Crea sito

Cornetti vegani morbidi ricetta

Cornetti vegani morbidi ricetta

Cornetti vegani morbidi ricetta facile. Con la quarantena e tutti i bar chiusi quando hai voglia di un bel cornetto cosa fai?? Te ne vai in cucina e inizi ad impastare.. qualcosa di buono sicuramente ne uscirà !🤣

Ho impastato sabato pomeriggio per infornare i miei cornetti morbidi e profumosi la domenica mattina. Neanche a dirlo che i bambini si sono svegliati richiamati dal dolce profumo che arrivava dalla cucina😁

Ci siamo regalati una colazione domenicale diversa.. come al bar.

Noi li abbiamo mangiati così, ma si possono farcire con crema, cioccolata, marmellata..

Qui sotto vi spiego come procedere per avere sulla tavola della colazione delle golose brioche da inzuppare nella vostra bella tazza di latte vegetale, ah; sono buone anche per merenda🥰 ma non lo dite in giro!!

 

Cosa serve per circa 15 cornetti:

 

550 gr di farina 00 bio

150 gr di zucchero di canna integrale

50 gr di Margarina vegetale senza grassi idrogenati ( o burro di soia , o in alternativa olio di girasole)

260 gr di latte vegetale

12 gr di lievito di birra

1 cucchiaino raso di malto d’orzo in polvere ( se non lo avete si può tranquillamente omettere)

1/2 bacca di vaniglia, i semi

1 buccia di limone bio grattugiata

1 buccia di arancio bio grattugiata

1 pizzico di sale

PER LA SFOGLIA:

margarina senza grassi idrogenati q.b.

 

Senza troppo sbattimento, la facciamo facile e veloce, mettiamo nella planetaria ( se volete impastare a mano mettete nella ciotola) tutti gli ingredienti secchi, mescoliamo bene tra di loro, facciamo un cratere al centro.

Aggiungiamo i restanti ingredienti, il lievito di birra precedentemente sciolto in poco latte.
Avviamo la planetaria fin quando l’impasto sarà ben amalgamato e incordato ( girando, la frusta a S catturerà l’impasto su di essa).

Lasciamo riposare l’impasto coperto per circa 30 minuti.

Passato il tempo di riposo prendiamo l’impasto, lo giriamo sopra la spianatoia e facciamo 6 volte le pieghe a 3, senza riposo tra una piega e l’altra. ( sotto la ricetta trovi le foto che spiegano come fare le pieghe).

Facciamo  una palla, copriamo con il canovaccio.
Lasciamo riposare 20 minuti.

Passato il tempo di riposo dividiamo l’impasto in sei palle.
Stendiamo ogni palla d’impasto con il matterello.

Prendiamo la prima sfoglia, spalmiamoci sopra un velo di margarina.

Copriamo la prima sfoglia con la seconda, spennelliamo anche questa con la margarina.
Continuiamo così fino a finire tutte le sfoglie, l’ultima sfoglia sopra NON deve essere spalmata di margarina.

Con il matterello stendiamo la pasta in un cerchio.

Tagliamo il cerchio a spicchi (come fosse una pizza, sotto la ricetta trovi la foto di come si tagliano).

Arrotoliamo i cornetti. ( vedi foto sotto la ricetta).

Mettiamo su di una teglia ricoperta di carta forno, distanziati fra di loro.

Copriamo con foglio di pellicola trasparente, mettiamo in forno spento fino al mattino ( o fino al raddoppio).

Una volta lievitati, accendiamo il forno a 180* , aspettiamo che sia arrivato a temperatura

Spennelliamo con poco latte vegetale la superficie dei cornetti, spolverizziamo con zucchero.

Mettiamo in forno per 10 minuti, poi abbassiamo la temperatura a 160* fino a doratura completa.

Lasciate raffreddare i cornetti prima di mangiarli.

COME FARE LE PIEGHE A 3: 

stendo un rettangolo, piego metà pasta su se stessa e l’altra  metà ancora sopra., vedi foto. Giro la pasta, stendo, ripeto il tutto per altre 5 volte.

COME TAGLIO I CORNETTI:

COME FORMO I CORNETTI:

 

 

 

Cornetti vegani morbidi ricetta

Dolcissimamente Zuccherosa – Gloria ❤️🌱🌱🙏🏼

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da dolcissimamentezuccherosa

Sono quattro volte mamma, amo creare in tutti i campi, dal cibo alle pietre alla stoffa e via dicendo. Mi piace leggere, ascoltare musica, fotografare la vita, cucinare pasticciando :) ballare e tante altre cose. . Mi sono trasferita in campagna nel 2007. Scelta ottima per cio' che la natura riesce a trasmettermi... Insegno Reiki Usui tradizionale o Shiki Ryoho/Seichim Sekhem Reiki/Usui Teate dal 2001 nella sua semplicita'. La pasta di zucchero mi appassiona per un semplice motivo, vedere la gioia negli occhi dei bambini e' spettacolare; e' qualcosa che mi tiene legata alla mia parte fanciulla, quella che tutti dovremmo imparare ad alimentare. La PDZ come si chiama in gergo l'ho scoperta circa un'anno fa, ma la passione forte e' nata da pochi mesi. Qui' ho deciso di condividere le cose che ho appreso e ovviamente sono a disposizione per topper torte e tante altre cose! a volte la vita e' amara, quindi lasciatevi tentare da Dolcissimamente zuccherosa XD un bacio Gloria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.