La petrafennula è un tipico dolce siciliano, diffuso in tutta l’isola.

petrafennula

La petrafennula (o pietrafendola, petrafernula) è un tipico dolce siciliano, diffuso in tutta l’isola, e consumato per la festa dell’Immacolata e nel periodo natalizio. Di origine araba , viene preparato con miele, mandorle, bucce di cedro e arance, confetti e cannella, ed è una sorta di torrone estremamente duro. Con l’espressione Fàrisi petrafènnula (“diventare petrafennula”) si intende infatti “irrigidirsi in un proponimento o rendersi inamovibile da un luogo.Si tratta di scorza di cedro grattugiata e cotta nel miele. E’ una specialità della zona di Modica ed è forse il dolce più duro che esista, molto difficile da sgranocchiare e più semplice da tagliare a pezzetti e tenere in bocca proprio come una caramella.

La sua durezza ha generato il modo di dire “Fàrisi petrafènnula”, ossia di una persona ferma nei suoi propositi. Sfinci: Delle frittelle di antichissima tradizione, tipiche della Sicilia occidentale. Si fanno con farina, patate lesse schiacciate, lievito, sale e degli indispensabili semi di finocchio. Una volta ridotta in ciambelle, la pasta viene fritta in olio: le frittelle vanno mangiate calde, dopo averle spolverate con lo zucchero a velo.

Ingredienti:

400 g di miele
200 g di scorza d’arancia
50 g di scorza di cedro
150 g tra confetti e mandorle
Un pizzico abbondante di cannella

Preparazione: 30’

  • Fare sciogliere il miele in un tegame a fuoco basso, aggiungere le scorze degli agrumi tagliate a pezzettini e lasciare cuocere mescolando di continuo.
  • Quando il composto si sarà ristretto e indurito di molto, toglierlo dal fuoco, aggiungere la cannella e i confetti e le mandorle frantumati e amalgamare ancora per un paio di minuti.
  • Trascorso questo tempo, stendere la petrafennula su carta forno o su di un ripiano di marmo unto di olio fino a uno spessore di 2 cm circa, quindi lasciare raffreddare la petrafennula a temperatura ambiente e tagliarla in tanti rettangoli o rombi prima di servire.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

feed rss blog Giallo Zafferano

I miei preferiti su Instagram



Print Friendly, PDF & Email
 
Precedente La bisciola è un dolce tipico del periodo natalizio della Valtellina. Successivo La frutta della Martorana è un tipico dolce siciliano famoso nel mondo, simile al marzapane ma notevolmente più dolce e saporito.

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.