Crea sito

Torta Pasqualina

Torta Pasqualina

Torta Pasqualina

Torta Pasqualina

Ormai mancano 2 giorni alla Pasqua e sono giusto in tempo per proporvi la Torta Pasqualina! Si tratta di una torta rustica che proviene dall’antica tradizione culinaria ligure e viene preparata solitamente appunto per la Pasqua. E’ molto semplice da preparare, ottima anche fredda, rendendosi così perfetta per la gita fuori porta di Pasquetta.

La ricetta tradizionale è preparata con erbe varie, come la bieta, ma la caratteristica di questo rustico non è solo il ripieno, ma anche l’impasto che fa da involucro, fungendo da sorta di “scrigno”, croccante e molto sfizioso. Si tratta di pasta sfoglia o di pasta brisé? In genere, le ricette comuni attuali ne prevedono l’utilizzo, adattandosi ai tempi moderni. La ricetta della Torta Pasqualina era già conosciuta nel XV secolo e pare che il guscio che la ricopriva fosse composto da 33 sfoglie, grazie all’abilità delle signore che – narra la leggenda – riuscissero a sovrapporre sino a trentatré sfoglie in omaggio agli anni di Cristo. Come noi napoletani abbiamo il tortano/casatiello come simbolo di Pasqua, i laziali/Umbri la crescia, ecc., anche la “Torta Pasqualina” veniva e viene preparata nei giorni di Pasqua, come piatto simbolo di questa festa per le uova che contiene.

Torta Pasqualina

Oggi vi propongo la versione comune e “più commerciale” di questo rustico, purtroppo per mancanza di tempo ho utilizzato la pasta brisè già pronta, ma voi potreste preparare un impasto semplice (preparato con acqua, farina e olio di oliva, senza lievito) e sovrapporre 3 sfoglie, dopo averle spennellate con olio (un po’ come faccio in questa ricetta di focaccia sfogliata). Infatti, per ottenere una sfoglia croccante e allo stesso tempo friabile, si devono sovrapporre più strati di pasta, tirati con il matterello e unti di olio) per racchiudere il ripieno di bietole o spinaci e ricotta.

Nei ricettari la troviamo spesso anche con un ripieno di altre verdure, come i carciofi, ma in genere si usano “erbette” (bieta, borragine, maggiorana…). La Torta Pasqualina ha la caratteristica di avere una sorta di effetto sorpresa, dato dalle uova che vengono aggiunte intere e crude sulla farcia di ricotta e verdure che, una volta cotte, si rassodano per rendere ogni fetta della torta una vera sorpresa!

Insieme a tortano, pizza chiena, crescia e casatiello, è tra le preparazioni rustiche più preparate nel periodo di Pasqua, perfetta per una gita fuori porta, magari proprio in occasione della Pasquetta. Questo piatto tipico viene preparato per la Domenica e si conserva per la gita fuori porta del Lunedì dell’Angelo, essendo ottima sia calda che fredda, per cui si presta benissimo ad essere preparata anche in anticipo… Proviamola!

Ingredienti (per 6-8 persone)

(stampo da 24/26 cm)

  • 2 rotoli di pasta brisèè rotonda
  • 500 g di spinaci puliti (o biete)
  • 1 uovo intero
  • 300 g di ricotta*
  • 30 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 30 g di pecorino romano grattugiato
  • sale & pepe q.b.
  • una grattata di noce moscata
  • uno spicchio di aglio
  • olio evo q.b.
  • 4 uova intere

NOTE

*Ci vorrebbe il formaggio tipico ligure chiamato prescinsêua (in italiano “cagliata ligure”), ovviamente non si trova da noi. E non ho messo la maggiorana, non avendola, ma prometto di rimediare.

Per la finitura

  • 1 tuorlo
  • un cucchiaio di latte

Preparazione

Per prima cosa prepariamo la farcitura. Pulite gli spinaci, eliminando le foglie rovinate, sciacquandoli spesso sotto l’acqua corrente e lessateli in poca acqua a fuoco medio, con il coperchio, lasciando che si cuociano nell’acqua di vegetazione che man mano cacceranno. Una volta cotti, scolate e lasciate raffreddare, poi tritatele grossolanamente con un coltello. Io li ho poi passati in un tegame con aglio e olio per insaporirli di più.

Mettere gli spinaci in una terrina, aggiungete la ricotta, l’uovo, il parmigiano ed il pecorino grattugiato, sale, pepe e la noce moscata q.b. Amalgamate tutti gli ingredienti.

ASSEMBLAGGIO FINALE

Stendete il primo rotolo di pasta brisè. La sfoglia che servirà per il fondo deve essere più grande della teglia (da 24 cm) e strabordare fuori. Punzecchiare con i rebbi di una forchetta, quindi distribuitevi sopra il ripieno di ricotta e verdure. Poi, con un cucchiaio, formate 4 incavi nei quali andrete a mettere le uova intere: diventeranno sode con la cottura della torta. Su ogni uovo si può mettere un po’ di sale e pepe.

Coprite con la seconda sfoglia di pasta e sigillate il più possibile i bordi. Io con gli avanzi ho realizzato delle decorazioni. Mi sono divertita molto.

Spennellate poi la superficie con tuorlo sbattuto con un po’ di latte.

Cottura

Infornate la torta in forno preriscaldato a 180° per 50 minuti, o fino a completa doratura. Sfornate la torta e lasciatela raffreddare prima di servirla.

Torta Pasqualina

Torta Pasqualina

Come già detto, è molto gustosa e con le uova che danno l’effetto sorpresa1

Torta Pasqualina

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdevi tutte le novità!

 

Leave a Reply

*