Morbide focaccine con philadelphia nell’impasto

Morbide focaccine con philadelphia nell'impasto
Morbide focaccine con philadelphia nell’impasto

Oggi vi propongo la ricetta di morbide focaccine, facili e veloci, per utilizzare l’esubero di pasta madre non rinfrescata. Si tratta di un modo per utilizzare quella parte di pasta madre che viene scartata prima di un rinfresco, per ottenere delle focaccine morbidissime, con un ingrediente particolare nell’impasto: la philadelphia!! Grazie all’aggiunta di questo tipo di formaggio spalmabile, otterrete  un impasto soffice e molto profumato, con cui preparare delle focaccine che si abbinano con tutto, sia al dolce che al salato.

Inoltre, questa ricetta è molto indicata per chi non ha molto tempo da dedicare alla lievitazione di un pane a lievitazione naturale e non vuole comunque rinunciare alla bontà di un prodotto casalingo. E, ancora, questa ricetta non richiede l’utilizzo del forno, in quanto le focaccine si cuociono in padella… Quindi, davvero una ricetta veloce in tutti i sensi!

Queste focaccine con esubero sono così buone che non riuscirete a smettere di mangiarle, infatti ne ho mangiate due di fila appena pronte, e le altre si sono salvate perchè dovevo scattare le fotografie eheh! 😉 Insomma, se cercate delle idee per una merenda o uno spuntino appetitoso, ma anche come sostituto del pane, questa ricetta fa per voi.

Una ricetta veloce e facile adatta a  smaltire l’esubero: il mio stazionava in frigorifero da circa una settimana, pensate voi! Se cercate altre idee per smaltire l’esubero, c’è la sezione apposita del blog, di ricette per esubero.

E chi non ha l’esubero? Beh, potete utilizzare la farina autolievitante oppure mezza bustina di lievito salato istantaneo.

  • 250 gr di farina
  • 75 g di philadelphia
  • 70-80 g di latte
  • 30 ml di olio evo
  • 1/2 bustina di lievito per torte salate
  • 5-6 g di sale

Vediamo la ricetta con esubero di pasta madre solida.

Ingredienti per circa 8 focaccine

  • 150 g di esubero di pasta madre solida
  • la punta di un cucchiaino di bicarbonato (per smorzare l’eventuale acidità dell’esubero)
  • 250 g di farina *
  • 75 g di philadelphia (un panetto)
  • 1/2 cucchiaino di malto
  • 100-120 g circa di latte
  • 30 ml di olio extravergine
  • 1 cucchiaino di sale (5-6 g)

*  io ho messo 200 g di farina 0 bio e 50 g di farina integrale bio

Per chi ha il licoli, metterne 100 g ed aggiungere 50 g in più di farina.

N.B.

Oltre al philadelphia, potete aggiungere altro tipo di formaggio spalmabile (e hanno provate sia con mascarpone che robiola) 😉

Procedimento

Aggiungere l’esubero di pasta madre a pezzettini nella ciotola della planetaria ed scioglierla nel latte, aggiungendo il bicarbonato e il malto. Aggiungere la philadelphia ed amalgamare.

DSCN6179

 

Aggiungere ora la farina gradualmente, il sale e infine l’olio evo (chiaramente, si può impastare anche a mano).

Impastare fino ad ottenere un panetto liscio, morbido ma non appiccicoso e porre in una ciotola a riposare per un’oretta. Se avete più tempo, anche di più…

DSCN6180

Trascorso il tempo di riposo, staccare 7-8 pezzi dello stesso peso ed arrotondarle.

Le mie pesavano circa 70-80 g ciascuno.

Far riposare le palline di impasto sul piano, coperto da un canovaccio, per circa mezzora.

DSCN6181

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo il periodo di riposo, schiacciate con i polpastrelli delle dita creando tante fossette.Io le ho fatte riposare una mezzoretta le focaccine schiacciate. Poi ponete a riscaldare una padella antiaderente sul gas. Dovrà essere rovente. (perchè non useremo olio e così non attaccheranno). Al  momento di cuocere le focaccine, la fiamma , va abbassata,

DSCN6182

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cottura

Adagiare le focaccine sulla padella, abbassare la fiamma e cuocere le focaccine pochi minuti per lato, con coperchio, finchè non si gonfiano leggermente.e si dorano in superficie. Girarle spesso, controllando la cottura, devono cuocere anche internamente e la superficie non deve bruciarsi.  Bisogna avere l’accortezza, quindi consiglio di controllare a vista evitando che divengano troppo croccanti in superficie.

DSCN6189

Servire le morbide focaccine con philadelphia nell’impasto!!

Morbidissime.

DSCN6188

 

Li possiamo farcire come vogliamo.

