Torta giffonese – ricetta Salvatore De Riso

Share:
Condividi

i1035 FW1.21  433390  00


La torta giffonese è un capolavoro di bontà del mitico pasticcere Salvatore De Riso.  Questa goduria è tratta dal suo libro ” i dolci del sole” Chi non conosce questo libro? E’ una raccolta  di oltre 60 ricette dolci e salate, tutte straordinarie e da provare almeno una volta:la delizia al limone, la torta  ricotta e pere ….ce ne sono tantissime…. devo dire che me ne manca ancora qualcuna ma tra tutte la giffonese è sicuramente la mia preferita!
Se si amano le nocciole non si può non replicare questo dolce, naturalmente inutile dire che la mia giffonese è la brutta copia dell’originale. Ho il piacere di poter andare spesso a degustare i dolci di Salvatore de Riso direttamente nella sua pasticceria a Minori in costiera amalfitana, e questa crostata lì è qualcosa di sublime. Bisogna pur dire che io uso le nocciole del mio campo che non sono all’altezza delle igp giffonesi, e va bene, nell’attesa di poter ritornare da Sal ci accontentiamo della mia torta giffonese! Vorrei precisare che la ricetta che posto non è l’originale, mi sono permessa di apportare qualche piccola modifica. ( SAL perdonami ) Vogliamo vedere cosa ci occorre per preparare questo capolavoro? Andiamo!


 

Ingredienti per la “Torta Giffonese”

Per la pasta frolla alle nocciole

  • 400 g di farina 00
  • 200 g di burro
  • 150 g di zucchero a velo
  • 100 g di nocciole tostate e ridotte in polvere
  • 2 uova e 1 tuorlo
  • 1/2 bustina di lievito in polvere per dolci
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

 

Per il ripieno alle nocciole

  • 150 g di burro morbido
  • 150 g di zucchero a velo
  • 3 uova
  • 150 g di nocciole tostate e ridotte in polvere
  • 2 g di sale
  • una grattatina di buccia d’arancia

Per la crema al cioccolato e nocciola

  • 250 g di cioccolato gianduia
  • 80 g di panna liquida fresca
  • 30 g di pasta pura di nocciole
  • cacao amaro

preparazione

Setacciate la farina con il lievito e aggiungetevi anche la farina di nocciole, fate la fontana, mettete al centro il burro, le uova, lo zucchero, i semini di vaniglia, un pizzico di sale e impastate velocemente gli ingredienti fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea che farete riposare per una mezz’oretta al fresco ricoperta con pellicola trasparente.

Per la crema ganache alla nocciola ponete sul fuoco la panna, quando sfiora il bollore toglietela, unitevi il cioccolato tagliuzzato e sempre mescolando fatelo sciogliere completamente, unitevi la pasta di nocciole e continuate finchè non è ben amalgamata. Versate la crema in una ciotola e fatela raffreddare. Tenetela al fresco ma non in frigorifero, quando sarà fredda, (meglio farla il giorno prima ) montatela con le fruste elettriche.
Preparate il ripieno: montate leggermente il burro con lo zucchero a velo, il sale e la buccia di arancia. Unite uno per volta le uova e poi le nocciole in polvere. Amalgamate bene

Preparate la torta. Stendete la pasta frolla e trasferitela in una tortiera di 22 cm di diametro. Farcite con il ripieno alle nocciole ed infornate in forno già caldo a 170° per circa 35-40 minuti. Una volta raffreddata, sformatela su un piatto da portata e con un sac à poche decorate la torta con la crema gianduia secondo i vostri gusti….io ho decorato con la tecnica a canestro e poi ho spolverato con un pizzico di cacao amaro.


Ho scelto questa torta perchè, a mio parere, è un vero peccato di gola e ogni volta che la faccio divento una grande peccatrice :D

Profumo di glicine © all rights reserved

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

 

Share:
Condividi
Print Friendly
Vota questa ricetta:
Torta giffonese – ricetta Salvatore De Riso
  • 5.00 / 55

17 pensieri su “Torta giffonese – ricetta Salvatore De Riso

  1. questa torta stamattina non ci voleva proprio!!!! come faccio ora ad accontentarmi della pasticceria anonima sotto casa??? sono in astinenza da dolci De Riso devo porre rimedio al più presto!!! non riesco mai a scegliere quando entro in quel paradiso di dolci….ma la prossima volta prenderò questa, ora sono curiosa!!!! complimenti però, non è semplice replicare le sue torte. buona domenica!

  2. Sublime, goduria esagerata!!!!AZ…Dolcemela!!!!De Riso ti fa un baffo!!!Hahahahahahaha!!!Che bell’intreccio che hai fatto!!!L’hai superato di gran lunga..essendo lui un gran pasticciere..mentre tu sei un umile casalinga dalle mani fatate!!!BRAVISSIMA, COMPLIMENTONI!!!ALLA PRIMA OCCASIONE PROVERò QUESTA STUPENDA TUA TORTA GIFFONESE..NON MI INTERESSA QUELLA DI DE RISO..HAHAHAHAHA!!!
    CIAOOOOOOOOOOOOO!!!!DOLCEMELA….A PRESTO..CON AFFETTO BABBà!!!!

  3. sono rimasta senza parole….la presentazione superba…l’intreccio perfetto..il centrino sotto il piatto raffinatissimo e lo sfondo che si vede nella foto delicatissimo…..senza parole!!!!! un bacio

  4. Che bella! Veramente invitante e poi Sal De Riso è veramente un mito………Bravissima, sicuramente non è una torta semplicissima, per cui meriti complimenti doppi!

  5. La torta sicuramente è uno spettacolo culinario e di dolcezza…ma non tralascerei quelle frittelline di fiori di zucca giù…complimenti. Buona settimana e alla prox. Ciao.

  6. che bontà :) sei stata bravissimaaaaaaaa!!! soprattutto nella decorazione a canestro, ma come fai?? che nostalgia… vorrei tanto fare una passeggiata in costiera cone facevo un tempo e fermarmi a Minori da De Riso per una ricotta e pere o una delizia al limone :( un bacione!! Laura

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>