Budino al Caffe con savoiardi e amaretti.

Tra le molte componenti nutrizionali del caffè, la più nota e studiata è senza dubbio la caffeina, poiché dotata di proprietà importanti, come:

l’effetto stimolatorio sulla secrezione gastrica e su quella biliare (ecco perché si ritiene che un caffè a fine pasto faciliti la digestione);
l’effetto tonico e stimolatorio sulla funzionalità cardiaca e nervosa (ecco perché molte persone ne apprezzano l’effetto energetico, utile tra l’altro per non abbioccarsi in seguito ad un lauto pasto);
l’effetto lipolitico, cioè favorente il dimagrimento (la caffeina stimola l’utilizzo dei grassi a scopo energetico e la termogenesi, aumentando la quantità di calorie bruciate dalla “macchina uomo”);
l’effetto anoressizzante (il caffè assunto in dosi massicce diminuisce l’appetito).

Oltre alla caffeina, nel caffè sono contenute molte sostanze, il cui potenziale ruolo benefico sull’organismo è ancora in fase di studio. In particolare, sono state isolate diverse componenti dalle spiccate proprietà antiossidanti, antimutagene ed antinfiammatorie, che sono comunque insufficienti per compensare il rischio derivante da un consumo elevato di caffè.

budino al caffe

  • Ingredienti: per 4 persone

150 g di savoiardi
100 g di amaretti
300 g di mascarpone freschissimo
150 g di zucchero
3 tuorli d’uovo
1 tazzina di caffè ristretto
1 bicchierino di caffè
1 bicchierino di cognac

 

 

Preparazione: 60′

  • Sbattete i tuorli con gran parte dello zucchero e, sempre sbattendo, incor­porate il mascarpone.
  • Dividete il composto in due parti e al­la prima aggiungete, amalgamando bene, il caffè.
  • All’altra metà incorporate invece il bicchierino di cognac.
  • Sia nel­la parte aromatizzata col caffè, sia in quella profumata al cognac mescolate gli amaretti sbriciolati.
  • Inzuppate i savoiardi nel liquore al caffè e foderate con esse uno stampo da charlotte.
  • Riempite quindi lo stampo con le due creme alternate a strati e ponetelo in frigorifero alcune ore.
  • Sformate il dolce, guarnitelo a piace­re con cioccolatini e servitelo come dessert.

    Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

    feed rss blog Giallo Zafferano

I miei preferiti su Instagram



Print Friendly, PDF & Email
 
Precedente I segreti del MMF, MarshMallow Fondant, bellissima tecnica per decorare i dolci. Successivo La cicerchiata è un dolce tipico italiano riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale.

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.