DSCN5530

 

La ciambella all’acqua ormai è un vero classico, che preparo sovente, vista la sua leggerezza e sofficità, e variando ogni tanto, sostituendo ad esempio parte dell’acqua con succo di agrumi, oppure aggiungere del cacao e così via. Di recente ho acquistato la pentola-fornetto, nota anche come “Fornetto Versilia”  che permette di cuocere torte, dolci e anche prodotti salati, verdure, carne etc. sul fornello a gas. Insomma, una pentola che usavano le nostre nonne e che ora è tornata in auge!

Io ho già il “Fornetto Estense”, un altro di questi forni che cuociono sul gas, più grande e capiente, di 35 cm di diametro, in cui si possono mettere teglie di varie forme e fogge, e cuocere anche più cibi di una teglia, avendo due ripiani. Mi ci trovo benissimo e lo uso quotidianamente. Da tempo, però, corteggiavo il Versilia perchè vedevo come i ciambelloni venissero altissimi, molto più alti rispetto a quelli cotti nel tradizionale forno. Infatti, con questo fornetto torte e ciambelloni vengono più alti e più soffici rispetto al forno elettrico, grazie all’umidità sprigionata dalla combustione del gas.

Così mi sono messa alla ricerca del Versilia anche perchè per me è un risparmio economico cuocere sul gas, in quanto il forno elettrico, almeno il mio, consuma tanto, ma proprio tanto e fa lievitare le bollette di casa! Il fornetto Versilia, invece, consuma solo il gas, e per giunta una piccola fiammella di gas, visto che va posto sul fuoco da caffè. Inoltre, è utile anche d’estate in quanto non si accende il forno col rischio di aumentare ancora di più la temperatura ambientale, mantenendo la cucina più fresca. Ecco, dopo averlo trovato dopo una ricerca durata qualche mese (non volevo acquistare su Internet, avendo già acquistato l’Estense, volevo risparmiare sulle spese di spedizione), l’ho voluto subito inaugurare!

E ho cercato qualche nuova ricetta di ciambellone per le nostre colazioni e merende, senza burro e che fosse leggera e soffice. Ho scovato questa ricetta di torta all’acqua minerale, cioè frizzante, ma che ho cambiato come al mio solito, variando alcune dosi. Infatti, per me 340 g di zucchero sono un’enormità, poi ho ridotto un poco la quantità di olio e sono arrivata alla ricetta che vi propongo.

La novità sta nell’utilizzo dell’acqua gassata, in quanto l’anidride carbonica fa gonfiare e dona morbidezza alla torta. Essa va usata a temperatura ambiente.

Vediamo come  l’ho preparata!

Ingredienti per uno stampo dal diametro di 24 cm (pentola-fornetto Versilia) oppure stampo a ciambella da 26 cm

  • 4 uova XL (separare tuorli ed albumi)
  • 250 g di zucchero
  • 350 g di farina 00*
  • un pizzico di sale
  • 150 g di olio di semi (di mais o di arachidi)
  • 170 g di acqua frizzante
  • una bustina di lievito per dolci
  • buccia di limone grattugiata (o aroma vaniglia)
  • 2 cucchiai di limoncello (o succo di limone a piacere)
  • un cucchiaino della mia pasta di limoni

*per una ulteriore sofficità consiglio di sostituire parte della farina con fecola di patate o frumina (io ho fatto 250 g farina 00 e 100 g di frumina)

Per la glassa colorata (facoltativa)

  • 125 g di zucchero a velo (una bustina)
  • acqua q.b.
  • colorante alimentare
  • confettini a piacere

Procedimento

Separare i tuorli dagli albumi. Montare gli albumi a neve molto ferma (fate in modo che non ci siano tracce di tuorlo).

DSCN5511

Montare i tuorli con lo zucchero e il pizzico di sale fino a renderle ben spumose, fino cioè a raggiungere la consistenza “a nastro”. Montate il composto con le fruste ad alta velocità per circa 10 minuti.

Incorporare ora poca per volta la farina setacciata con il lievito, piano piano per non smontare l’impasto, alternando con l’olio, l’acqua e il succo e la buccia di limone. Io ho utilizzato buccia di limone grattugiata e un po’ di limoncello.

DSCN5513

Per ultimo, aggiungere gli albumi montati a neve ferma, con movimenti delicati, dal basso verso l’alto, fino ad ottenere un composto omogeneo.

DSCN5514

Imburrare e infarinare uno stampo a ciambella di 24-26 cm (io uso lo spray staccante che è comodissimo) e versarvi l’impasto.

Infornare in forno statico pre-riscaldato a 180° per circa 40 minuti. In ogni caso, vale sempre la prova stecchino.

DSCN5520

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come anticipato, io ho utilizzato per la prima volta la pentola fornetto, cioè il fornetto “Versilia” che cuoce sul fuoco, e non nel forno.

Il fornetto Versilia è una particolare pentola in alluminio, a forma di ciambella. Il mio ha un diametro di cm 24 nella parte in alto e circa 21 cm nella parte in basso e ha un’altezza di circa 12 cm. Inoltre, ha i manici di plastica, per cui assolutamente non va nel forno.

La pentola fornetto è completa da un coperchio con una serie di fori per far fuoriuscire il vapore e consentono anche di controllare la cottura delle pietanze, nel caso del ciambellone, fare la prova stecchino infilando uno spaghetto attraverso i forellini. Il coperchio non va mai tolto in ogni caso prima che siano trascorsi i 3/4 del tempo necessario alla cottura!

Il fornetto Versilia deve avere in dotazione lo spargifiamma che va messo tra la fiamma del gas e il fornetto e serve a diffondere il calore in modo uniforme: in realtà, esso – come mi hanno detto delle ragazze – è un convogliatore di calore.

Come utilizzare la pentola fornetto?

E’ fondamentale imburrare non bene, ma benissimo il fornetto. Poi cospargere di pangrattato facendolo roteare bene per tutto lo stampo, avendo cura che sia ricoperta anche la parte intorno al foro centrale. Versarvi l’impasto del ciambellone e coprire con il coperchio, incastrandolo bene ed ermeticamente.

DSCN5516

Mettere sul fornello da caffè (4 cm) lo spargifiamma e sopra il fornetto Versilia e procedere con la cottura del dolce.

I tempi di cottura per una ciambella variano dai 40-45 ai 60 minuti circa, solo dopo 40 minuti circa verificate la cottura infilando uno stecchino e uno spaghetto all’interno di un foro oppure aprendo delicatamente il coperchio.

DSCN5519

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le amiche mi hanno consigliato questa tecnica: i primi 5-10 minuti tenere il fuoco a fiamma alta, poi abbassare a circa la metà (non al minimo). In ogni caso, mai aprire il coperchio se non siano trascorsi 2/3 della cottura. Per far dorare sopra gli ultimi 3 o 4 minuti alzare la fiamma che scalda il coperchio e lo colora (Per queste dritte ringrazio la cara amica Stefy).

Per la glassa colorata

Mettere lo zucchero a velo in una ciotola, aggiungere acqua q.b. e il colorante alimentare, finché otterrete una glassa densa al punto giusto. Attenzione a non aggiungere troppa acqua per evitare che la glassa diventi troppo liquida e venga assorbita dal dolce. Far colare la glassa sul ciambellone, decorando con confettini a piacere.

DSCN5522

Ecco l’interno del ciambellone all’acqua frizzante: altissimo!

DSCN5528

Soffice e profumato. 🙂

E altissimo!

DSCN5531

 

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” su questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdervi tutte le novità!

3 Commenti on Ciambellone all’acqua frizzante cotto nella pentola-fornetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.