Crea sito

Rose di pasta brioche, per un happy hour con il salame Dop

DSCN5705

 

Vi ricordate del mio post sul Salumificio Peveri, di Chiaravalle, in provincia di Piacenza? Parlavo di un’iniziativa aperta ai food-blogger, quella di preparare un aperitivo in cui tra gli ingredienti figuri un loro prodotto tra Coppa piacentina Dop, Pancetta Piacentina Dop, Salame piacentino Dop e Mandola, il salame prosciutto. Mi hanno spedito un campione del loro salame Piacentino Dop e ho subito iniziato a pensare a cosa preparare come happy hour, visto che il loro contest prevede di creare delle ricette di finger food tra i cui ingredienti vi sia uno dei loro salumi.

E ho immediatamente pensato a un prodotto lievitato, vista la mia grande passione per i lievitati in genere. Così ecco le mie roselline di pasta lievitata per il Contest!

Ho aderito con piacere all’iniziativa del Salumificio Peveri perchè si tratta di un prodotto 100% italiano, inimitabile, con la loro ricerca della qualità, l’utilizzo di carni selezionate e genuine, la tecnica di stagionatura nelle cantine rispettando il microclima senza forzature che rendono i salumi Peveri tra i migliori salumi emiliani.

DSCN5699

Tra i loro prodotti di eccellenza, io ho scelto il salame Piacentino dop: dopo aver aperto la confezione le mie narici sono rimaste colpite dall’aroma sprigionato, un profumo di salame genuino che solletica le papille gustative e ti spinge a saggiarne il sapore. Così mi sono trovata a tagliare una fettina sottile di salame ma poi basta, il resto era destinato a queste roselline di pasta brioche salata!

Ecco come preparare un raffinato finger food per il nostro aperitivo.

Ingredienti 

  • 100 g farina di farina W 300-320
  • 400 g farina di tipo 0 W 220 (la mia ha 11,5% di proteine)
  • 120 g di pasta madre rinfrescata
  • 1 cucchiaino di malto
  • 1 cucchiaio raso di zucchero (circa 15 g)
  • 150 g di latte
  • 100 g di acqua
  • 8-10 g di sale
  • 30 g di olio d’oliva

Per la farcitura

Per spennellare

  • un tuorlo
  • un goccio di latte

Note sul lievito

Chi ha il li.co.li. usarne 80 grammi e aggiungere 40 g in più di farina all’impasto.

Chi, invece, volesse utilizzare lievito di birra fresco, riporto la seguente conversione:

  • 100 g farina di manitoba
  • 400 g farina 0
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaio raso di zucchero
  • 150 g di latte
  • 120-140 g di acqua
  • 8-10 g di sale
  • 30 g di olio d’oliva

In questo caso i tempi di lievitazione saranno chiaramente più brevi, rispetto al lievito madre. Sciogliere il lievito di birra nel latte appena appena tiepido con lo zucchero. Aggiungerlo alla farina, unendo il resto dei liquidi. Aggiungere il sale verso la fine ed impastare. Unire, infine, l’olio ed impastare a lungo fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. L’impasto dovrà raddoppiare in circa 2 ore e mezza e le roselline, formate col tutorial che vedrete di seguito, dovranno lievitare in circa 1 ora-1 ora e mezza, in un luogo caldo e riparato. (Sia l’impasto che il rustico vanno coperti con pellicola durante la lievitazione).

Procedimento

Usare la pasta madre a poche ore dal rinfresco (oppure rinfrescata la sera prima). Aggiungerla a piccoli pezzi nella ciotola, aggiungere il latte e l’acqua a temperatura ambiente e con la frusta a foglia sciogliere il lievito insieme al malto finchè si formi una piccola schiumetta. Quando si sarà disciolto, aggiungere un terzo della farina con lo zucchero, ed amalgamare. Poi aggiungere gradualmente il resto della farina, poi il sale mettendo il gancio quando l’impasto si farà più consistente. Unire, infine, il resto della farina.

