Torta farcita di mele.

Torta farcita di mele

Ingredienti: per 6 persone

300 g di farina
1 pizzico di sale
180 g di burro
6 cucchiai di acqua

Per la farcitura:
3 mele
1 pizzico di sale
2 cucchiai di uvette
1/2 limone
4 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di cannella
1 tuorlo acqua q.b.

Preparazione: 30′ + 3 ore di frigo.

Cottura: 30′

  • Imburrate una tortiera, mettetela in frigorifero insieme al burro e all’acqua fino al momento del loro impiego.
  • Suggeriamo di lavorare l’impasto in un ambiente fresco.
  • Setacciate, per almeno un paio di volte, farina e sale.
  • Trasferiteli in una terrina.
  • Prendete il burro dal frigorifero e tagliatelo a tocchetti di circa 2 cm di lato.
  • Versateli nella terrina con la farina e il sale setacciati e con le punte delle dita amalgamate bene, strofinando leggermente, facendo, però, attenzione che il burro non si sciolga.
  • In questo caso mettete la terrina per un attimo in frigorifero, in modo da rassodarlo subito.
  • Continuate a lavorare con le mani in modo da ottenere un composto della consistenza del pangrattato.
  • Create un incavo nella pasta e versate l’acqua ghiacciata, poi seguite a mescolare sempre con le mani.
  • Lavorate la pasta nella terrina in modo da amalgamarla perfettamente.
  • Quando sarà ben soda unitela in una palla.
  • Avvolgete la palla di pasta in un canovaccio umido, poi ponetela in un sacchetto di pellicola per alimenti e lasciatela riposare in frigorifero per almeno 2-3 ore.
  • Nel frattempo dividete le mele, togliete il torsolo, mettete le fette in acqua salata e asciugatele subito.
  • Ammollate le uvette in acqua tiepida.
  • A tempo debito scolatele.
  • Versate le fette di mela in una pentola, aggiungete un po’ d’acqua, il succo e la buccia di limone, lo zucchero e cuocete a fuoco moderato, mescolando di tanto in tanto.
  • Quando le mele avranno raggiunto una mezza cottura, aggiungete le uvette, e continuate a cuocere fino alla scomparsa dell’acqua.
  • Un attimo prima di spegnere la fiamma aggiungete la cannella in polvere.
  • Lasciate raffreddare.
  • Nel frattempo accendete il forno a 190°.
  • Infarinate leggermente una superficie di lavoro e con il matarello cosparso di farina stendete la pasta.
  • Create una sagoma rettangolare e piegatela su se stessa in tre.
  • Girate la pasta di 90° e stendetela di nuovo con il matarello ricercando una sagoma rettangolare.
  • Ripiegate in quattro.
  • Girate la pasta di 90° e stendete di nuovo.
  • Ripetete l’operazione ancora tre volte.
  • Se durante queste operazioni la pasta dovesse cominciare ad attaccarsi, spolverizzate la spianatoia con altra farina.
  • Dividete la pasta in due porzioni.
  • Stendete la prima parte con il matarello crendo un cerchio dello spessore di 5 mm.
  • Togliete la tortiera dal frigorifero, fate arrotolare la pasta sul matarello infarinato e poi con questa rivestite la tortiera.
  • Fate adderire bene la pasta alla tortiera, quindi refilate il bordo con una lama di coltello e forate il fondo con una forchetta.
  • Farcite con le mele cotte e l’uvetta.
  • Stemperate il tuorlo in un po’ d’acqua.
  • Mettete insieme la seconda porzione di pasta a quella che avete refilato dalla prima sfoglia.
  • Prendetene 1/4 e create delle strisce larghe 1 cm circa.
  • Stendete la rimanente pasta con il matarello, arrotolate la pasta sul matarello e posate il cerchio di pasta sulle mele del ripieno, per chiudere la torta.
  • Refilate la pasta in più, spennellate il bordo della torta con l’uovo stemperato.
  • Con la pasta create delle foglie o delle decorazioni a piacere che andrete a posizzionare sul bordo della pasta.
  • Spennellate con il rimanente tuorlo, incidete con un coltello la superficie e infornate a 190° per 30 minuti.
  • Abbassate il forno a 170° e cuocete per altri 25 minuti.
  • Una volta sfornata attendete che si raffreddi prima di gustarla.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:feed rss blog Giallo Zafferano

I miei preferiti su Instagram



Print Friendly, PDF & Email
 
Precedente Meringhe gialle. Successivo Tiramisù allo zafferano.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.