscata

130g di burro

120g di uvetta

70g di mandorle spellate

Sciogliete il lievito con un po’ di zucchero, 2-3 cucchiai di latte tiepido e un po’ di farina e lasciate lievitare.

In una terrina lavorate il burro con i tuorli, il sale, il resto dello zucchero e un pizzico di noce moscata. Aggiungete il lievito fermentato, le farine e il latte e lavorate fino ad ottenere una pasta liscia e abbastanza densa. Cospargetela con la farina e coprite con un panno umido. Mettete a lievitare in un posto caldo per almeno un’ora.

Sulla spianatoia lavorate la pasta con le mani, impastando l’uva e 50 g di mandorle tritate.

Dividete la pasta in 9 parti e fatene dei cilindretti lunghi. Formate una treccia di 4 ciocche. Trasferitela sulla teglia imburrata e schiacciatela nei punti d’incrocio. Ponetevi sopra l’altra treccia a 3 ciocche e completate l’opera con una treccia a 2 ciocche sopra al tutto. Fermate le estremità libere sotto la base della treccia.

Lasciate lievitare il panettone per 15 minuti. Poi spennellatelo coll’uovo sbattuto, cospargete con le mandorle tagliate a listarelle e mettetelo in forno a 200° per 5 minuti. Poi abbassate la temperatura a 180° e lasciatelo in forno per circa mezzora. Controllate la cottura con uno stecchino e sfornatelo. Traferitelo su un vassoio e fatelo raffreddare.

Consiglio: Con la stessa pasta potete preparare la “corona dell’avvento”. Fate una treccia a 3 ciocche e poenetela nello stampo imburrato rotondo, collegando le sue estremità. Zuccherate la corona cotta, decoratela con un nastro rosso e con le 4 candele dell’avvento.

Muffin alla zucca

Questi dolcetti molto gustosi sono adatti in special modo per una colazione autunnale o come merendina del pomeriggio. Per me è stato divertente anche prepararli e invito le mamme a farlo con i bambini :).

Ingredienti:

200g di zucca

2 uova

7 cucchiai di zucchero

una manciata di uvetta

una manciata di mandorle (circa 50 g)

200 g di farina 00

1 bustina di lievito

un pizzico di sale

300 ml latte

1/2 cucchiaino cannella in polvere

80g di burro (o 100 ml di olio di semi)

 

Cuocete la zucca mondata e tagliata a cubetti nel latte con due cucchiai di zucchero. Intanto dividete i tuorli dagli albumi e sbatteteli con il restante zucchero.  Aggiungete l’olio (o il burro fuso), il pizzico di sale e il lievito. Tritate le mandorle e quando la zucca sarà cotta toglietela dal latte e frullatela. Unitevi le mandorle e l’uvetta mentre è ancora calda e insaporite con la cannella in polvere. Mischiate insieme i due composti e unitevi la farina. Montate a neve gli albumi e mischiateli al resto facendo attenzione a non smontarli. Se il composto vi sembra troppo sodo potete aggiungere un po’ del latte in cui è stata cotta la zucca. Preparate dei pirottini negli stampi dei muffin e rimpiteli per 2/3 con l’impasto. Infornate a 180° per 30 minuti circa (se avete la modalità di forno ventilato abbassate a 160° per 20 minuti). Spolverate con zucchero a velo.

Torta di mele della Pippa

La torta di mele è un classico della cucina e ogni paese ha la sua versione. In questa mia ricetta ho sostituito il burro con l’olio di semi, migliore perché vegetale o non idrogenato (come la margarina).  Adatta alla colazione e alla merenda di grandi e piccini, riscopriamo questo dolce come un sano snack casalingo di facile preparazione.

