Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, class 'AGPressGraph\manipulator' does not have a method 'httpsCanonicalURL' in /membri/drolmakyd/drolmakyd/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286
Crea sito

Tag Archive for colazione

Animalotti, gli animali-biscotti

In queste giornate invernali le notti sono lunghe e cominciano presto. Perché non rallegrarsi un po’ con un buon tè caldo e questi simpatici biscottini a forma di animali? Se ancora non avete gli stampini, correte subito a comprarli! 😉

Ingredienti:animalotto2

1 uovo

5 cucchiai di zucchero

100g di burro

scorza d’arancia (o di limone) grattugiata

vanillina

1 pizzico di sale

250g di farina circa

praline/codette di zucchero colorate per decorare (o scaglie di cioccolato o cocco…)

poco latte

Sbattete bene l’uovo con lo zucchero e unitevi il pizzico di sale, il burro, la vanillina e la scorza d’arancia grattugiata. Impastate con la farina fino ad ottenere un impasto elastico. Lasciate riposare ler 15 minuti circa in frigo. Stendete l’impasto di un’altezza di 4-5 mm e intagliate gli “animalotti”.

Con un pennello bagnate appena la superficie dei biscotti e decorate come più vi aggrada.

Cuocete in forno a 200° per 12-15 minuti.

 

Fantamarmellata di pesche

Dopo una lunga pausa estiva che mi ha tenuta lontana dai fornelli, torno alla grande con una fantastica marmellata di pesche gialle! Per sentire anche in autunno la dolcezza dei frutti estivi e combattere la malinconia tipica di questa stagione. 🙂

Ingredienti:

1kg di pesche gialle mature (già pulite)

700-800g di zucchero semolato

Spellate le pesche, liberatele dal nocciolo e tagliatele in pezzi. Mettete le pesche in una pentola con le sponde alte e mescolatele allo zucchero. Mettete a fuoco basso finché lo zucchero si sarà incorporato alla frutta, diciamo 2-3 minuti. Poi alzate la fiamma e portate ad ebollizione. Si formerà una schiuma giallina, toglietene un po’ con una schiumarola ma non buttatela via, potete usarla per spennellare una torta di mele o per arricchire una coppa di gelato allo yogurt.

Completata questa operazione, lasciate cuocere a pentola semicoperta (basta un cucchiaio di legno appoggiato sul bordo affinché il coperchio non chiuda del tutto la pentola) a fuoco medio per circa 20 minuti. Togliete dal fuoco e frullate con il frullatore a immersione. Se amate la frutta a pezzettoni nella marmellata frullate per meno tempo.

A questo punto ci sono due modi di procedere per invasare la marmellata:

1) versate la marmellata bollente in dei barattoli di vetro precedentemente lavati e sterilizzati, chiudete bene il coperchio e lasciateli raffreddare a testa in giù (questa operazione con la complicità del calore farà uscire tutta l’aria e creerà un effetto sottovuoto)

2) fate parzialmente raffreddare la marmellata e versatela nei barattoli puliti. Chiudeteli e fateli bollire per almeno 15 minuti in una pentola piena d’acqua con un peso sopra di essi per tenerli fermi.

Applicate un’etichetta personalizzata alla vostra marmellata e il gioco è fatto! 🙂

 

Pasta Brioche della Pippa

Ecco la mia personale ricetta delle brioche (mia nel senso quella che uso io, putroppo la paternità della ricetta si è persa nella notte dei tempi, tramandata di generazione in generazione fino ad arrivare a me 🙂 )

Ingredienti (per circa 20 brioches):

600g di farina

4 uova (+1)

50g di zucchero

200g di burro

25g di lievito di birra

50cl di latte

1 pizzico di sale

Sbattete le uova con il sale e sciogliete il lievito con il latte tiepido. Fondete il burro (potete anche lavorarlo a freddo nell’impastatrice se ce l’avete, io ho lavorato l’impasto a mano e quindi ho trovato più pratico usare il burro fuso), e in una terrina versate la farina. Aggiungete prima le uova sbattute e iniziate a lavorare, poil lievito sciolto nel latte, lo zucchero e infine il burro. Lasciate lievitare a temperatura ambiente (almeno 22°) per 4-5 ore.

Dividete l’impasto in 4 palle uguali e stendete dei dischi. Ricavate 8 triangoli incidendo 4 diametri con la rotellina tagliapasta. Farcite ogni triangolo a piacere, cioccolata (o crema di nocciole), crema pasticcera o marmellata. Lasciate a lievitare sulla teglia ancora per 1-2 ore. Spennellate con un uovo sbattuto e infornate per circa 10 minuti a 200°.

*Se usate la marmellata di frutti di bosco ricordatevi di spolverizzare la brioche con dello zucchero di canna prima di infornare.

