Posts Tagged ‘primi piatti di pasta fresca’

Lasagne pasticciate ai funghi

Lasagne pasticciate ai funghi

Le  lasagne sono un primo piatto tradizionale italiano da preparare per le grandi occasioni soprattutto perché richiedono tempo per la preparazione, in particolare la ricetta tradizionale, che prevede un buon ragù, polpette, uova, mozzarella e chi più ne ha più ne metta. Ma questa che vi propongo oggi è una ricetta senza dubbio più semplice e veloce, anche un tantino più leggera ma non per questo meno appetitosa. Ve la consiglio per il pranzo della domenica, potete prepararla anche la sera così la mattina vi resta anche il tempo di andare a Messa ! ;)

Se siete esperti in cucina potete preparare le lasagne a mano, chi invece non è abbastanza pratico può acquistarle già pronte al supermercato, in questo caso vi consiglio quelle fresche del banco frigo.

Per questa ricetta ho cucinato un mix di funghi freschi che avevo raccolto io stessa, ma mi sembravano pochi così ho comprato anche una vaschetta di quelli coltivati. In mancanza di quelli freschi vanno benissimo anche i funghi surgelati in busta già tagliati, sono pratici e sicuramente sono una mano santa quando abbiamo fretta.

 

lasagne pasticciate ai funghi

 Ingredienti per 6-8 persone per una teglia rettangolare 36×24

  • 500 g di lasagne fresche
  • 700 g di funghi misti
  • 3 salsicce di carne suino
  • 100 g di grana grattugiato
  • 1 barattolo di sugo da 700 g
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • prezzemolo q b
  • 2 spicchi di aglio
  • olio evo q b
  • sale-pepe q b

Ingredienti per la besciamella

  • 1 litro di latte
  • 50 g di burro
  • 60 g di farina
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • noce moscata in polvere q b

 Preparazione

Puliamo i funghi se sono freschi eliminando la parte terrosa del gambo e tagliamoli a fettine, schiacciamo l’aglio e lo facciamo rosolare in una padella antiaderente con qualche cucchiaio d’olio, quindi uniamo i funghi.

Mescoliamo per fare insaporire bene e sfumiamo con il vino. Aggiustiamo di sale, uniamo anche il prezzemolo tritato e facciamo cuocere fin quando la loro acqua si è del tutto asciugata.

Eliminiamo il budellino dalle salsicce e le sgraniamo in una padella con poco olio extra vergine di oliva e uno spicchio d’aglio schiacciato. Quando la salsiccia avrà cambiato colore aggiungiamo il sugo di pomodoro, facciamo cuocere una decina di minuti, saliamo, pepiamo, quindi aggiungiamo i funghi e continuiamo la cottura per qualche minuto.

 

Prepariamo poi la besciamella.

Facciamo scogliere il burro a fuoco lento e aggiungiamo la farina, amalgamando bene la facciamo tostare, quindi incorporiamo a filo il latte caldo, mescolando continuamente e facciamo cuocere finché la besciamella non si sarà addensata, aggiungiamo il sale e una grattugiata di noce moscata.

A questo punto prendiamo una pirofila e iniziamo a comporre le nostre lasagne.

Distribuiamo un mestolo di sugo sul fondo, procediamo con uno strato di sfoglie di lasagna che copriremo con sugo, besciamella e una spolverata di grana.  Procediamo in quest’ordine fino a terminare gli ingredienti, più o meno verranno 5-6 strati.

Una volta terminati gli strati ricopriamo la pirofila con della carta stagnola e lasciamo cuocere in forno a 190°C per circa 20 minuti.

Passato il tempo togliamo la carta stagnola e lasciamo la teglia in forno per altri 5-10 minuti.
Se vogliamo preparare le nostre lasagne in anticipo basterà cuocerle per 20 minuti e riscaldarle prima di servirle.

PicMonkey Collage

Nota:Se non avete intenzione di preparare da voi la pasta fresca a mano vi consiglio le lasagne del banco frigo, se invece comprate quelle secche precotte, abbiate cura di preparare un sugo più liquido che aiuterà la cottura delle lasagne in modo ottimale oppure sbollentatele in acqua salata per pochi minuti.

Scialatielli al sugo di calamari – ricetta napoletana

Conoscete gli scialatielli di pasta fresca? Ve ne avevo parlato QUI.

Oggi li prepariamo con un sugo speciale.

