Crea sito

Posts Tagged ‘verdure’

Insalata di pollo light con fragole e fiori

 

L’insalata di pollo è perfetta per tutte le stagioni, ed è il piatto preferito da chi non ha troppo tempo da dedicare alla cucina soprattutto perché si può preparare in anticipo, per esempio la sera prima o direttamente la mattina presto, magari prima di uscire, per ritrovarsela pronta da gustare a pranzo o a cena di ritorno dal lavoro. La trovo inoltre comoda da portarsi dietro per il pranzo fuori casa, magari in spiaggia, ad un picnic e per la pausa pranzo in ufficio.

Comprate quindi un petto di di pollo a fette e cuocetelo alla griglia o se volete potete anche lessarlo.
Per rendere più saporita l’insalata potreste sostituire il petto, con un bel pollo arrosto comprato in rosticceria. In questo caso dovete togliere tutta la pelle (altrimenti non sarò più tanto light 😉 )e tagliate la carne a striscioline o dadini più o meno della stessa dimensione. Ovviamente, questo procedimento deve essere fatto anche il petto grigliato o lessato.

Ma vediamo nei dettagli gli ingredienti e come preparare la ricetta.

Insalata di pollo light con fragole e fiori

 

 

 

Insalata di pollo light con fragole e fiori

Ingredienti per 4 porzioni

 

  • 500 g di petto di pollo tagliato a fette
  • 300 g di insalata misticanza
  • 200 g di fragole
  • fiori biologici a piacere
  • olio extravergine di oliva
  • un rametto di rosmarino
  • 1 spicchio di aglio
  • aceto Balsamico Tradizionale di Modena
  • sale-pepe

 

 Preparazione

Una volta lavato il pollo, eliminiamo eventuali pezzettini di grasso e lo asciughiamo tamponandolo con carta da cucina. Riscaldiamo una padella antiaderente oppure una di quelle in ghisa, specifiche per grigliare e mettiamo il nostro petto di pollo.

Facciamo cuocere le fettine pochi minuti per lato, è importante non cuocere troppo il pollo altrimenti diventa asciutto e stopposo.

Intanto che il pollo cuoce, in una ciotola mettiamo un filo di olio extravergine di oliva, 3 cucchiai di aceto balsamico, sale, pepe e rosmarino tritato e mescoliamo il tutto con una forchetta.

Quando abbiamo terminato di cuocere il pollo lo tagliamo a dadini (fatelo con forbici da cucina e farete in un attimo) e lo mettiamo a marinare nella ciotola con l’emulsione preparata, aggiungiamo lo spicchio di aglio tritato, quindi lasciamo in frigo ad insaporire per almeno un’ora.

Intanto prepariamo l’insalata, la laviamo e la scoliamo per bene, laviamo velocemente le fragole e le tagliamo a fette o a pezzetti più piccoli.

In una ciotola uniamo la misticanza e le fragole, condiamo con sale e aceto balsamico e terminiamo aggiungendo il pollo e i fiori.

Se preferiamo, possiamo mescolare il tutto oppure condire a parte l’insalata e accomodarla su un grande piatto da portata in modo che faccia da letto, poi aggiungiamo le fragole, il pollo e per ultimi i fiori.

 

insalata di pollo light

Vellutata di verdure ∼ ricetta light

La vellutata di verdure è un piatto sano e light, che mette allegria alla vista, soddisfa il palato e ci ricorda che con l’arrivo della bella stagione bisogna mettersi in forma per la prova costume.

 

vellutata di verdure

 

Per la dieta il minestrone è ideale, ma con tutte quelle verdure che galleggiano nell’acqua, tra l’altro, con poco olio e poco sale, beh diciamo la verità, a lungo andare stanca e quindi ecco che nasce il minestrone-vellutata di verdure, ma non temete, è sempre minestrone, è sempre light e fa sempre bene, ma con un  piccolo accorgimento e con un ingrediente speciale, è anche buonissimo.

