Crea sito

Crostata con crema e marmellata di visciole

Crostata con crema e marmellata di visciole

IMG_3989.jpg1
Crostata con crema e marmellata di visciole

Buongiorno a tutti e ben trovati con una nuova ricettina sul blog!

A casa impazziscono per i dolci con la pasta frolla e quindi eccomi con una nuova crostata, dopo quella postata qualche giorno fa, farcita con una strepitosa ganache al cioccolato.

Oggi vi propongo una crostata che evoca tempi di una volta, una sorta di torta della nonna… Una friabilissima crostata di pasta frolla ripiena di crema pasticcera e marmellata di visciole! Semplice, delicata e tanto buona!

Conoscete le visciole?

Fanno parte della famiglia delle ciliegie, dalla polpa e succo di colore rosso intenso, molto scuro. Le visciole si raccolgono tardivamente, nella terza decade di luglio, e dato che sono un po’ acidule, sono da consumare solo se “trasformate”, basti pensare alle confetture, lo sciroppo di visciole, etc. E’ un frutto ricco di antiossidanti, in particolare di melatonina, che aiuta nel sonno e contro l’invecchiamento. Tra le sostanze presenti nelle visciole ritroviamo il Beta-carotene, la vitamina C e altre sostanze nutritive che fanno tanto bene!IMG_3999

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Crostata con crema e marmellata di visciole

La marmellata di visciole, se non l’avete ancora provata, è strepitosa e si presta molto bene accompagnata alla crema pasticcera o alla ricotta. Come in questa crostata, perfetta come dolce da colazione o da merenda. Ovviamente, se non avete propriamente la marmellata di visciole, potete utilizzare una di ciliegie, di amarene o di fragole. La pasta frolla potete prepararla anche il giorno prima e così anche la crema pasticcera può essere realizzata in anticipo, magari la sera prima. Insomma, un dolce facile facile e che piacerà a tutti!

Ecco cosa occorre, buon lavoro!

Ingredienti per uno stampo di 30 cm

  • 500 g di farina di tipo 00
  • 250 g di burro
  • 200 g di zucchero (se a velo, otterrete una “frolla fine”)
  • 3 tuorli (peso circa 60 g)
  • un uovo intero (55 g)
  • 3 g di sale fino
  • buccia grattugiata di limone q.b.
  • 1/4 bacca di vaniglia (o un cucchiaino pieno di estratto di vaniglia)

Per la crema pasticcera (metodo Montersino)

  • 500 ml di latte (oppure 400 ml di latte+100 di panna)
  • 4 tuorli di uova XL (80 g)
  • 150 g di zucchero
  • 20 g di amido di riso
  • 25 g di amido di mais

Per guarnire

  • marmellata di visciole o di altra frutta a piacere

Procedimento

Preparare la pasta frolla (anche il giorno prima).

Sulla spianatoia mettere la farina, lo zucchero e il sale. Aggiungere il burro a tocchetti tirato dal frigo 15-20 minuti prima. Potrete mettere tutto in planetaria, naturalmente. Il burro dovrà essere intorno ai 13° per permetterne la giusta miscelazione: infatti, un burro troppo freddo (alla temperatura di frigorifero, 4° C) non riuscirebbe a miscelarsi bene, lasciando dei pezzettini nell’impasto. Viceversa, un burro troppo caldo tirerebbe fuori tutto il suo grasso rendendo l’impasto unto e sgretolato, difficile da lavorare. Creare un composto sabbioso sfregando il burro sulla farina. “Sabbiare” il composto significa sfregare tra il pollice e l’indice…

Il metodo sabbiato consiste proprio in questo. Miscelare la farina col burro a tocchetti e creare un composto “sabbioso” sfregando con le dita della mano il burro con la farina (o utilizzare la planetaria con la frusta a “foglia”) finché si saranno formate tante briciole. In questo modo si impermeabilizzano le proteine della farina e si rendono meno vulnerabili all’umidità, anche dopo la cottura. Il risultato è una pasta più friabile. Aggiungere poi le uova che con la loro percentuale di acqua, riescono a far legare il tutto dando compattezza alla pasta frolla.


Aggiungere al centro della farina a fontana i tuorli precedentemente sbattuti un po’ alla volta e raccogliere pian piano il composto sabbioso, per farlo assorbire. Aggiungere i semi della mezza bacca di vaniglia, la scorza di limone grattugiata, lavorare pochissimo la frolla, giusto il tempo necessario a farla compattare e formare un panetto, schiacciatelo formando un rettangolo e avvolgerlo con la pellicola, e riporlo in frigorifero per almeno 2-3 ore.

Se utilizzate la planetaria, occorreranno pochi secondi con la frusta a foglia.
pizap.com14526347885211

 

Dopo aver formato il panetto, avvolgetelo da pellicola e fate riposare un paio d’ore in frigo. Si può preparare anche il giorno prima.

Intanto preparate la crema pasticcera.

Io ho utilizzato la ricetta per preparare la crema col metodo Montersino.

crema pasticcera
crema pasticcera

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Trascorso il tempo di riposo, stendere con il mattarello la pasta frolla sul piano leggermente infarinato fino ad ottenere uno spessore di 4-5 mm. Trasferirla in uno uno stampo da crostata (il mio misurava 30 cm) imburrato ed infarinato (in alternativa, utilizzo lo spray staccante), punzecchiate il fondo con l’apposita rotella o i rebbi di una forchetta. Versarvi la crema pasticcera, poi la marmellata di visciole (o di altra frutta a piacere) e create uno strato uniforme. Stendete l’altro pezzo di pasta frolla e ricoprite la crostata con l’aiuto di una carta forno, ribaltandola sulla farcia. Decorare a piacere con la pasta frolla residua.

pizap.com14738733165101

Cottura

Infornare in forno statico preriscaldato a 180 ° per circa 35-40 minuti, coprendo la crostata con un foglio di carta stagnola se dovesse colorirsi troppo.

Cottura sul fornetto Estense/Rusticotto

In realtà, io ho cotto la crostata sul Rusticotto, un fornetto che cuoce sul gas, come il fornetto Estense. Mi sono creata un 2° ripiano, con un rialzo per microonde, di modo che la crostata non sta troppo in basso vicino al gas e stia più in alto, favorendone la colorazione superficiale. Ho cotto sul fornetto da 6-7 cm circa per un’oretta circa in ogni caso, dopo 50 minuti verificate), ruotando di tanto in tanto la teglia,.

Sfornare e far raffreddare completamente prima di servire su un vassoio da portata.

Spolverizzare la crostata con zucchero a velo a piacere

IMG_3994

 

 

 

Crostata con crema e marmellata di visciole

Assolutamente golosa nella sua semplicità!

La fetta… 🙂IMG_4004

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” su questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdervi tutte le novità!

Pubblicato da dolcesalatoconlucia

Ciao a tutti, ho 30 anni, vivo e lavoro in prov. di Napoli e ho una grandissima passione per la cucina. Il mio interesse è rivolto parimenti al dolce quanto al salato. Spero di poter dare un forte contributo e aiutarvi nelle vostre creazioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.