Io ho messo del companatico…

DSCN6192

DSCN6193

 

 

Una soluzione per preparare in poco tempo delle focaccine, da mangiare in sostituzione al pane! 🙂

 

DSCN6197

 

 

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” su questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdervi tutte le novità!

 

**************************

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Novembre 2014 di Panissimo23, raccolta mensile ideata da Sandra e Barbara di Bread & Companatico, che per il mese di Novembre è ospitata da Sandra, del blog Sono io, Sandra.

Questa è la gemella polacca e potete inserire il vostro articolo anche nella raccolta della nostra amica polacca Zapach Chleba, e questo è il banner.

 

E andate sulla pagina Fb di Panissimo per vedere le interessantissime proposte di lievitati dolci e salati!

34 commenti su “Morbide focaccine con philadelphia nell’impasto, da cuocere in padella”

  1. da cuocere in padella…. e mi brillano gli occhi.
    un genio come sempre Lucia!
    spettacolo quella ripiena con il prosciutto…. che faccio svengo?
    un abbraccio e grazie!
    Sandra

    • Ciao Paola, in questo caso occcorre mescolare il lievito in bustina alla farina, unisce gradualmente i liquidi e poi la philadelphia e impasta. Poi il sale e finisci di impastare. Per il resto il procedimento è uguale

  2. Ciao a tutti.Grazie mille per questa idea meravigliosa.Ormai queste focaccine sono presenti quasi quotidianamente a casa mia ma io non uso farine bianche e le faccio solamente con la farina integrale e come formaggio uso il quarck o il linessa .Sono una delizia

  3. ciao sono una novizia della pm, per iniziare volevo provare questa cosa meravigliosa che assomiglia alle tigelle modenesi….. siccome come ti dicevo sono molto inesperta, più o meno quanto tempo occorre da quando si inizia a tirare fuori il lievito dal frigo a quanto si posso mangiare?? indicativamente …

    • Ciao AnnaPaola. In effetti assomiglia alle tigelle non ci avevo pensato ihih
      Dunque , puoi tirare l’esubero un’oretta prima dal frigo, ma non lo faccio sempre, tanto qui non è che devono lievitare. Magari se lo senti troppo freddo l’esubero, puoi usare i liquidi appena appena tiepidi…
      Da quando hai il lievito madre? 🙂

  4. Ciao Lucia ti seguo sempre anche nel gruppo della pasta madre su facebook …sei la mia migliore ispiratrice ( forse perchè qualsiasi ricetta presa dal tuo blog finora mi è riuscita benissimo 😉 )
    Posso mettere la ricotta invece della philadelfia? Credi che sia possibile cucinarle nel ferrari? grazie

    • Ciao Luisa! grazie sei troppo gentile! Si puoi mettere qualsiasi tipo di formaggio spalmabile, ad esempio una ragazza ha messo mascarpone… forse la ricotta npon ce la vedrei tanto bene, ma potresti provare…
      Si con il ferrari, ne parlavo proprio l’altra volta con una ragazza nel gruppo. Occorre mettere il termostato tra 1 e 2, ovviamente stando attenti ai tempi di xottura

    • Ciao Luisa! grazie sei troppo gentile! Si puoi mettere qualsiasi tipo di formaggio spalmabile, ad esempio una ragazza ha messo mascarpone… forse la ricotta non ce la vedrei tanto bene, ma potresti provare…
      Si con il ferrari, ne parlavo proprio l’altra volta con una ragazza nel gruppo. Occorre mettere il termostato tra 1 e 2, ovviamente stando attenti ai tempi di cottura

  5. dimenticavo…l’unica cosa che ancora non ho provato con la pasta madre è la pizza…mi dai un consiglio su una ricetta di sicuro successo come prima volta? 🙂

  6. Ciao Lucia, ho un esubero di licoli idratato al 100% e vorrei provare le tue fantastiche focaccine!! sapresti darmi un’indicazione di come variare farina e latte..? sono una novellina del lievito madre.. :p

  7. Ciao Ambra! Queste focaccine stanno avendo molto successo ihih
    Allora per chi ha il licoli, metterne 100 grammi e aumentare di 50 g la farina. così mi dice la conversione. Fammi sapere! 🙂

    • si io le ho cotte anche in forno 😉 Ho preriscaldato il forno e ho cotto le focaccine a 180° per circa 15 minuti dopo averle spennellate con un’emulsione formata da acqua e olio in pari quantità. Per i tempi regolati in base al tuo forno!

  8. Ciao Patrizia, certo che si può usare il lievito di birra, però fai lievitare l’impasto in un posto caldo.

    Puoi fare così:

    250 gr di farina tipo 0
    75 g di philadelphia
    70-80 g di latte
    30 ml di olio evo
    5 g di lievito di birra fresco
    5-6 g di sale

    Puoi anche cuocerle in forno! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.