**Una volta che avrete ottenuto questa pasta brioche potrete sbizzarrirvi nel creare nuove forme, come delle girandole o simil-krapfen: 1)dal disco steso ottenete dei dischi più piccoli con un tagliabiscotti circolare o un coppapasta, incidete i poli opposti dei dischi dalle estremità verso il centro ma senza arrivarvi e piegate un angolo di ogni settore circolare verso il centro, creando delle “tasche” o “lembi” tipici delle girandole che ruotano al vento. Fermate i lembi al centro premendo l’impasto e mettetevi della marmellata piuttosto soda (vengono bene anche con la pasta sfoglia) ; 2) fate come il punto 1) per ottenere dei dischi più piccoli, farcite con crema o cioccolato e coprite con un altro disco. Chiudete bene gli estremi e, in entrambi i casi 1) e 2), spennellate d’uovo e spolverate di zucchero di canna prima di infornare. Valgono i tempi e le temperature delel brioche.

***Se riducete lo zucchero a 30g potrete ottenere un buon pane briosciato per preparazioni salate :).

 

Muffin alla zucca

Questi dolcetti molto gustosi sono adatti in special modo per una colazione autunnale o come merendina del pomeriggio. Per me è stato divertente anche prepararli e invito le mamme a farlo con i bambini :).

Ingredienti:

200g di zucca

2 uova

7 cucchiai di zucchero

una manciata di uvetta

una manciata di mandorle (circa 50 g)

200 g di farina 00

1 bustina di lievito

un pizzico di sale

300 ml latte

1/2 cucchiaino cannella in polvere

80g di burro (o 100 ml di olio di semi)

 

Cuocete la zucca mondata e tagliata a cubetti nel latte con due cucchiai di zucchero. Intanto dividete i tuorli dagli albumi e sbatteteli con il restante zucchero.  Aggiungete l’olio (o il burro fuso), il pizzico di sale e il lievito. Tritate le mandorle e quando la zucca sarà cotta toglietela dal latte e frullatela. Unitevi le mandorle e l’uvetta mentre è ancora calda e insaporite con la cannella in polvere. Mischiate insieme i due composti e unitevi la farina. Montate a neve gli albumi e mischiateli al resto facendo attenzione a non smontarli. Se il composto vi sembra troppo sodo potete aggiungere un po’ del latte in cui è stata cotta la zucca. Preparate dei pirottini negli stampi dei muffin e rimpiteli per 2/3 con l’impasto. Infornate a 180° per 30 minuti circa (se avete la modalità di forno ventilato abbassate a 160° per 20 minuti). Spolverate con zucchero a velo.

Torta di mele della Pippa

La torta di mele è un classico della cucina e ogni paese ha la sua versione. In questa mia ricetta ho sostituito il burro con l’olio di semi, migliore perché vegetale o non idrogenato (come la margarina).  Adatta alla colazione e alla merenda di grandi e piccini, riscopriamo questo dolce come un sano snack casalingo di facile preparazione.

Ingredienti:

5 mele golden abbastanza maturetorta di mele

3 uova

9 cucchiai di zucchero

300 g di farina

125 ml di olio di semi (arachidi o girasole)

1 bustina di lievito

1 bicchiere di latte

2 cucchiai di grappa (o altro liquore distillato)

 

Montate energicamente le uova con 7 cucchiai di zucchero (potete usare sia la frusta elettrica che manuale), aggiungete l’olio e il lievito e infine alternate la farina al latte. A parte sbucciate e tagliate a dadini 3 mele, zuccheratele con i due cucchiai di zucchero rimanenti e aromatizzatele con i due cucchiai di liquore distillato (grappa). Mescolate bene le mele con il liquore e lo zucchero e aggiungetele all’impasto. Preparate una teglia imburrata o munita di carta da forno. Versate l’impasto e decorate la superficie della torta con sottili fette di mela ricavate da quella avanzata. Zuccherate lievemente e infornate a forno caldo a 160-170° per 40 minuti. Controllate la cottura dopo mezzora con uno stecchino, perché a seconda della stagionatura delle mele il tempo di cottura può variare. Sfornare dopo la cottura e servire su un piatto di portata. Spolverare di zucchero a velo se piace.

E’ possibile variare leggermente la decorazione finale della ricetta: se si desidera una superficie più caramellata, cospargere il fondo della teglia imburrata con dello zucchero e sistemare le fette di mela sul fondo. Versare cautamente l’impasto senza far spostare troppo le fette e infornare come sopra. Una volta cotta e raffreddata, capovolgere la torta di mele (caramellata) su un piatto di portata.

Questo dolce si accompagna bene a: cappuccino, caffelatte o latte e, per una nota più glamour, anche a vini dolci come passiti o moscati. Si può arricchire il gusto della torta di mele aggiungendo due cucchiaini di cannella in polvere all’impasto, 100g di uvetta e 40g di pinoli.