Gli scialatielli al sugo di calamari sono un primo piatto di mare davvero saporito!

In questa ricetta gli scialatielli sono conditi da un delizioso sughetto arricchito da calamari tagliati ad anello e i pomodori pelati che ho messo nei barattoli quest’estate.
Gli scialatielli al sugo di calamari sono il primo ideale da preparare all’ultimo momento, perché richiedono solo pochi minuti di cottura!

Ricordatevi che per questi piatti semplici la qualità degli ingredienti è fondamentale, per cui usate solo calamari freschi freschi, non quelli congelati del supermercato! ;)

 

Scialatielli al sugo di calamari

DSCN0017

 

Scialatielli al sugo di calamari

 

Ingredienti per 4 persone
  • 400 g di scialatielli di pasta fresca
  • 500 g di calamari
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 400 g di pomodori san Marzano pelati
  • 1 spicchio di aglio
  • 5 cucchiai di olio evo
  • prezzemolo
  • basilico
  • peperoncino
  • sale

Preparazione

In una padella abbastanza larga scaldare l’olio con uno spicchio d’aglio schiacciato. Aggiungetevi i calamari puliti e tagliati a rondelle e i tentacoli a pezzi, fate insaporire per un paio di minuti, bagnate con il vino che lascerete evaporare completamente mescolandoli per pochi minuti a fiamma alta.

Aggiungete i pomodori pelati, puliti dai semi e schiacciati, un pezzetto di peperoncino se lo gradite e qualche fogliolina di basilico.

Aggiustate di sale, coprite e fate cuocere il sugo per 15 minuti a fuoco dolce.

Nel frattempo lessate gli scialatielli in abbondante acqua salata, scolarli al dente e trasferiteli nella padella con il condimento, aggiungete un mestolo della loro acqua di cottura, saltateli per qualche minuto fino al termine della cottura, aggiungete una spolverata di prezzemolo tritato e servite subito.

Buon appetito !

 

Segui le mie ricette anche su facebook….  ti aspetto qui: https://www.facebook.com/ProfumoDiGlicineCheArrivaInCucina

 

Ciaooooooo  !!!!!

 

baci

 

Pasta e fagioli con salsiccia e provola – ricetta primi piatti di pasta fresca

Oggi prepariamo un piatto di pasta e fagioli speciale con salsiccia e provola !!

Pasta e fagioli con salsiccia e provola, ecco la ricetta per un primo piatto di pasta veloce alla napoletana, un piatto che racchiude tutti i sapori e i profumi della cucina mediterranea.

 

 

pasta e fagioli con salsiccia e provola

Pasta e fagioli con salsiccia e provola

 

ingredienti per 4 persone

  • 400 g di fusilli di pasta fresca
  • 200 g di fagioli tondini lessi
  • 1 barattolo da 400 g di polpa di pomodoro
  • 2 salsicce di carne suino
  • 150 g di provola o scamorza
  • battuto di sedano carota e cipolla
  • 4 cucchiai di pecorino grattugiato
  • olio extravergine di oliva
  • basilico
  • sale qb

 

 

 

Preparazione

Per il sugo, mettete in un tegame 3-4 cucchiai di olio con un trito di sedano, carota e cipolla, fatelo rosolare per qualche secondo ed unite la salsiccia sgranata.

A questo punto aggiungete la polpa di pomodoro, i fagioli e qualche foglia di basilico. Aggiustate di sale e fate cuocere per una decina di minuti. Nel frattempo lessate i fusilli in abbondante acqua salata, scolateli al dente, metteteli nella padella del sugo e fate saltare per alcuni minuti. Mettete anche la provola tagliata a cubetti e il formaggio grattugiato, date un’ultima mescolata, coprite e lasciate riposare la pasta per qualche minuto prima di servire, bisogna dare il tempo al formaggio di fondere.

 

 

Profumo di glicine © all rights reserved

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta

 

Spatzle in crema di zucca e salsiccia ricetta gustosa

Per non mangiare sempre la solita minestra prepariamo questi gustosi spatzle in crema di zucca e salsiccia.