Seguitemi, andiamo a preparare una buonissima vellutata di verdure – ricetta light ! 😉

Vellutata di verdure ∼ ricetta light

Ingredienti per 4 persone

  • 2 zucchine piccole
  • 2 carote novelle
  • 2 patate
  • 100 g di piselli
  • 100 g di fagioli borlotti lessi
  • 2 coste di sedano
  • 1 pomodoro maturo
  • 2 cipollotti (Cipollotto Nocerino DOP)
  • 1 ciuffetto di rosmarino fresco
  • 1 cucchiaio di zenzero fresco tritato
  • olio extravergine q b
  • 4 fette di pane raffermo
  • sale q b

 

Preparazione

Per preparare la vellutata di verdure, iniziate pelando e affettando sottilmente la cipolla e mettetela a stufare in una pentola con un cucchiaio di olio e 2 di acqua. Tagliate il sedano e la carota a pezzetti e aggiungeteli alla cipolla. In ultimo, aggiungete tutte le verdure tagliate a cubetti e i fagioli. Salate, aggiungete lo zenzero e coprite con un litro di acqua calda. Lasciate cuocere per circa 15-20 minuti, finché le verdure saranno tenere e se occorre aggiungete altra acqua regolandovi se fare la vellutata più cremosa o più liquida, secondo i vostri gusti.

Nel frattempo che le verdure cuociono, tagliate il pane a cubetti e tritate il rosmarino. In una padella scaldate un filo d’olio e, quando sarà caldo, aggiungete i cubetti di pane e il rosmarino tritato, fateli tostare per qualche minuto, girandoli spesso finché risulteranno dorati.

Con un frullatore ad immersione frullate le verdure, quindi servite la vellutata di verdure accompagnata dai cubetti di pane tostato e conditela con un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo.

 

Consiglio:Per rendere la vostra vellutata ancora più ricca e saporita, potete aggiungere altre verdure, come bietole, spinaci novelli, fagiolini verdi, o anche un cuore di carciofo tagliato a fettine sottili.

Infine per rendere la crema ancora più golosa, insaporitela con un cucchiaio di pesto al basilico e del formaggio grana grattugiato.

 

 

vellutata di verdure

 

Nota:

Nei terreni vulcanici tra Napoli e Salerno viene coltivato un ortaggio profumato che si apprezza crudo o in antiche ricette tipiche, è questo l’ingrediente speciale di cui vi parlavo nell’introduzione, mi raccomando, cercatelo quando andate a fare la spesa.

Il Cipollotto Nocerino DOP è un prodotto eccezionale, anche se poco conosciuto. Le sue due principali caratteristiche sono la dolcezza al palato e l’alta digeribilità.

La zona di produzione del “Cipollotto Nocerino DOP” è concentrata nell’agro sarnese-nocerino in provincia di Salerno e nell’area pompeiano-stabiese in provincia di Napoli. Questo ortaggio viene coltivato e commercializzato tutto l’anno, in quanto il clima mite e il terreno fertile consentono di poter distribuire le semine o i trapianti lungo un periodo che va da luglio ad aprile.

Pasta alla carbonara di asparagi

Pasta alla carbonara di asparagi

La pasta alla carbonara di asparagi è un primo piatto di stagione realizzato con gli ingredienti di base della classica pasta alla carbonara e arricchito da un bel mazzetto di asparagine selvatiche che ho raccolto con le mie manine. 😉

DSCN0605

Ingredienti per 4 porzioni

  • 350 g di pasta a piacere ma vi consiglio spaghetti, bucatini o linguine
  • 200 g di guanciale tagliato a cubetti
  • 200 g di asparagi selvatici
  • 4 uova
  • 100 g di pecorino romano grattugiato
  • vino bianco secco q b
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • sale-pepe

 

Procedimento

 

In una padella antiaderente fate scaldare l’olio con lo spicchio di aglio, quando l’aglio inizia a sfrigolare toglietelo e aggiungete il guanciale tagliato a cubetti. Appena è ben rosolato toglietelo e aggiungete anche gli asparagi tenendo da parte le punte. Dopo 10 minuti aggiungete anche le punte e  di nuovo il guanciale, poi sfumate con il vino bianco. Spegnete il fuoco e quando l’acqua bolle buttate la pasta e salate a piacimento, controllate la cottura e scolatela al dente, tenendo da parte l’acqua di cottura.

