Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, class 'AGPressGraph\manipulator' does not have a method 'httpsCanonicalURL' in /membri/drolmakyd/drolmakyd/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286

Archive for novembre 30, 2014

Trecce di zucca gialla

Ho talmente tanta zucca gialla da non sapere cosa farci! Allora oggi ho pensato di fare queste trecce di pane alla zucca gialla.

Ingredienti:trecce di zucca gialla

200g di farina di semola

300g di farina 0

20g di lievito naturale secco

250g di polpa di zucca cotta al vapore o lessa

un pizzico di sale

un cucchiaino di zucchero

5 cucchiai di olio evo

300ml di acqua tiepida

Miscelate le due farine e aggiungete il lievito naturale, il sale e lo zucchero. Unite la polpa di zucca frullata e aggiungete l’olio e iniziate a impastare.

Man mano che la l’impasto si forma, aggiungere anche l’acqua tiepida poco alla volta. Quando si sarà ottenuto una palla liscia ed elastica (sarà necessario impastare per almeno 15-20 minuti) mettere l’impasto a lievitare in un contenitore alto e stretto e coperto con della pellicola.

Lasciar lievitare almeno 8 ore.

Ricavare dall’impasto 8-12 palline e tirarle con le mani per ottenere delle losanghe da intrecciare. Porre le trecce ottenute su una teglia foderata di carta da forno e porre in luogo caldo a lievitare per altre 2 ore, sempre coprendo con della pellicola.

Portare il forno a 180-200 gradi, ungere la superficie delle trecce con dell’olio e infornare per almeno 40 minuti.

Sono ottime per accompagnare salumi di tacchino e pollo e formaggi spalmabili più o meno saporiti.

Pane integrale con lievito naturale

Cari amici, di seguito la mia ricetta personale per il pane integrale fatto in casa.

250g di farina integrale pane integrale

250g di farina di semola

15 g di lievito madre in polvere

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di miele

300ml di acqua tiepida

Setacciate e mischiate le due farine e il sale su un piano di lavoro. Sciogliete il lievito madre nell’acqua calda e aggiungete il miele. Lasciate “attivare” il lievito per una ventina di minuti e poi unitelo gradatamente alla farina, impastando in modo omogeneo.

Quando l’impasto avrà preso tutta l’acqua, continuate ad impastare energicamente per almeno 15 minuti. Lasciate riposare mezzora e tornate a impastare per altri 15 minuti (ripetete l’operazione almeno tre volte). Lasciate lievitare in un recipiente dalle sponde alte, coprendo con un canovaccio umido (o con della pellicola), in un ambiente dalla temperatura stabile di 24°-26, per almeno 1-2 ore.

Rimettete l’impasto sulla spianatoia, fate una palla e tagliatela in due. Ricavatene due filoni che adagerete sulla teglia ricoperta con carta da forno. Praticate dei taglietti diagonali lungo il filone e coprite di nuovo con un foglio di pellicola e fate lievitare di nuovo per un’oretta circa.

Infornate a 180° per i primi 20 minuti di cottura. Proseguite per un’altra ora abbassando a 160°. A mezzora dalla fine, togliete i filoni (procedete con cautela, senza scottarvi!) dalla teglia ed adagiateli sulla griglia; questa operazione renderà lo stesso grado di croccantezza su tutta la superficie del pane.

A cottura ultimata spegnete il forno e lasciatelo semiaperto, aiutandovi con un cucchiaio di legno che metterete a contrasto dello sportello. Dopo circa un’ora potrete sfornare il pane, ma ricordatevi di farlo freddare coperto da un canovaccio, in modo da mantenere la crosta croccante.

Per una cottura simil-vapore, mettete un pentolino con un po’ d’acqua in forno e aspettate 5 minuti prima di infornare il vostro pane.

Potete preparare l’impasto anche con una planetaria, ricordatevi di rispettare le pause di mezzora e di impastare di nuovo per 10-15 minuti.