Gli spatzle in crema di zucca e salsiccia sono un primo piatto di pasta fresca preparato con una deliziosa crema-vellutata di zucca a cui aggiungiamo una salsiccia a punta di coltello, il tutto aromatizzato e profumato al rosmarino.

spatzle in crema di zucca e salsiccia

Spatzle in crema di zucca e salsiccia – ricetta gustosa

ingredienti per gli spatzle

  • 400 g di farina
  • 4 uova
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 pizzico di noce moscata
  • acqua q b
  • sale q b

ingredienti per il sugo

  • 300 g di zucca
  • 1 salsiccia fresca a punta di coltello
  • 1 patata media
  • 1/2 cipolla bianca
  • brodo vegetale
  • 40 g di parmigiano grattugiato
  • 3 cucchiai di olio extravergine
  • 1 noce di burro INALPI
  • rosmarino q b
  • sale q b

 

Procedimento

Preparate gli spatzle seguendo questa ricetta : Spatzle calabresi.

Pulite la cipolla e tritarla, metterla in un tegame con tre cucchiai di olio e una noce di burro, farla appassire ma non colorire.

Aggiungete la zucca e la patata, il tutto tagliato a tocchetti e fate insaporire. Aggiungete il brodo vegetale fino a ricoprire le verdure.

Aggiungete anche il rosmarino e aggiustate di sale.

Fate cuocere a fuoco dolce e a tegame coperto per una ventina di minuti, poi eliminate il ramoscello di rosmarino e con l’aiuto di un minipimer ad immersione frullate riducendo il composto a crema.

Intanto, da parte in un’altro padellino, senza altro condimento, avrete già cotto la salsiccia privata del budello e sbriciolata.

Rimettete la crema su fuoco dolce, aggiungeteci la carne di salsiccia, fate raggiungere il bollore, quindi aggiungete gli spatzle lessati.

Mantecate aggiungendo anche il parmigiano grattugiato e servite caldo.

spatzle in crema di zucca e salsiccia

 

 

Profumo di Glicine © rights reserved

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Timballo di ravioli – ricetta pranzo di Natale

 

 

Il timballo di ravioli è un piatto sostanzioso e saporito che metterà d’accordo i gusti di grandi e piccini. Se avete un po’ di tempo da dedicare alla cucina sarà una pietanza facile da cucinare ma molto scenografica, quindi adatta per il pranzo dei giorni di festa. Io la trovo perfetta per il pranzo di Natale, specialmente se abbiamo ospiti. Vedrete, il timballo di ravioli li stupirà piacevolmente.

Scusate per la foto inguardabile, ma questa è la ricetta del timballo di ravioli che ho preparato l’anno scorso, quando ero ancora una frana con la macchina fotografica, naturalmente sto scherzando, nel senso che lo sono tutt’ora ma un piccolo passettino avanti l’ho fatto…voi che dite?

Timballo di ravioli – ricetta pranzo di Natale

ingredienti per 5-6 persone

  • 500 g di ravioli freschi ripieni di carne
  • 300 g di funghi misti surgelati
  • 150 g di prosciutto cotto
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 1 l di besciamella
  • pasta brisè
  • 1 piccolo scalogno
  • 4-5 cucchiai di olio extra vergine
  • prezzemolo q b
  • sale – pepe q b
  • burro per lo stampo