Finite di cuocere la pasta in padella con gli asparagi e il guanciale aggiungendo un mestolo di acqua via via che si asciuga, in questo modo la pasta prenderà tutti i sapori. Quando gli spaghetti saranno cotti spegnete il fuoco sotto la padella e amalgamatevi le uova precedentemente sbattute insieme a formaggio, sale e pepe.

Mescolate bene in modo che si crei una cremina ma fate in modo che le uova non si rapprendano troppo.
A piacere potete aggiungere altro pecorino grattugiato e un’altro pizzico di pepe
Servite caldo.

carbonara di asparagi

Consiglio: Se non gradite il pecorino potete sostituirlo con parmigiano oppure mettete metà dose di pecorino e metà parmigiano. Per alleggerire la ricetta potete sostituire il guanciale con la pancetta facendola saltare in una padella antiaderente senza aggiungere olio.

Insalata di pasta con tonno e verdure


Oggi fa più caldo degli altri giorni e nel mio ristorante qualcuno ha deciso di cenare mentre guarda la partita, in giardino insieme a parenti e amici. Io naturalmente ero propensa ad ordinare le pizze ma non ho trovato nessuno d’accordo con me.  In disaccordo totale il maritino che non  vuole sentirle nemmeno nominare però mi dice “ma noooo….facciamo un poco di pasta” (facciamo mi piace). E va bene….ho capito…qui ci vuole una buona e fresca insalata di pasta con tonno e verdure ed eccola qui, già bella e pronta per stasera !! 😉

 

DSCN0917

 

Insalata di pasta con tonno e verdure

Ingredienti:

  • 400 g di pasta corta (penne,fusilli, farfalle,orecchiette)
  • 1 scatoletta di tonno all’olio d’oliva
  • 100 g di formaggio a pasta dolce
  • 1 zucchina
  • 100 g di fagiolini
  • 100 g di pomodorini pachino
  • olive nere e verdi
  • 1 cipollotto
  • 4-5 friggitelli
  • rucola q b
  • olio extravergine d’oliva
  • sale qb
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 limone non trattato

Preparazione:

  • Tagliate la zucchina a fettine e farla stufare in una padella con filo di olio, uno spicchio d’aglio e un pizzico di sale, finché non diventa tenera.
  • Fate cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata. Scolatela al dente, raffreddatela sotto l’acqua fredda corrente, sgocciolatela bene e trasferitela in un’insalatiera, aggiungete un filo d’olio e mescolate per evitare che si attacchino.
  • Lessate i fagiolini, scolateli al dente e tagliateli a pezzetti. Tagliate i pomodorini in quattro parti e i friggitelli in due, lavate la rucola, tritate il cipollotto.
  • Mescolate tutti gli ingredienti preparati alla pasta, aggiungete il tonno ben sgocciolato e sminuzzato, le olive e il formaggio tagliato a cubetti. Condite con sale e olio, una grattugiata di buccia di limone e lasciate insaporire la vostra pasta fredda per almeno un’ora, tenendola in frigo.
  • Un consiglio per una persona a me cara….se la vuoi preparare la sera prima non devi mettere i pomodorini ma aggiungerli poco prima di gustare la tua pasta fredda !!  😉

 

 

 

Minestra maritata – ricetta di pasqua

Il giorno di pasquetta da noi è usanza preparare la minestra maritata, si tratta di un piatto a base di verdure salumi e carni bollite.
Più che un primo si tratta di un piatto unico e, secondo la tradizione napoletana, viene preparato il giorno di Santo Stefano e appunto a Pasquetta per “ripulirsi” dai bagordi delle feste. La minestra maritata richiede molto impegno e tempo nella preparazione per questo è sempre meno frequente sulle nostre tavole ma vale la pena fare un piccolo sforzo un paio di volte all’anno in quanto l’impegno e il tempo speso ci è ripagato dalla sua bontà.

