Tahin, crema a base di sesamo

IMG_1805

Sono un po’ affascinata dalla cucina estera, non mi fa impazzire tanto, perchè in famiglia sono molto restii a provare ricette non italiane, quindi non ho molta esperienza in proposito. Però il tahin (o crema tahine, o tahina) mi ha sempre incuriosita, questa pasta morbida ottenuta dai semi di sesamo, tipica della cucina mediorientale, mi solleticava il palato…

Poi i semi di sesamo mi piacciono tanto! I semi di sesamo hanno moltissime proprietà, sono ricchissimi di calcio, poi contiene vitamine, soprattutto quelle del gruppo B. Poi sono ricchi di omega 3 e omega 6, di magnesio, ferro, selenio, grassi insaturi, sesaminolo (utile a combatte i radicali liberi). Il tahin è, però, molto calorico. Infatti, può essere consideraro come un vero e proprio burro, perchè è una pasta molto grassa, meglio non abusarne eheh.

Viene usata in molte preparazioni salate e dolci in piatti tipici del Medio Oriente e dei Paesi del Maghreb, ma anche della Grecia e della Turchia. Basti pensare all’hummus a base di ceci o il baba-ganoush, a base di melanzane, oppure ai falafel, le tipiche polpette di legumi. Volendo, il tahin può essere consumato anche da solo, spalmato sul pane o tartine, per uno spuntino o un aperitivo.

IMG_1842

Non potevo non provarlo!

Inoltre, gli utilizzi di questo “burro di sesamo” possono essere vari, ad esempio, ho letto che se dolcificato con malto di riso o con sciroppo d’agave otterrete una crema perfetta per la colazione, da spalmare su pane tostato, fette biscottate o da aggiungere a un muesli o allo yogurt. Voi avete mai provato?

Intanto ecco come ho preparato il tahin! Occorrono solo due ingredienti (semi di sesamo ed olio) ed un frullatore. Che bontà!

Ingredienti

  • 100 g semi di sesamo bianco
  • 30 g olio di semi di sesamo o di vinaccioli*
  • sale q.b.

*da me sostituiti da olio evo, ma se dovesse essere troppo forte va bene quello di semi, ad esempio, di girasole

Preparazione

Per prima cosa, tostate in padella per qualche minuto a fiamma bassa i semi di sesamo mescolando spesso e facendo attenzione che non brucino, altrimenti rilascerà un sapore amarognolo. Fate raffreddare dopo averli tostati.

IMG_1798

Mettete i semi di sesamo in un mixer e frullate aggiungendo un po’ alla volta l’olio di semi (di sesamo o di vinaccioli, ma non li ho trovati, per cui ho sostituito con olio e.v.o.) e con un pizzichino di sale. Frullate fino a ottenere un composto omogeneo.

IMG_1800

Tutto qui e il tahin è pronto!

Il tahin può essere conservato in frigorifero in un barattolo di vetro per qualche giorno. Tende, però, a separarsi, per cui se doveste notare una separazione tra l’olio e la pasta densa depositata sul fondo, mescolatelo bene prima di servirlo. Ritornerà omogeneo.

IMG_1804
Note alla ricetta

Non tutti potrebbero apprezzare il gusto intenso della crema tahine. Ad alcuni potrebbe risultare leggermente amarognolo, e questo dipende anche dalla tostatura dei semi. Consiglio di non assaggiarlo subito e di attendere una decina di ore prima di assaggiarlo. E magari mescolato con altri ingredienti, per apprezzarne gradualmente il sapore.

Io vi ho preparato anche il baba-ganoush, mescolandolo alle melanzane!

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” sulla mia pagina fb https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258 per non perdervi tutte le novità!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.