Tiramisù lamponi e pistacchi per chiudere in bellezza il tuo Pranzo di Pasqua.

Il pistacchio è originario del Medio Oriente, dove veniva coltivato già in età preistorica, particolarmente in Persia.

Zone di coltivazione a rilevanza internazionale si trovano soprattutto Iran, Turchia e Siria, anche se quest’ultima in forte calo, in California e, negli ultimi anni, anche in Cina.

In Italia vi è storicamente una coltivazione di nicchia: rinomati sono i pistacchi di Bronte ed Adrano alle pendici dell’Etna, tutelati dal marchio DOP “”Pistacchio Verde di Bronte””.

Il pistacchio prodotto in questa provincia siciliana presenta delle caratteristiche che lo distinguono sia per la qualità, sia per la grandezza, dagli altri tipi di pistacchio prodotti nelle altre parti del mondo.

Il suo sapore è estremamente gradevole, è un frutto molto pregiato che riscontra una grande approvazione anche all’estero dove viene esportato, soprattutto nei paesi europei e nel Giappone.

I pistacchi vengono utilizzati sia sgusciati sia pelati, spesso tostati e salati; hanno un largo uso anche in pasticceria, per preparare gelati, creme, bevande.

Leggi anche: Come rielaborare una colomba avanzata liberando la fantasia in modo fresco e nuovo.

Si usano anche per la produzione di salumi (come la mortadella ad esempio), o come condimenti per primi e secondi piatti.

In questa pagina troverete la ricetta per preparare un delizioso tiramisù al pistacchio preparato con mascarpone.

Ecco a voi la ricetta:

Ingredienti: per 6 persone

500 g di mascarpone
500 ml di panna da montare
300 g di granella di pistacchi non salata
400 g di savoiardi
caffè amaro
una fialetta di aroma al rhum
5 cucchiai di zucchero
100 g di lamponi

Preparazione: 30′

  • Per preparare il tiramisù al pistacchio versate la panna in una ciotola capiente, aggiungete lo zucchero e montate la panna a neve fermissima.
  • In un’altra ciotola, lavorate il mascarpone e rendetelo cremoso, aggiungete la panna montata e con un mestolo di legno, amalgamate i due composti.
  • Aggiungete 150 g di granella di pistacchi e mescolate bene, poi riponete in frigorifero per qualche minuto.
  • Mescolate la fialetta di aroma al rhum al caffè.
  • Prendete una pirofila rettangolare e componente il primo strato di biscotti bagnando i savoiardi nel caffè aromatizzato, versate parte della crema al pistacchio e livellate bene, poi ricoprite con parte della granella al pistacchio avanzata.
  • Continuate con gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti.
  • Terminate l’ultimo strato del tiramisù spolverizzando la granella di pistacchio rimasta e aggiungete qualche lampone al naturale.
  • Poi ponete in frigorifero per almeno 4 ore. Il tiramisù al pistacchio e lamponi sarà un delizioso dessert!

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

feed rss blog Giallo Zafferano

Print Friendly, PDF & Email
 
Precedente Colomba al semifreddo di mascarpone e caffè con tutto il suo sapore genuino. Successivo 30 ricette di Dolci di Pasqua con foto e procedimenti spiegati passo passo (1a parte).

2 thoughts on “Tiramisù lamponi e pistacchi per chiudere in bellezza il tuo Pranzo di Pasqua.

Lascia un commento

*