per la pasta brisè

  • 600 g di farina
  • 300 g di burro
  • acqua fredda q b
  • 1 presa di sale

Preparazione

  • Per prima cosa preparare la pasta brisè : mettete nel frullatore la farina, il burro freddo di frigo tagliato a cubetti e il sale, frullate il tutto fino ad ottenere un composto sabbioso, ci vogliono pochi secondi.
  • A questo punto trasferite il composto su una spianatoia o in una ciotola e aggiungendo, poca alla volta, l’acqua fredda, lavoratelo formando una pasta della consistenza della pasta frolla. Formate un panetto leggermente schiacciato, avvolgetelo nella pellicola per alimenti e riponetelo in frigo per almeno un’ora.
  • Affettate sottilmente lo scalogno e fatelo stufare in una padella antiaderente con l’olio, dopo di ché aggiungete i funghi surgelati e un ciuffetto di prezzemolo.
  • Fate andare a fuoco lento, mescolandoli spesso fin quando la loro acqua si è del tutto asciugata, più o meno un 15 minuti, aggiustate di sale e spegnete.
  • Stendete la pasta brisé in una sfoglia spessa 5-6 mm e ricavate una striscia alta circa 10 cm che servirà come lato dello stampo, un disco di 18 cm che servirà come base e un altro disco di 19 cm che servirà come coperchio del timballo.
  • Con i ritagli di pasta formate il manico del coperchio e posizionatelo al centro del disco di 19 cm. dopo averlo spennellato con del tuorlo diluito con acqua. Fate una pallina avvolgendo della carta stagnola e posizionatela sotto al manico in modo da tenerlo in forma.
  • Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata e scolarli al dente.
  • Condirli con la besciamella, (lasciatene un mestolo che vi servirà dopo), il prosciutto cotto tagliuzzato e i funghi.
  • Aggiungete anche il parmigiano grattugiato e un pizzico di pepe, mescolate delicatamente stando attenti a non rompere i ravioli.
  • Imburrate uno stampo a cerniera da 18 cm e dal bordo alto circa 10 cm, io non avendo lo stampo ho usato una pentola in acciaio senza maniche ed è per questo che sformandolo si è un pochino lesionato, tra l’altro non ho neanche aspettato che si raffreddasse. A tal proposito vi consiglio di preparare il timballo di ravioli il giorno prima, sformarlo quando è ben freddo e riscaldarlo su una placca rivestita da carta forno, poi delicatamente trasferirlo su un vassoio da portata.
  •  Coprite il fondo con il disco di 18 cm, foderate le pareti con la striscia e fatela aderire bene.
  • Versate i ravioli nello stampo, pareggiateli e cospargeteli con la besciamella tenuta da parte e un cucchiaio di parmigiano.
  • Cuocete in forno già caldo a 180° per almeno 40-45 minuti e fate cuocere su una placca da forno foderata con l’apposita carta anche il coperchio ma mettetelo in secondo momento perché ha bisogno di meno tempo per cuocere.
  •  Fate freddare e poi aprite lo stampo a cerniera facendo molta attenzione a non rompere il timballo. Disponetelo su un piatto da portata e decorate con il suo coperchio.

 

Consiglio…per rendere il timballo di ravioli ancora più sontuoso prima di servire grattugiate del tartufo sulla superficie e poi mettete il coperchio, con il calore il tartufo sprigionerà un delizioso profumino !!

Per la ricetta ho preso spunto da questa ricetta di Giallo Zafferano

 

 

Profumo di glicine © all rights reserved

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lasagna con piselli ricetta light

Lasagna con piselli ricetta light profumo di glicine

Ecco una ricetta light per preparare una lasagna con piselli buona e leggera. Cucinare una lasagna con pochi grassi non è impossibile, l’importante è bilanciare i condimenti ed utilizzare verdure e formaggi magri, che non apportino grassi ma possano lo stesso rifornirci di calcio. In questo caso per la besciamella ho usato il latte parzialmente scremato ed ho sostituito il burro con un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Ho arricchito la lasagna con la ricotta di mucca al posto della più calorica mozzarella di bufala. Inoltre volevo una lasagna cremosa da poter mangiare anche tiepida visto che doveva essere portata ad un picnic e la mozzarella freddandosi diventa dura. Quindi vi consiglio questa lasagna per il picnic di domani. Preparatela stasera, e domani mattina la metterete in forno. Mentre vi organizzate per il viaggio lei cuoce, 25-30 minuti ed è pronta e poi….via si parte !!. Naturalmente stasera, dopo averla preparata la terrete ben coperta in frigo.

Lasagna con piselli ricetta light

Ingredienti per 6 persone

Per le lasagne:

  • 600 gr di farina 00
  • 2 uova
  • acqua tiepida qb
  • 1 cucchiaino di sale
per la besciamella alla ricotta
  • 500 ml di latte ps
  • 300 gr di ricotta vaccina
  • 50 gr di farina
  • 1 cucchiaio di olio
  • noce moscata
  • sale qb

per il sugo :

  • 500 gr pisellini freschi sgranati o surgelati
  • 500 ml di salsa di pomodoro
  • 1 cipolla piccola
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • basilico
  •  30 gr di formaggio grana grattugiato
  • 1 pizzico di pepe

Preparazione:

Setacciate la farina a fontana su un piano di lavoro e preparate la pasta per le lasagne aggiungendo le due uova, il sale e tanta acqua tiepida necessaria e lavorare l’impasto con le mani per una decina di minuti. Formate un panetto e fatelo riposare almeno per una mezz’oretta. Poi stendetelo e tagliate la sfoglia in rettangoli.

