Crea sito

Purple bread con lievito madre

Purple bread con lievito madre

Purple bread con lievito madre

Purple bread con lievito madre

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi vi voglio parlare di un pane del quale sono molto, ma molto orgogliosa e soddisfatta… Vi presento il mio…

Purple bread!

Si, dal colore spiccatamente viola, anzi questo pane è per la verità bicolore, in quanto si intravede anche il giallo, dato dalla curcuma in polvere, una radice dall’elevato potere colorante. E come ho ottenuto il viola? E senza utilizzare coloranti artificiali… Beh, la natura ci regala tante verdure colorate, basti pensare alle patate e alle carote viola, la rapa rossa, ecc… In realtà tra i vari ho ottenuto un maggior colore pronunciato della mollica proprio grazie alle carote viola! Guardate qui 🙂

Purple bread, la fetta

 

 

Beh, grazie alle carote viola si può giocare con i colori e preparare tante cose sfiziose in cui risalterà sicuramente questo colore!

Sono praticamente identiche alle carote classiche, ma con la differenza che hanno un 22% in meno di zuccheri, e sono ricchissime di antociani, quei pigmenti che ne danno il tipico colore, e che ritroviamo anche nei mirtilli, more, ciliegie, uva, cavolo cappuccio…Queste sostanze, oltre ad avere un potere colorante, hanno ottime proprietà: un elevato potere antiossidante ad esempio, grazie al quale svolgono una valida attività contro l’invecchiamento dei tessuti. Gli antociani hanno elevate proprietà antinfiammatorie e antiaggreganti, tanto che un buon consumo di alimenti che ne contengono contribuisce a mantenere nei limiti corretti il livello di colesterolo nel sangue (fonte web).

Questo pane mi rende orgogliosa anche per la sua forma intrecciata, ispirata ai pani del celebre “panadero” Josep Pascual.Quindi un pane intrecciato a girandola!

Purple bread con lievito madre

E ora vediamo come ottenere questo purple bread! Ringrazio Cesira del blog Cantando con Cesira per il tutorial che ho seguito per cercare di imitare il pane di Pascual. Ovviamente, il tocco in più è stato preparare due impasti colorati, uno con le carote viola e uno giallo, con patate e curcuma.

E vi dirò di più, era anche un pane davvero molto buono questo purple bread! 😀

 

E ora non vi resta che acquistare le carote viola, ormai si trovano in tutti i supermercati e possono essere utilizzate anche per la preparazione di piatti dai colori vivaci, come zuppe, vellutate, insalate in cui alternare altre verdure a piacere a seconda dei colori e dei gusti che si vogliono ottenere.

Purple bread, ecco come prepararlo.

Ingredienti

Per l’impasto viola

  • 250 g di farina W 280/300
  • 200 g di carote viola
  • acqua di cottura delle carote viola q.b.
  • 60 g di li.co.li. rinfrescato
  • 6 g di sale

Per l’impasto giallo

  • 250 g di farina W 280/300
  • 200 g di patate
  • acqua di cottura delle patate q.b.
  • 60 g di li.co.li. rinfrescato
  • 6 g di sale
  • un cucchiaino di curcuma in polvere

E in più

  • semola rimacinata per lo spolvero
  • semi di papavero q.b.

Note sulla farina

Ho usato 70% farina tipo 0 di media forza (una comune 0 con 11% di proteine) e 30% di farina W 350 (Garofalo)

Note sul lievito da utilizzare

Se avete la pasta madre solida, mettete 70 g di Pasta madre rinfrescata da qualche ora (e 70 g per l’altro impasto) e unitela dpo averla frullata in un po’ di acqua di cottura delle carote viola e delle patate.

Preparazione

Lavare ed asciugare le patate e le carote viola, asciugarle e pelarle. Tagliare le verdure a pezzi piccoli e lessarle in due pentoline separate. Far raffreddare e conservare un po’ dell’acqua di cottura delle verdure, che andranno ridotte in purea dopo averle fatte scolare bene. Conservate l’acqua di cottura.