Ingredienti:

5 mele golden abbastanza maturetorta di mele

3 uova

9 cucchiai di zucchero

300 g di farina

125 ml di olio di semi (arachidi o girasole)

1 bustina di lievito

1 bicchiere di latte

2 cucchiai di grappa (o altro liquore distillato)

 

Montate energicamente le uova con 7 cucchiai di zucchero (potete usare sia la frusta elettrica che manuale), aggiungete l’olio e il lievito e infine alternate la farina al latte. A parte sbucciate e tagliate a dadini 3 mele, zuccheratele con i due cucchiai di zucchero rimanenti e aromatizzatele con i due cucchiai di liquore distillato (grappa). Mescolate bene le mele con il liquore e lo zucchero e aggiungetele all’impasto. Preparate una teglia imburrata o munita di carta da forno. Versate l’impasto e decorate la superficie della torta con sottili fette di mela ricavate da quella avanzata. Zuccherate lievemente e infornate a forno caldo a 160-170° per 40 minuti. Controllate la cottura dopo mezzora con uno stecchino, perché a seconda della stagionatura delle mele il tempo di cottura può variare. Sfornare dopo la cottura e servire su un piatto di portata. Spolverare di zucchero a velo se piace.

E’ possibile variare leggermente la decorazione finale della ricetta: se si desidera una superficie più caramellata, cospargere il fondo della teglia imburrata con dello zucchero e sistemare le fette di mela sul fondo. Versare cautamente l’impasto senza far spostare troppo le fette e infornare come sopra. Una volta cotta e raffreddata, capovolgere la torta di mele (caramellata) su un piatto di portata.

Questo dolce si accompagna bene a: cappuccino, caffelatte o latte e, per una nota più glamour, anche a vini dolci come passiti o moscati. Si può arricchire il gusto della torta di mele aggiungendo due cucchiaini di cannella in polvere all’impasto, 100g di uvetta e 40g di pinoli.

Panello con l’uva e pan di ramerino

Il panello con l’uva e il pan di ramerino sono dolci della tradizione toscana le cui origini si perdono nei tempi. Il panello è una variante della focaccia, giacché è preparata analogamente e con gli stessi ingrdienti, mentre il pan di ramerino è un piccolo panino aromatizzato al rosmarino con uvetta. Vi propongo la mia versione, particolarmente adatta a colazioni o spuntini perché sono entrambi sani e nutrienti, ricchi di vitamine ma leggeri.

Ingredienti

per la pasta:

700g di farina 00

4-5 cucchiai di zucchero

25g di lievito di birra

7 cucchiai di olio extravergine d’oliva

2 bicchieri di latte

2 pizzichi di sale

acqua tiepida q.b.

per il panello:

1,5 kg di uva fragola

anice

4-5 cucchiai di zucchero

per il pan di ramerino:

100g di uvetta

4 cucchiai di olio ev d’oliva

alcuni rametti di rosmarino

 

Mescolate la farina con il sale e lo zucchero. Formate una cavità nel monte della farina e versatevi l’olio e il lievito di birra sciolto in un bicchiere di latte. Iniziate ad amalgamare i due liquidi con la farina, dopo di che impastate sempre più energicamente, continuando a bagnare con il bicchiere di latte restante e un po’ di acqua tiepida (la temperatura dell’acqua è importante, il calore innesca il meccanismo della lievitazione). Quando ne avrete fatto una bella palla liscia, mettetela in una terrina, bagnatela sulla superficie e copritela con un canovaccio umido. Lasciate lievitare per qualche ora (i tempi si dimezzano se l’ambiente è riscaldato). Poi dividete l’impasto in due palle: una servirà per il panello e l’altra per i panini.

Stendete una palla e mettetela su una teglia oliata. Lavate l’uva e staccate tutti i chicchi dal grappolo. Sistemateli sulla pasta e iniziate a pigiarli e romperli in modo che entrino nell’impasto. Zuccherate con 4-5 cucchiai di zucchero e spolverate di anice. Cuocete per circa mezzora in forno caldo a 180°.

Mentre cuoce il panello potete decidere di fare un ulteriore panello oppure preparare dei panini di ramerino in questa maniera:

Fate tostare un paio di rametti di rosmarino in olio caldo ma non bollente per almeno 5 minuti. Spegnete e togliete i rametti. Mentre l’olio è ancora caldo fatevi mantecare l’uvetta e quando si è raffreddato impastatelo nella palla rimasta aggiungendo anche del rosmarino fresco. Formate dei piccoli panini che disporrete su una teglia da forno coperta da della carta da forno. Cuocete per mezzora circa a 180°.