Per il sugo, mettete in un tegame  2 cucchiai di olio con un trito di sedano, carota e cipolla, fatelo imbiondire ed unite i piselli e la salsa di pomodoro. Salate, mettete anche una bella manciata di basilico fresco e fate cuocere per 25-30 minuti.

Per la besciamella riscaldate il latte, intanto in un pentolino tostate la farina con 1 cucchiaio di olio e sempre mescolando versate a filo il latte caldo, non preoccupatevi se vi sembra di veder dei grumi all’inizio, continuate a mescolare e vedrete che il composto  si scioglierà perfettamente nel latte. Ma se ci sono dei grumi niente panico, una leggera frullata con un mixer ad immersione e tutto torna liscio. Aggiungete un pizzico di sale e una grattata di noce moscata e appena sarà tiepida incorporate anche la ricotta.

Mettete a lessare le lasagne in una pentola larga aggiungendo nell’acqua salata 2 cucchiai di olio per evitare che si attacchino tra loro. Sgocciolatele e stendetele su un panno bagnato e ben strizzato. Ungete la teglia con un mestolo di sugo, mettetevi a strati le lasagne ricoprendo ogni strato con ragù, besciamella e formaggio grattugiato. Terminate l’ultimo strato con besciamella, formaggio grattugiato e un pizzico di pepe. Infornate  a 180° per 25-30 minuti, fate riposare in forno per una decina di minuti prima di servire.

Lasagna con piselli ricetta light profumo di glicine

 

 

 

Scialatielli in carbonara di fave e guanciale croccante


Dall’orto di mamma sono arrivate le prime fave fresche e tenere. Erano pochine per mangiarle con il pane e pancetta, ci sarebbe stata la ressa  e quindi ho optato per unirle agli scialatielli in carbonara di fave e guanciale croccante.

Gli scialatielli sono un formato di pasta fresca usato nella cucina campana tipici di Amalfi dove sono nati per mano dello chef Enrico Cosentino nel 1978, (presentati ad un concorso culinario gli valsero il premio entremetier dell’anno), il loro nome si presume derivi da due parole dialettali “scialare”(godere) e “tiella-i” (padella)
Sono listarelle più corte degli spaghetti, più larghe e di sezione rettangolare piuttosto irregolare. Sono tradizionalmente fatti a mano con farina, acqua e/o latte, formaggio grattugiato, basilico fresco tritato e sale, ma vengono anche venduti come formato di produzione industriale.
Sono riconosciuti come prodotto agroalimentare tradizionale della regione Campania.

 

scialatielli in carbonara di fave croccanti

Scialatielli in carbonara di fave e guanciale croccante

Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di scialatielli
  • 4 uova
  • 100 g di guanciale
  • 70 g di formaggio grattugiato (pecorino e grana)
  • 200 g di fave piccole e tenere sbucciate e decorticate
  • olio extravergine qb
  • sale e pepe qb

 

Preparazione

Portate a bollore dell’acqua in una pentola capiente e salatela appena in quanto il piatto è già ricco di ingredienti che aggiungeranno sapidità. Calate la pasta e mentre gli scialatielli sono in cottura, riducete il guanciale a dadini. Mettete il guanciale e le fave in una padella con un filo olio extravergine di oliva e saltateli fino a quando il grasso del guanciale non sarà divenuto trasparente e croccante. Prendete adesso una ciotola e sbattetevi le uova con il formaggio e il pepe. Scolate gli scialatielli al dente, versateli nella padella con il guanciale (a fuoco spento) e aggiungete le uova. Il calore della pentola basterà a far coagulare leggermente l’uovo che non deve cuocere troppo ma rimanere cremoso. Amalgamate bene e servite subito in tavola.

Un consiglio : se avete ospiti servite gli scialatielli in cialde di grana, successo garantito !!

 

 

 

 

 

Cannelloni a modo mio

cannelloni

Per la serie “ci piace complicarci la vita” e come se non bastassero le mille cose da fare per il cenone di San Silvestro e per il pranzo del giorno dopo, noi ci facciamo anche le crepes. :D

I miei ragazzi preferiscono i cannelloni fatti con le crespelle…quelli di semola di grano duro che compriamo già belli e fatti sono duri (dicono ) !!!  E che non li accontentiamo ??

Ma sì, dai, facciamo le crespelle !!

