Crea sito

Focaccia senza impasto con semola rimacinata di grano duro

Focaccia senza impasto con semola rimacinata di grano duro

 

Focaccia senza impasto con semola rimacinata di grano duro

Oggi una ricetta semplice semplice e di facile esecuzione. Ed è una ricetta che sto preparando sempre più spesso negli ultimi tempi, vista la semplicità di realizzazione.

La focaccia senza impasto con semola rimacinata di grano duro!

Essendo, appunto, senza impasto è perfetta per chi, come me egli ultimi tempi, non ha più molto tempo da dedicare agli impasti ma non vuole comunque rinunciare a mangiare prodotti homemade Questa ricetta segue lo stesso modus operandi dei “no knead”, vale a dire “impasti senza impasto“, non occorre impastare, non occorrono impastatrici, bimby ecc, ma solo una ciotola e una spatola in silicone! 😉 Più facile di così, no?

La ricetta originaria è la focaccia senza impasto presente da anni sul blog, ma questa volta ho voluto cambiare farina ed utilizzare il grano duro che, come sapete, conferisce un buon sapore agli impasti. E così oggi vi farò vedere come realizzare una focaccia senza impasto con semola rimacinata di grano duro!

L’idratazione utilizzata per questa ricetta è circa il 90%, ma non è un problema perchè è appunto senza impasto, non occorre incordare e poi ciò aiuterà a conferire al prodotto finale una leggerezza unica, una mollica alveolata e sofficissima. Dunque, con la focaccia senza impasto si può ottenere senza troppi sforzi una focaccia estremamente morbida e lievemente croccante in superficie!

Io ho utilizzato la farina di Tritordeum, che è un incrocio tra grano duro e orzo selvatico ma, ritenendola troppo debole perchè avevo bisogno di una lunga lievitazione, l’ho tagliata con della normale semola rimacinata.

E’ molto gustosa, morbida da mangiare a morsi così com’è oppure da farcire come preferite. E non porta via molto tempo! Perfetta per me e per voi, immagino!

La proviamo? 😉

Ingredienti per una teglia da 30 cm circa

  • 90 g di lievito madre liquido di grano duro
  • 300 g di Tritordeum
  • 200 g semola rimacinata di grano duro (io La Molisana)
  • 430 g di acqua 
  • 12 g di sale (2,2%)
  • 10 g di olio extra vergine d’oliva

NOTE SULLA FARINA

Potete utilizzare 500 g di semola rimacinata tranquillamente 

NOTE SUL LIEVITO

Se avete la pasta madre solida, utilizzatene 120 g e unite 40-50 g di acqua in più all’impasto.

Per l’emulsione finale

  • 15 ml olio extravergine d’oliva
  • 20 ml acqua
  • q.b. di sale grosso
  • rosmarino a piacere (o altre spezie a piacere)

Preparazione

Rinfrescare il lievito (solido o liquido che sia). Al raddoppio, sforchettare il lievito madre liquido in metà dell’acqua: dovrà formarsi una schiumetta (se usate quello solido, utilizzate un frullatore ad immersione, farà tantissima schiuma). Setacciare le farine in una ciotola capiente, unire l’acqua con all’interno disciolto il lievito e aggiungere il resto dell’acqua, mescolando il tutto con l’aiuto di una spatola in silicone. Unire il sale e mescolare, poi l’olio. Mescolate sempre avvalendovi dell’aiuto di una spatola o del cucchiaio.

Coprite la ciotola con il coperchio o pellicola e fate lievitare l’impasto.

NOTE SULLA TEMPISTICA (DA LEGGERE)

Se avete in casa una temperatura non superiore ai 18-20°, potete tener l’impasto per tutta la notte o comunque 8/12 ore.

Io dopo aver impastato alle ore 19, dopo qualche ora (alle 23, prima di andare a dormire) ho messo l’impasto in frigo, dovendo andare a lavoro l’indomani… Per quanto riguarda i tempi di lievitazione, se omettete il passaggio in frigo, i tempi sono indicativi e potrebbero volerci 4 ore a 24/25°. Tutto dipende dalla temperatura di lievitazione (date un’occhiata in ogni caso).

FASI SUCCESSIVE

Oleare una teglia da 30 cm circa di diametro e fatevi ricadere l’impasto (che si presenterà gonfio e pieno di bollicine) in modo da ricoprire tutta la superficie della teglia con l’impasto. Coprire con pellicola, facendo in modo che non aderisca alla superficie, e porre la focaccia a lievitare fino al raddoppio. Per quando mi riguarda, quando sono ritornata dal lavoro, l’ho tirato dal frigo, aspettato che si acclimatasse, poi messo in cella a 26° e aspettato che raddoppiasse

COTTURA

Una volta che la focaccia sia cresciuta in teglia, prima di infornare, mettere sulla superficie della focaccia l’emulsione preparata in precedenza, mescolando semplicemente olio ed acqua. Quindi, creare degli avvallamenti con le dita, e distribuire aghi di rosmarino fresco. Mi raccomando di essere delicati per non rompere le bolle di lievitazione. Siate delicati anche nello spostamento della teglia verso il forno. Infornare la focaccia in forno ventilato e pre-riscaldato a 200° per circa 25-30 minuti o fino a quando la superficie si sarà colorita.

Sfornare e servire farcendola a piacere!

Focaccia senza impasto con semola rimacinata di grano duro

Tagliare a fette e servire tal e quale o farcita.

Eccovi l’interno.

Io l’ho farcita con mortadella.

Ottima! Facile facile, no? 😉

 

 

 

 

 

 

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” su questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258 per non perdervi tutte le novità!

 

 

Leave a Reply

*