Setacciare le farine e unirle nella ciotola, aggiungere il lievito e le carote viola ridotte in purea. Iniziare ad impastare prima con la foglia e poi col gancio. Unire un goccio di acqua di cottura delle carote viola se occorre. Io ne ho messo un po’, a seconda della capacità di assorbimento della farina. Dopo qualche minuto, aggiungere il sale e continuare ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio, sodo e tenace. Occorreranno circa 10-12 minuti di impasto, se occorre, aumentate la velocità della planetaria nei minuti conclusivi.

Fare lo stesso con l‘impasto alle patate, unendo la curcuma in polvere alla farina per colorare di giallo l’impasto. Far riposare (puntare al calduccio, a 24°) i due impasti per circa 30 minuti.

Dopodichè su un piano cosparso con poca semola, fare un giro di pieghe a tre, coprire a campana e far riposare per 30-45 minuti. Altro giro di pieghe a tre, arrotondare e mettere in due ciotole coperte con coperchio o pellicola. Far lievitare l’impasto fino al raddoppio: il tempo varia dalla casistica in gioco, ad esempio la temperatura ambientale. Ad una temperatura ottimale e costante di 24° potrebbe esser pronto in 3 o 4 ore. Io mi avvalgo della mia camera di lievitazione.

Una volta lievitato l’impasto, occorre dargli la forma caratteristica. Dividere ciascun impasto in 2 parti,lasciando un po’ di impasto per creare la pallina da mettere al centro. Stendere ogni pezzo di impasto con le mani, piegare prima il lembo superiore verso la metà, poi il lembo inferiore verso la metà e ripiegato con i pollici ottenendo 4 filoncini. Unire questi 4 salsicciotti alternando i colori viola e giallo e unirli “a X”, attorcogliandoli intorno al centro .

Il tutorial fotografico potrà spiegare molto meglio il procedimento.

Con il pezzettino di impasto, che avrete pirlato, immergetelo nell’acqua e poi passatelo sui semi di papavero e, infine, collocatelo al centro del pane. Coprire il pane con pellicola e far lievitare per circa un’ora e mezza/due ore. Io l’ho collocato su carta forno in un tegame tondo, di modo che contenesse la forma.

Cottura

Infarinare setacciando un po’ di farina 0 sulla superficie, praticare dei tagli con una lametta o bisturi incidendo diagonalmente ed infornare il pane in forno statico preriscaldato a 230° con vapore. Dopo 15 minuti, abbassare a 210° e proseguire la cottura per altri10 minuti e togliere il vapore.Poi abbassare a 200° e proseguire la cottura. Tempo totale circa 50 minuti per questa pezzatura. Negli ultimi 10 minuti terminare col forno a fessura

Sfornare e far raffreddare su una gratella.

Purple bread con lievito madre

Se vi piace giocare con i colori provate questa ricetta, il risultato stupirà tutti i vostri amici 😉

Fatemi sapere!

Un’esplosione di colori sgargianti

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” su questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdervi tutte le novità!

 

2 Comments on Purple bread con lievito madre

  1. Imma
    12 marzo 2017 at 16:57 (1 mese ago)

    Ma che colori questo pane cara uno spettacolo!!Sulla tavola di Pasqua sono certa che ci starebbe benissimo e poi sai i miei cuccioli come impazzirebbero per questo pane bicolor cosi sgarciante e poi qui in casa mia il pane va a ruba quindi lo proverò di sicuro!!Bacioni,Imma

    Rispondi
    • dolcesalatoconlucia
      14 marzo 2017 at 18:02 (1 mese ago)

      Ciao Imma, in effetti questo pane ha stupito proprio per i suoi colori ad effetto, sgargianti davvero 🙂
      Grazie per essere passata qui, miha fatto piacere1! 🙂
      Lucia

      Rispondi

Leave a Reply

*