Crea sito

Ciambella all’acqua senza zucchero ma con lo sciroppo di canditura

Ciambella all’acqua senza zucchero ma con lo sciroppo di canditura

Ciambella all’acqua senza zucchero ma con lo sciroppo di canditura

Oggi vi voglio parlare di un esperimento realizzato da me e mio marito Francesco, dal momento che a noi è avanzato parecchio sciroppo di canditura della frutta. VI ricordo, in proposito, il metodo per candire le scorze degli agrumi e quello per candire le fragole (cliccare sulla parola colorata per la ricetta), procedimento semplice, peraltro un po’ lungo in termini di tempo, che prevede di far bollire lo sciroppo tutti i giorni per una decina di giorni, onde farne aumentare la concentrazione zuccherina. Beh, cosa fare dello sciroppo di zucchero che avanza?

Io direi una buonissima ciambella all’acqua!

Sul blog vi ho già fatto vedere come questo sciroppo possa sostituire egregiamente lo zucchero nelle ricette, ad esempio nella ricetta di “stella di brioche” e in quella delle “brioche fragoline“. Ovvio, nella sostituzione si deve considerare il fatto che lo sciroppo è composto dal 70% di zucchero e dal 30% di acqua e che occorre fare la dovuta proporzione tra zucchero previsto nella ricetta ed i liquidi 😉

Questa ciambella è la versione con lo sciroppo della ricetta di ciambella all’acqua (cliccare sulla parola colorata per la ricetta) già presente sul blog, un dolce che vi sorprenderà per l’estrema leggerezza e sofficità! Inoltre, è un dolce in cui l’assenza di burro e latte lo rende adatto anche alle persone intolleranti al lattosio. E’ ottima da mangiare semplicemente cosparsa di zucchero a velo, per una colazione o merenda genuina, ma può essere anche glassata o farcita.

Questa ciambella si fa molto apprezzare per la sua estrema sofficità e non vi nascondo che è uno dei miei ciambelloni preferiti! Infatti, nelle ricette di dolci da credenza preferisco usare assolutamente l’olio di semi, mentre il burro lo riservo per la pasta frolla.

Se avete candito arance, fragole ed altra frutta e cercate idee per smaltire lo sciroppo della canditura che vi è avanzato, seguite questa ciambella all’acqua senza zucchero ma con lo sciroppo di canditura!

Ingredienti per uno stampo a ciambella dal diametro di 24 cm

  • 3 uova intere grandi
  • 300 g di sciroppo di canditura di frutta a vostra scelta
  • 250 g di farina 00*
  • un pizzico di sale
  • 120 g di olio di semi (per me di mais)
  • 40 g di acqua
  • una bustina di lievito per dolci

*per una ulteriore sofficità consiglio di sostituire parte della farina con fecola di patate o frumina, ad esempio 200 g di farina 00 e 50 g di fecola o frumina..

Procedimento

Se state conservando lo sciroppo di canditura in frigo, tenetelo a temperature ambiente per un po’. Montare le uova intere con lo sciroppo e il pizzico di sale fino a renderle ben spumose (per circa 10 minuti). Usare le fruste elettriche o la planetaria ad alta velocità, finchè le uova non si siano triplicate. Unite poi l’acqua e l’olio a filo, con le fruste a bassa velocità, alternando alla farina setacciata con la fecola (o frumina) ed il lievito, poco per volta a bassissima velocita, per non smontare troppo il composto. Imburrare e infarinare uno stampo a ciambella di 24 cm (io uso lo spray staccante che è comodissimo) e versarvi l’impasto con movimento circolare.

Cottura

Infornare in forno pre-riscaldato e cuocere la ciambella a 180° per circa 40 minuti. In ogni caso vale sempre la prova stecchino. Infilzandolo, dovrà uscire asciutto. Se utilizzate il forno ventilato, consigliabile è abbassare la temperatura di 10°. Se dovesse colorirsi troppo, dopo circa 25 minuti, coprire il dolce con un foglio di carta argentata.

Una volta intiepidito, capovolgere delicatamente su un vassoio da portata.

Ciambella all’acqua senza zucchero ma con lo sciroppo di canditura.

Servire la ciambella semplicemente spolverizzata con zucchero a velo o con una glassa di zucchero o al cioccolato e decorare a piacere con zuccherini.

Questa è la versione con zucchero a velo e sciroppo di canditura delle arance.

Note alla ricetta

Potreste realizzare una ciambella bicolore aggiungendo a metà impasto 25 g di cacao amaro setacciato oppure aggiungere gocce di cioccolato, avendo l’accortezza di metterle in freezer prima e di infarinarle prima di aggiungerle al composto. Le gocce di cioccolato tenderanno, però, a scendere verso il basso essendo più pesanti. Quindi, potreste sostituirle con le più leggere codette di cioccolato.

Inoltre, potreste mettere il composto nei pirottini per muffin, riempiendoli per 2/3. In questo caso la cottura sarà inferiore, 180° per circa 15-18 minuti.

Morbidissima e soffice soffice! Ed è anche un dolce che si mantiene soffice per più giorni, sempre se non vi finirà prima! 😉

La glassa è stata fatta con lo sciroppo di canditura delle fragole e zucchero a velo.

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” su questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdervi tutte le novità!

 

Leave a Reply

*