Ingredienti per 6 persone

Per le crespelle : 200 g di farina 00 – 3 uova – 500 ml di latte parzialmente scremato – 25 g di burro fuso – 1 pizzico di sale

Per il ragù : 500 g di carne ( preferibile la pezza a cannella) fetta unica – 2 fette di prosciutto crudo – 1 cipolla piccola – 20 g tra pinoli e uva passa – 1 fetta di pane (solo la mollica) – 1 litro di passata di pomodoro – olio extravergine di oliva q b – 1 cucchiaio raso di pecorino grattugiato. – prezzemolo – sale q b

Per il ripieno : 250 g di fior di latte – 250 g di ricotta – 200 g di carne trita mista manzo e maiale – 100 g di grana grattugiato – 50 g di salame napoli – 2 uova – prezzemolo – sale q b

Procedimento

Per le crespelle : mescolate bene con una frusta le uova con la farina, il latte, il burro fuso e un pizzico di sale, fate una pastella cremosa ma non troppo densa e  fatela riposare in frigorifero per circa 1 ora. Ungete un padellino antiaderente del diametro di circa 20 cm, e versateci un mestolino di pastella alla volta. Ruotate il padellino per distribuire bene il composto. Fate cuocere da un lato per pochi secondi, o fino a che i bordi della crespella si staccheranno dal padellino, quindi giratela e fatela cuocere un secondo anche dall’altro lato. Continuate così fino ad esaurire tutta la pastella. Vi consiglio di fare le crespelle il giorno prima e stenderle tutte su una tovaglia pulita, poi quando si sono raffreddate potete impilarle una sopra l’altra (se lo fate a caldo si attaccheranno l’una a l’altra).

Per il ragù : ricoprite la fetta di carne con il prosciutto, mescolate la mollica di pane sbriciolata con il prezzemolo tritato, i pinoli, l’uva passa, il pecorino e un pizzico di pepe, e distribuite questo composto sul prosciutto(Foto 2). Avvolgete su se stessa la fetta di carne e legatela stretta con spago da cucina o cotone bianco (Foto 3). In una pentola con un filo d’olio fate rosolare la carne insieme alla cipolla tritata poi aggiungete la passata di pomodoro, salate e fate cuocere lentamente per circa due ore, mescolando di tanto in tanto per evitare che attacchi e allungando con acqua calda quando il sugo addensa troppo.

Per il ripieno : rosolate la carne tritata in una pentola antiaderente per 5 minuti, salate, pepate e profumate con prezzemolo tritato, poi trasferite la carne in una ciotola e fatela intiepidire. In un’insalatiera mescolate la ricotta con le uova, il formaggio ( tranne 2-3 cucchiai), il fior di latte tagliato a piccoli cubetti e il salame a dadini, aggiungete anche la carne e un pizzico di sale. Mescolate bene per avere un composto omogeneo.

Assemblaggio : mettete un cucchiaio abbondante di ripieno e mezzo di sugo su ogni crespella e arrotolatela formando un cannellone( Foto1). Mettete  sul fondo di una teglia un mestolo di sugo e disponetevi i cannelloni, copriteli con altro sugo e una spolverata di formaggio, poi coprite la teglia con carta stagnola e infornate per 25-30 minuti in forno a 180°C. Fate riposare 5 minuti prima di servire in piatti individuali.

Il braciolone di carne va slegato e tagliato a rondelle quindi servito come secondo piatto.

Buon appetito !!


PicMonkey Collage

 

 

 

 

cannelloni

 

margherite di zucca e patate al sugo di funghi porcini

 

Buongiorno a tutti !! Oggi margherite di zucca e patate al sugo di funghi porcini, un piatto per le occasioni speciali…..un tantino laborioso ma sicuramente di grande effetto visivo e gustativo!! Di solito le margherite le preparo la sera prima…poi per il sugo si fà presto, per cuocerle altrettanto, appena vengono a galla si mantecano nel sugo e viaaaaa,  tutti  a tavola!!! ;)     
  margherite di zucca e patate al sugo di funghi porcini ricetta pasta ripiene nella cucina di profumo di glicine                                                                                           

Margherite di zucca e patate al sugo di funghi porcini                                                                                     

 ingredienti per 4-5 persone :
  • 500 g di farina 00
  • 5 uova
  • 3 patate
  • 200 g di zucca
  • 150 g di caciotta INALPI
  • 2-3 porcini
  • 40 g di parmigiano grattugiato
  • 2 ciuffetti di rucola
  • olio extravergine d’oliva DANTE
  • una noce di burro
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale q b
 