Quando l’impasto sarà diventato più omogeneo e compatto, aggiungere l’olio in 2-3 tempi , a filo, facendolo assorbire bene all’impasto. Dovrà risultare un impasto liscio, omogeneo ed incordato, quindi impastate col gancio per qualche minuto, a velocità sostenuta (se non avete la planetaria, potete impastare a mano, l’ordine degli ingredienti non cambia).

Io ho finito di impastare a mano sulla spianatoia. L’impasto è piuttosto sodo, ma dovrà essere ben impastato.Far riposare l’impasto per 30 minuti, coperta a campana da una ciotola.

Poi fare sul piano appena appena cosparso di semola un primo giro di pieghe a tre, coprire l’impasto con una ciotola a campana. Procedere con un altro giro di pieghe a tre dopo circa 40 minuti, pirlare per formare una bella palla rotonda che metterete nella ciotola leggermente unta. Coprire con pellicola e tenere l’impasto a temperatura ambiente per un’oretta, prima di stazionarlo in frigo per tutta la notte (circa 10-12 ore).

Al mattino, tirare l’impasto dal frigo e far acclimatare per procedere con la lievitazione. Io l’ho tenuto 4 ore a temperatura ambiente: in ogni caso, i tempi dipendono anche dalla temperatura ambientale.

Quando l’impasto risulta raddoppiato, rovesciarlo sulla spianatoia infarinata, sgonfiarlo un po’ con le mani, allargarlo per formare un rettangolo stenderlo con un mattarello fino ad ottenere un rettangolo dallo spessore di circa 8 mm.

DSCN5671

Formiamo le roselline di pasta brioche. Approntiamo sul piano di lavoro i pirottini per muffin.

Con un coppapasta formare tanti dischetti lungo la pasta stesa. Distribuire su ogni dischetto una fetta sottile di salame (per me salame piacentino dop Salumificio Peveri) e formaggio, tagliato a cubettini. Piegare a metà, come se fosse un’ostrica. Adagiare il disco così piegato in un pirottino per muffin, creando una concavità, e affiancate un altro dischetto ripiegato, e un altro ancora, a mò di petali, per formare una rosellina. Su ogni pirottino occorreranno 3 dischetti farciti e ripiegati per formare le rose.

pizap.com14136518189301

Coprire le roselline con pellicola e far lievitare in un posto caldo e riparato (circa 26°) fino al raddoppio. Occorreranno circa 4-6 ore. I tempi, lo sapete, che sono sempre indicativi quando si tratta della pasta madre: dipendono dalla temperatura che avete in casa e dalle forza della pasta madre.

DSCN5677

 

***************

Se avete utilizzato il lievito di birra, i tempi di lievitazione saranno inferiori, circa un’oretta – un’ora e mezzo.

***************

Al raddoppio, accendete il forno statico a 180°. Scoprite le vostre rose per lasciarle un po’ all’aria e spennellatene la superficie con un tuorlo sbattuto con un po’ di latte.

DSCN5690

Infornare le roselline in forno statico pre-riscaldato a 180° e cuocere per circa 20 minuti, o fino a doratura.

Sfornare e mangiare calde o tiepide per il vostro happy hour!.

DSCN5697

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ringrazio il Salumificio Peveri per avermi dato l’opportunità di provare il loro eccezionale Salame Piacentino dop.

 

DSCN5696

 

 

 

 

 

Primo piano… Non sono adorabili queste roselline di pasta brioche?

 

DSCN5698

 

DSCN5706

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdevi tutte le novità

*******************************

Con questa ricetta partecipo al Contest Happy Hour Dop con i Salumi Peveri

peveri2

 

Pubblicato da dolcesalatoconlucia

Ciao a tutti, ho 30 anni, vivo e lavoro in prov. di Napoli e ho una grandissima passione per la cucina. Il mio interesse è rivolto parimenti al dolce quanto al salato. Spero di poter dare un forte contributo e aiutarvi nelle vostre creazioni!

Una risposta a “Rose di pasta brioche, per un happy hour con il salame Dop”

  1. Ciai lucia, bella proposta. Poi non conoscevo. Questi salumi… Grazie per tutte queste idee che ci proponi… Buona Domenica!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.