Torta al limone (simil Mulino Bianco)

Torta al limone (simil Mulino Bianco)

 

Oggi ritorno in pista con un dolcetto molto famoso, la riproduzione di un dolce di un noto marchio, famoso per la sua bontà! Si tratta di una torta al limone che ha come particolarità quella di essere racchiusa da un guscio di frolla e con una deliziosa crema al limone! La stessa crema con cui sono realizzati i decori sulla superficie della torta margherita, che contraddistinguono questa preparazione.

L’interno è davvero soffice e, ovviamente, profumatissimo al limone!

 

La ricetta è semplicissima da realizzare, forse un po’ lunga per chi non ha molto tempo. Ma in realtà alcune cose si possono reaizzare con anticipo, ad esempio la pasta frolla il giorno prima e così anche la crema al limone.

Se volete provare questa delizia assolutamente da provare, provate questa ricetta!

Io ho usato i limoni biologici della nostra campagna, gentilmente rifornitimi dal mio papà. Che profumo! ^_^

Torta al limone (simil Mulino Bianco)

Ingredienti per uno stampo di 24 cm

Per la frolla

  • 200 g di farina di tipo 00
  • 100 g di burro (io del tipo bavarese con 82% di materia grassa)
  • 75 g di zucchero a velo
  • 2 tuorli (peso circa 45 g)
  • un po’ di albume
  • un pizzico di sale fino
  • buccia grattugiata di limone bio q.b. (o un cucchiaino di pasta di limoni)

Per la crema al limone

  • 400 ml di latte intero
  • 100 ml di succo di limone filtrato
  • buccia di un limone bio
  • 4 tuorli di uova (io a pasta gialla)
  • 1 pizzico di sale
  • 130 g di zucchero
  • 20 g di amido di mais (“maizena”)
  • 30 g di farina 00
  • 50 g di burro

Per la pasta margherita

  • 3 uova intere
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • 200 g farina 00
  • 40 g fecola di patate
  • 20 g di latte
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • buccia di limone bio grattugiata

Preparazione

Per prima cosa, preparare la pasta frolla (anche il giorno prima). Sulla spianatoia mettere la farina, lo zucchero a velo e il sale. Aggiungere il burro a tocchetti tirato dal frigo 15 minuti prima. Potrete mettere tutto in planetaria, con la frusta a foglia. Il burro dovrà essere intorno ai 13° per permetterne la giusta miscelazione: infatti, un burro troppo freddo (alla temperatura di frigorifero, 4° C) non riuscirebbe a miscelarsi bene, lasciando dei pezzettini nell’impasto. Creare un composto sabbioso sfregando il burro sulla farina.

Il metodo sabbiato consiste proprio in questo. Miscelare la farina col burro a tocchetti e creare un composto “sabbioso” sfregando con le dita della mano il burro con la farina (o utilizzare la planetaria con la frusta a “foglia”) finché si saranno formate tante briciole. In questo modo si impermeabilizzano le proteine della farina e si rendono meno vulnerabili all’umidità, anche dopo la cottura. Il risultato è una pasta più friabile. Aggiungere poi le uova che con la loro percentuale di acqua, riescono a far legare il tutto dando compattezza alla pasta frolla.

Aggiungere la buccia grattata di limone bio (o un cucchiaino di pasta di limoni) e poi i tuorli precedentemente sbattuti, un po’ di albume e lavorare pochissimo la frolla, giusto il tempo necessario a farla compattare. Formare un panetto, schiacciatelo formando un rettangolo, avvolgerlo da pellicola e riporlo in frigorifero per almeno 2-3 ore. Si può preparare anche il giorno prima.

pizap.com14526347885211
preparazione pasta frolla

Se utilizzate la planetaria, occorreranno pochi secondi con la frusta a foglia.

Prepariamo la crema al limone.

Riscaldare il latte in una pentola dal fondo spesso con la buccia di un limone bio tagliata a spirale. Lasciar macerare il latte un’ora. A parte spremete 2 limoni ed ottenete 100 g di succo filtrato. In una boule di vetro unire i tuorli, il sale e lo zucchero e mescolare con una frusta a mano finchè siano diventate leggermente gonfi. Aggiungere la farina e l’amido setacciati e mescolare energicamente con la frusta per evitare la formazione di grumi. Aggiungere poi il latte a filo, il succo di limone filtrato, mescolare e far poi addensare la crema al limone sul fuoco, a fiamma moderata, per evitare che possa attaccarsi sul fondo della pentola o possa bruciarsi. Per questo, è consigliabile l’utilizzo di pentole antiaderenti e dal doppio fondo. Girare continuamente nello stesso verso finché la crema si sarà addensata. Spegnere il fornello, unire il burro e mescolare, indi trasferire la crema al limone così ottenuta in una terrina di vetro. Far raffreddare qualche minuto e coprirla con un foglio di pellicola aderente alla superficie per evitare la formazione della crosticina. Riporre poi in frigo fino al suo utilizzo. Per agevolarne il raffreddamento, metterla in un bagnomaria di acqua e ghiaccio.

crema al limone

ASSEMBLAGGIO FINALE

Trascorso il tempo di riposo della frolla in frigo, stenderla con il mattarello – dopo aver picchiettato un po’ per “snervarla” – sul piano leggermente infarinato fino ad ottenere uno spessore di 4-5 mm. Trasferirla in uno uno stampo a cerchio apribile da 24 cm imburrato ed infarinato (io uso lo spray staccante), punzecchiate il fondo con l’apposita rotella o i rebbi di una forchetta. Mettere in frigo e preparare la torta margherita al limone che costituirà il ripieno.

Procedimento torta margherita

Montare il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere un composto cremoso e spumoso, unire il sale e un uovo alla volta, non aggiungendo il successivo se il precedente non si è amalgamato all’impasto. Aggiungere la buccia di limone grattugiata e poi le polveri setacciate alternando al latte.

Sul guscio di frolla versarvi uno strato omogeneo di crema al limone e livellate, tenendo da parte un po’ di crema che servirà per la decorazione finale. Unirvi il composto della torta margherita al limone e livellate. Ora con la crema avanzata messa in un sac à poche formate i disegni tipici della torta al limone ed infornate.

procedimento conclusivo: la sequenza

Cottura

Infornare e cuocere in forno già caldo a 180°C statico per circa 45/50 minuti circa o fino a prova stecchino. Se occorre, dopo mezzora coprire il dolce con carta stagnola per evitare si colori troppo. Sfornare e far raffreddare bene prima di rimuovere dallo stampo.

Servire su un vassoio da portata e spolverizzare con zucchero a velo a piacere.

Torta al limone (simil Mulino Bianco)

Buona e soffice! A noi è piaciuta molto 🙂

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” su questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258 per non perdervi tutte le novità!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.