Preparazione
Setacciare e disporre  la farina a fontana, versare le uova e un cucchiaino di sale fino, quindi impastare con le mani per una quindicina di minuti. Lasciar riposare l’impasto per un mezzoretta coperto con un tovagliolo bagnato e ben strizzato.
Per il ripieno: lessare le patate in acqua e sale, sbucciarle e passarle allo schiacciapatate mentre sono ancora calde.
Avvolgere la zucca nella stagnola e cuocerla in forno. Schiacciarla con i rebbi di una forchetta (frullandola risulterebbe troppo liquida)
Unire la purea di patate, la zucca, il parmigiano,  la caciotta tagliata a tocchetti  piccoli, un pizzico di sale,  un filino di olio, pepe e noce moscata. Mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo.
Anche il ripieno lo preparo prima e lo ripongo in frigo, risulterà più sodo al momento di farcire le margherite. Stendere la pasta in una sfoglia sottile e distribuirvi, con l’aiuto di un cucchiaino, dei mucchietti di ripieno, distanziandoli quanto basta. Coprire con un’altra sfoglia, spennellando la pasta per farla aderire.
Quindi tagliare le margherite con uno stampino a forma di fiore da 8 cm.
Preparare il sugo facendo rosolare nell’olio lo spicchio d’aglio intero, aggiungere i porcini tagliati a fettine, e dopo un paio di minuti sfumare con il vino bianco. Far evaporare e  abbassare la fiamma facendo  cuocere lentamente per 15 minuti. Cuocere le margherite in acqua salata con leggero bollore, man mano che salgono a galla trasferirle nella padella con il sugo, mantecare aggiungendo un fiocchetto di burro, la rucola tritata e una spolverata di parmigiano.
 
 
 
 
 
 

Gnocchi ai porcini in crema di tartufo

 

Si dice giovedì gnocchi ma penso che un buon piatto di gnocchi sia sempre gradito…oggi vi presento la ricetta degli gnocchi ai porcini in crema di tartufo, li ho conditi con pochissimo sugo ai porcini. I primi porcini della stagione…..con queste temperature se ne trovano pochi ma quei pochi sono veramente eccezionali…..un profumo!!! Con uno soltanto sono riuscita a preparare questi gnocchetti molto buoni. E’ pur vero che un poco di tartufo ha contribuito molto. Avevo ancora un piccolo tartufo nero di Bagnoli Irpino, comprato alla famosa sagra l’anno scorso e conservato nell’olio. Ne ho aggiunto un pochino tritato alla besciamella, prima di servire.

Gnocchi ai porcini in crema di tartufo ricette pasta fresca fatta in casa nella cucina di profumo di glicine

 

Gnocchi ai porcini in crema di tartufo

ingredienti per 6 persone

  • 2 kg di patate
  • 400 g di farina
  • 300 g di besciamella
  • 1 barattolo di pomodoro passato da 700 g
  • 1 porcino(se piccolo 2)
  • 1 uovo
  •  tartufo (facoltativo)
  • olio extravergine di oliva
  •  sale qb

Lessare le patate, privarle della buccia e passarle nello schiacciapatate, raccogliendole sulla spianatoia, versare la farina a pioggia in modo da distribuirla uniformemente sulle patate e unire una presa di sale e un uovo. Lavorare l’impasto prima con la forchetta e poi con le mani, fino a quando risulterà morbido e compatto e non si attacca più alle mani. Formare dei bigoli tagliandoli poi a pezzetti che andranno passati su un rovescio di una grattugia. Quando tutti gli gnocchi sono pronti, preparare il sugo mettendo un filo d’olio nella teglia, aggiungere il porcino tagliato a fettine piccole e lo spicchio d’aglio intero. Dopo 2-3 minuti aggiungere la passata e togliere l’aglio, salare e far cuocere il tempo che bolle l’acqua e si calano gli gnocchi. Appena vengono a galla raccoglierli con la schiumarola e mantecarli delicatamente nel sugo. Distribuire gli gnocchi nei tegamini e coprirli con qualche cucchiaio di besciamella . Far gratinare in forno a calore moderato(180°) per 10-15 minuti. Prima di portare in tavola aggiungere delle scaglie di tartufo e buon appetito!!

 

 

 

1 2