Ogni famiglia si tramanda la ricetta da generazioni nella versione personalizzata secondo i propri gusti e oggi vi presento la ricetta della minestra maritata che da sempre si prepara nella mia famiglia, la ricetta che la nonna ha insegnato a mia mamma e che uguale continuo a preparare io !!

Minestra maritata

Ingredienti per 5-6 persone

500 gr. di muscolo di manzo

mezza gallina o pollo

una salsiccia fresca

1 salamella paesana intera

1 osso di prosciutto

100 gr di cotica di maiale

1 fascetto di cicorie

1/2 cavolo verza

2 fasci di cavolo nero

2 mazzetti di borragine

1 cespo di scarola

1 carota

1 cipolla

1 costa di sedano

croste di formaggio

Preparazione

Preparare un brodo di carne con tutte le carni, la carota, la costa di sedano, la cipolla e le croste di formaggio. Nel primo bollore cercare di sgrassare eliminando il più possibile la schiuma che sale a galla. Far bollire circa  2 ore. Se i pezzi di carne non sono troppo grandi dovrebbero essere cotti. Eliminare l’osso, la cipolla, il sedano e la carota, quindi con un mestolo forato togliere la carne dal brodo e filtrare quest’ultimo molto bene. Lasciare freddare bene il brodo in modo che il grasso si solidifichi in superficie ed eliminarlo. Lavare bene le verdure e farle cuocere per un paio di minuti in acqua bollente, scolarle bene ed immergerle nel brodo bollente e continuare la cottura per 5-10 minuti. Aggiungere anche le carni e lasciare sul fuoco ancora 5 minuti in modo che la carne si riscaldi, spegnere il fuoco e far riposare la minestra almeno un’ora. Al momento di servirla riscaldarla di nuovo e disporre nei piatti un po’ di verdura, un mestolo di brodo bollente e un misto di carne e salumi tagliati a pezzi piccoli.

Risotto light per un appuntamento importante

Buon giorno e buon inizio settimana a tutti! Io inizio con tanti buoni propositi…ho deciso….da da da da da da da…….da oggi dieta….eehhh certo è difficile ma ci devo riuscire…..a giugno ho un appuntamento importante e  non posso rischiare di andarci avvolta in un sacco !! 😀

Certo avere 118 amici che sfornano leccornie a go go non mi aiuta….no…no… non sto dando la colpa a voi!!! ma quasi….fatto sta che da quando ho aperto questo blog sono lievitata…

Ma adesso mi aiuterete vero?? Da oggi tutti con ricette lighttttt….hihihi 😀

Va bè scherzo….torniamo alla ricetta và !! Un risotto light con tante verdure e mantecato con philadelphia light al posto del burro. Ho usato un mix di verdure surgelate perchè trovo  che sia più ricco e vario  oltre ad essere comodissimo e quando ho fretta non mi faccio scrupoli.

Ingredienti per 4 persone

400 gr di riso – 400 gr di minestrone fresco o surgelato – 2 cucchiai di philadelphia light – 2 cucchiai di parmigiano – 2 cucchiai di olio extravergine di oliva – brodo vegetale – 1 piccola cipolla – sale – pepe.

Preparazione

Fate appassire la cipolla finemente tritata nei due cucchiai di olio,( non dovrà colorire), aggiungete le verdure, fatele andare per 3-4 minuti, rimestando. Unitevi il riso, rimescolatelo e lasciatelo leggermente tostare quindi copritelo con due mestoli di brodo.

Portate a cottura bagnando con altro brodo, un mestolo alla volta appena viene assorbito il precedente, salate e a cottura ultimata mantecate con il philadelphia. Aggiungete anche il parmigiano grattugiato e un pizzico di pepe macinato al momento. Controllate la sapidità del risotto e servite caldissimo.

 

 

 

 

1 2