Pollo fritto americano

Pollo fritto americano, il pollo fritto, un classico della cucina americana, ora molto noto in tutti i fast food, è in realtà una ricetta molto antica che nasce addirittura nelle piantagioni di cotone, dove a cucinarlo erano gli schiavi.
Un piatto che in America si viene gustato anche lungo le strade, non solo durante gli orari dei pasti ma in qualunque momento della giornata, di questo piatto si trovano tantissime varianti, si possono usare spezie di vari tipi, in base al proprio gusto personale.
Questo  pollo fritto si prepara con una panatura particolare, si utilizzano la farina e il buttermilk, in Italia chiamato latticello, si può trovare già pronto nei supermercati più forniti, o si può preparare in casa con pochi e semplici ingredienti, latte, yogurt bianco e limone, o anche semplicemente con latte e limone, ma con l’aggiunta dello yogurt risulta più cremoso.

 

Pollo fritto americano
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    20/25 minuti
  • Porzioni:
    3 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Cosce di pollo (o pezzi di pollo a piacere) 6
  • Farina 00 2 cucchiai
  • Yogurt 60 g
  • latte 50 ml
  • Succo di limone 2 cucchiai
  • Olio di semi di arachide 300 ml
  • paprika 1 cucchiaino
  • rosmarino
  • Aglio in polvere
  • Sale

Preparazione

  1. Pollo fritto americano

    Pulite il pollo da eventuali residui di piume e passatelo su una fiamma in modo da essere perfettamente pulito.
    Per preparare il buttermilk prendete una ciotola capiente dove possa starci anche il pollo, versate il latte, lo yogurt e il succo del limone e mescolate bene, lasciatelo riposare per 10/15 minuti.
    Versate le cosce di pollo o la carne scelta nella ciotola con il buttermilk, lasciatela macerare per una decina di minuti, versate la farina in un sacchetto da freezer, aggiungete aglio in polvere, rosmarino tritato finemente o in polvere, un cucchiaino di paprika forte o dolce a piacere e il sale necessario, agitate bene e una volta mescolato versateci il pollo sgocciolato, agitate ancora fino a risultare perfettamente infarinato.
    Scaldate l’olio e versateci il pollo, la fiamma dovrà essere inizialmente alta in modo da non rischiare di staccarsi la panatura, poi dovrà essere abbassata o cuocerà troppo velocemente all’esterno e non bene all’interno.
    I tempi possono variare in base ai pezzi di carne, se sono cosce ci metteranno di più, le altre parti son più semplici da cuocere e non si rischia di cuocerlo poco all’interno, per le cosce ci vorranno 25 minuti circa, mentre i pezzi piccoli cuoceranno in soli 15 minuti.
    Scolate il pollo, adagiatelo su carta assorbente in modo da asciugarsi perfettamente e portatelo a tavola, perfetto con una birra fresca e patatine fritte.

    Mi trovate anche su Facebook

 
Precedente Pasta al tonno con nduja Successivo Crostini con caponata

Lascia un commento