Crostata ripiena al sapore di sfogliatella

IMG_1189

 

Oggi vi presento la ricetta di una crostata ripiena specialissima, ribattezzata al sapore di sfogliatella!

Com’è nato questo dolce? Stavo sfogliando il libro di Sal De Riso, Dolci in famiglia, alla ricerca di un dolce non troppo elaborato da preparare, per sfruttare una ricotta freschissima di bufala che avevo in casa. L’occhio mi è caduto sulle Santa Rosa, dei pasticcini di pasta frolla ripieni con una squisita crema di ricotta e semolino, la cui forma ricorda molto il cappello delle suore. Di questo dolce mi ha colpito soprattutto la storia che De Riso fa accompagnare alla ricetta, l’origine remota delle Santa Rosa… Niente di meno, erano le antenate delle sfogliatelle!

Così ho cercato un po’ in rete e ho approfondito la storia della Santa Rosa. Attualmente, la Sfogliatella S. Rosa è uno degli esempi più rinomati della rinomata pasticceria partenopea. Ma qual è l’origine cui De Riso accenna?

La storia va ricercata nel monastero di Santa Rosa, a Conca dei Marini, nel 1700. La creazione di questo dolce avvenne ad opera delle monache di clausura che lo abitavano, e del tutto casualmente.

Un giorno, la monaca cuoca, bravissima a fare dolci, si trova in avanzo della farina di semola cotta nel latte, così pensa bene di aggiungerci alcuni ingredienti che abbondano in dispensa. Aggiunge della frutta secca, del liquore al limone, dello zucchero, poi, arricchisce l’impasto del pane con un po’ di strutto e vino bianco, per trasformare la classica pasta in una frolla dolce, ne ricava due sfoglie dove mette all’interno il ripieno precedentemente preparato, crea una pasta a forma di cappuccio di monaca e la cuoce. 
A questo dolce venne dato il nome della Santa a cui era dedicato il convento,Santa Rosa appunto! Nel tempo, la sfogliatella si arricchisce di nuovi ingredienti come: la ricotta, le amarene sciroppate, la crema pasticciera, etc. (fonte)

Le varietà della sfogliatella oggi sono la “riccia”, la “frolla” e la “ Santa Rosa”. Quindi, le Santa Rosa di oggi non hanno nulla a che vedere con quelle di secoli fa, chiaramente.

IMG_1192

Oggi vi propongo la ricetta di una crostata ripiena, seguendo la ricetta di De Riso, con mie piccole variazioni. Anziché utilizzare degli stampi monoporzioni, ho deciso di fare un’unica crostata ed arricchire il ripieno con pezzetti di cioccolato fondente, invece di utilizzare solo scorzette candite di arancia, per venire incontro ai gusti del mio fidanzato, visto che la crostata era un dolcetto preparato per lui 🙂

Il risultato? Una crostata ripiena eccezionale, che consiglio assolutamente di provare, perché vi conquisterà col suo sapore! Ecco come.

Ingredienti per uno stampo di 24 cm

Per la pasta frolla napoletana

  • 500 g di farina 00
  • 150 g di uova intere (n°3)
  • 200 g zucchero
  • 200 g di strutto
  • 5 g di sale fino
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1/2 baccello di vaniglia

Ingredienti per il ripieno

  • 85 g di semolino
  • 350 g di acqua (io metà con latte)
  • 3 g di sale
  • 1 uovo intero (55 g)
  • 140 g di zucchero
  • 250 g di ricotta
  • 1 cucchiaino estratto vaniglia (o 1/3 di baccello)
  • buccia grattata di arancia
  • 0.5 g di cannella
  • e in più poche gocce di fior di arancio
  • 140 g di scorzette candite di arancia (io 80 g, e il resto gocce di ciocc. fondente)

Per le scorzette candite di arancia, ho seguito la mia ricetta facile.

Preparazione

Preparare la pasta frolla, anche il giorno prima.

Sulla spianatoia mettere la farina a fontana e, al centro, aggiungere lo zucchero, la vaniglia, la buccia grattugiata di limone, la vaniglia ed il sale. Al centro della fontana unire lo strutto, poi le uova intere e lavorare velocemente la pasta frolla con le mani formando un panetto sodo, avvolgerlo da pellicola, e riporlo in frigorifero. Potreste, per comodità, prepararla la sera prima (così io faccio). Oppure in planetaria, utilizzando la frusta a foglia.

Preparare il ripieno

Riscaldare il latte a fuoco medio-basso, aggiungendo il sale. Quando il latte giungerà al punto dell’ebollizione, versarvi il semolino a pioggia mescolando energicamente con un cucchiaio di legno. Questo è un momento molto importante in cui dovrete fare attenzione a non far formare grumi nel composto. Abbassate la fiamma al minimo e continuate la cottura per circa 5 minuti. Trasferire il composto in una ciotola di vetro e far raffreddare

Completiamo la preparazione del ripieno

Setacciare la ricotta con l’aiuto di un passaverdure o schiacciapatate.

IMG_1179

Aggiungerla al semolino, unire l’uovo intero, lo zucchero e gli aromi.Io ho frullato tutto con il frustino elettrico. Aggiungete al composto le scorzette di arance fatte a pezzettini piccolissimi e mescolare con una spatola in silicone.

IMG_1180

Come detto in apertura, io ho aggiunto anche gocce di cioccolato fondente.

Mescolare per amalgamare bene il tutto.

IMG_1181

Intanto, tirate dal frigo la pasta frolla e stendetela su un piano leggermente infarinato fino ad ottenere uno spessore di circa 6 mm.

Foderato uno stampo da 24 cm con la pasta frolla. Lo stampo andrà prima imburrato ed infarinato..Bucherellare la base di frolla e versate il ripieno sul guscio di pasta frolla. Ricoprire con l’altro disco di pasta frolla e rifinite i bordi del guscio

IMG_1182

Intanto, accendete il forno, statico a 200°, per preriscaldarlo.

Spennellare la superficie della crostata con un po’ di albume sbattuto.

IMG_1183

Cottura

Infornare e cuocere  in forno già caldo a 180° per circa 35-40 minuti circa o fino a quando la superficie del dolce non risulti dorata.

Sfornare e far raffreddare bene prima di rimuovere dallo stampo. Per comodità potreste utilizzare uno stampo a cerchio apribile.

Far raffreddare bene prima di servire. Col riposo i sapori si amalgamano meglio. Quindi, consiglio di infornare la sera per servire il giorno dopo.

Io l’ho decorata con cioccolato fuso, perchè era un regalo per il mio amore.

12821366_770631309734246_6013852832913659533_n

Tagliare a fette e servire la vostra crostata al sapore di sfogliatella (frolla)!

Piacerà sicuramente a tutti! Ecco una bella fetta di crostata con il ripieno che ricorda appunto quello delle sfogliatelle! 😉

E’ buonissima!

IMG_1188

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” su questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258 per non perdervi tutte le novità!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.