Crea sito

Cheesecake tiramisù

Cheesecake tiramisù

 

 

 

Cheesecake tiramisù
Cheesecake tiramisù

 

 

 

 

 

 

 

 

IlI tiramisù è un classico della pasticceria italiana, un dolce tra i più amati, che viene molto apprezzato in qualsiasi occasione. Oggi vi faccio vedere, però, l’unione tra due dolci molto graditi, il tiramisù e la cheesecake!

Due favolosi dolci che danno vita ad un unico dessert, fresco e cremoso, assolutamente irresistibile col suo aroma di caffè. Il risultato di questa combinazione è una cheesecake tiramisù, un dolce davvero squisito, anch’esso adatto a tutte le occasioni, una graditissima variazione rispetto al classico tiramisù al caffè.

Cheesecake tiramisù
Cheesecake tiramisù

Come vi avevo scritto nella ricetta del tiramisù, per proteggerci dal rischio salmonellosi si usa pastorizzare le uova, mediante uno sciroppo di acqua e zucchero a 121°, attraverso il patè à bombe, in modo da poterle utilizzare in preparazioni a freddo. L’utilizzo di questo sciroppo bollente fa semi-pastorizzare le uova crude di modo che anche il tiramisù possa essere un dolce da mangiare in tranquillità, soprattutto da bambini o donne in gravidanza.

Tornando alla cheesecake tiramisù, anche in questa ricetta ho pastorizzato le uova, un procedimento semplicissimo vedrete. La cheesecake tiramisù è sicuramente uno dei dolci più apprezzati che abbia mai fatto, vi dico che ho ricevuto tanti di quei complimenti che vi esorto a preparare immediatamente voi stessi questo dolce, per un’occasione particolare o per il week end!

Cheesecake tiramisù, la fetta
Cheesecake tiramisù, la fetta

Con questo dolce farete davvero un’ottima figura e in tanti vi chiederanno il bis. 😉 Si tratta di un dolce che riunisce nella stessa ricetta due classici molto amati: il tiramisù, il dolce al cucchiaio italiano per eccellenza e la cremosità della farcia al formaggio tipica della cheesecake, dolce americano simbolo. In verità, non ho usato il Philadelphia, ma solo mascarpone e panna, in modo da avvicinarlo al tiramisù vero e proprio. Se preferite, potete unire il formaggio Philadelphia, e sostituirlo in parte al mascarpone.

La ricetta è semplice e vi indicherò il passo passo. Consigliabile è prepararlo il giorno prima di essere servito di modo da far amalgamare tutti i sapori.

Ingredienti per uno stampo a cerniera da 24 cm

Per la base

  • 250 g di biscotti del tipo “digestive
  • 110 g di burro
  • 30 g di caffè espresso

Per la farcia

  • 110 g di tuorli (n° 6 uova)
  • 200 g di zucchero semolato
  • 60 g di acqua
  • 500 g di mascarpone
  • 10 g di gelatina in fogli (anche 12 g, per un risultato un po’ più compatto. corrispondono a 6 fogli Paneangeli)
  • 200 g di panna per dolci
  • 100 g di savoiardi
  • cacao amaro q.b.
  • caffè poco zuccherato (150 ml)

Preparazione

Tritate i biscotti finemente e fondete il burro (a bagnomaria o al microonde per pochi secondi). Unite il burro fuso ma freddo e il caffè ai biscotti e mescolate. Versate il composto di biscotti sul fondo di uno stampo a cerniera foderato di carta forno, schiacciando e livellando bene col dorso di un cucchiaio o il fondo di un bicchiere, creando uno strato di poco meno un 1 cm. Mettete in frigorifero a rassodare per 30 minuti oppure in freezer per 15 minuti.

IMG_3434

Preparare la farcia.

In una planetaria versare i tuorli e cominciare a semi montarli con 50 g di zucchero. Intanto, in un pentolino dovete portare alla temperatura di 121°C l’acqua e 150 g zucchero (se non avete un termometro da cucina, si possono bagnare le dita in acqua e ghiaccio e pizzicare il composto: se si formerà una pallina gommosa, sarà pronto).

A questo punto unire lo sciroppo bollente sui tuorli a filo radente la ciotola della planetaria (non direttamente sulle fruste, mi raccomando) e continuare a montare al massimo della velocità fino a raffreddamento (servono almeno 10 minuti). Dovrete portare a 28°C gradi il composto. Dovrete otterrete una massa chiara e gonfia.

Poi unite il mascarpone poco per volta con le fruste al minimo (meglio se avete la spatola pasticceria). E infine la panna precedentemente montata, con movimenti delicati dal basso verso l’alto. Strizzate la gelatina precedentemente messa a bagno in acqua fredda per 10 minuti e scioglietela in due-tre cucchiai di latte caldo, girando con un cucchiaio per farla sciogliere bene. Aggiungere la gelatina disciolta alla farcia ed amalgamare bene il tutto piuttosto velocemente.

Versare sulla base di biscotti metà della farcia che avrete messo in un sac à poche (fate dei giri concentrici), poi bagnare velocemente i savoiardi nel caffè (freddo) leggermente zuccherato e creare uno strato uniforme, poi terminare con un ultimo strato di crema. Tenere da parte un poco di farcia per la decorazione finale.

Note:

Io lungo la circonferenza dell’anello ho messo una striscia di acetato.

pizap.com14724651239671

Dopo che la cheesecake tiramisu si sia rassodata un poco in frigo (1-2 ore), fate le decorazioni “a griglia” con la crema avanzata. Trasferire il tiramisù cheesecake di nuovo in frigorifero.

IMG_3783

Si raccomanda di spolverizzare con cacao amaro solo poco prima di servire il dolce.

Quindi, eliminate l’anello apribile, sollevate delicatamente la striscia di acetato e trasferite il dolce su un vassoio da portata con l’aiuto della carta forno e decorate setacciandovi il cacao amaro. Se preferite, potete mettere dei chicchi di caffè per completare.

Servire e tagliare a fette. Finirà presto!

IMG_3791

 

Buonissimo, credetemi!

IMG_3801

Primo piano dell’interno, davvero molto goloso

IMG_3807

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” sulla mia pagina fb https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258 per non perdervi tutte le novità!

Pubblicato da dolcesalatoconlucia

Ciao a tutti, ho 30 anni, vivo e lavoro in prov. di Napoli e ho una grandissima passione per la cucina. Il mio interesse è rivolto parimenti al dolce quanto al salato. Spero di poter dare un forte contributo e aiutarvi nelle vostre creazioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.