2014-04-09 11.29

 

Dopo aver fatto le scorze candite di arance, ho fatto anche quelle di limone. Mi servono per vari utilizzi, in particolare per fare il mix aromatico. Oppure dopo aver fatto le scorze candite di limone, si frullano con un cutter (io utilizzo un frullatore ad immersione): in questo modo si otterrà un’ottima pasta di limoni da utilizzare per profumare tutti i nostri dolci!

Il procedimento è esattamente lo stesso, piuttosto semplice. Vediamo come fare!

Ingredienti

  • buccia di limone q.b.
  • pari peso di zucchero semolato
  • pari peso di acqua

E, inoltre,

  • zucchero semolato q.b.

Procedimento

Usare limoni non trattate, possibilmente biologici. Lavarli e spazzolarle molto bene sotto l’acqua corrente per eliminare ogni residuo. Tagliare la sbuccia dei limoni a striscioline sottili di circa 1-2 cm di larghezza, conservando anche la parte bianca.

2014-04-07 13.24.21

 

Mettere le scorze in un pentolino, coprirle con acqua fredda e farle bollire per 3-4 minuti. Far raffreddare, scolare l’acqua e aggiungere altra acqua fredda e fai ribollire di nuovo.

Dovrete fare questo passaggio per 3 volte in totale. Questi passaggi servono per ridurre l’amaro delle scorze e a renderle più tenere e polpose. Far raffreddare e infine farle scolare bene. Pesare le scorzette e pesare anche pari quantità di acqua e di zucchero.

Ad esempio, se le scorze pesano 200 grammi, aggiungere 200 g di zucchero e 200 g di acqua.

Mettere lo zucchero e l’acqua in un tegame largo (una padella antiaderente andrà benissimo) e portare a bollore, aggiungere le scorzette nello sciroppo, mescolando spessissimo con un mestolo.

2014-04-07 13.29.56

Far bollire finché lo sciroppo si asciuga. Ci vorranno 30 minuti circa, a fiamma molto bassa per non far caramellare il tutto, o peggio, bruciare.

2014-04-07 13.50.29

Quando lo sciroppo si sarà assorbito, mettere le scorze su un foglio di carta forno su cui avrete cosparso un po’ di zucchero semolato e, dividendole, rigiratele nello zucchero per bene. Far asciugare bene le scorzette per una notte intera, meglio per 24 ore.

2014-04-07 14.11.47

Dopodiché, potrete metterle in un barattolo di vetro ben chiuso, conservandole in frigo per qualche mese. Fate attenzione a che siano ben asciutte prima di metterle nel vasetto.

Se vi è piaciuto questo articolo, vi invito a cliccare “Mi piace” su questa paginahttps://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258 per non perdervi tutte le novità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.