Spaghetti al baccala e provolone del monaco

Un accostamento insolito ma buonissimo, per questo primo piatto, spaghetti al baccalà e provolone del monaco. Il Provolone del Monaco è un formaggio ottenuto dalla lavorazione del latte della vacca agerolese.

Il Provolone del Monaco si produce dal 1700 circa, quando alcuni pastori che vivevano sul Vomero, area allora agricola nei dintorni di Napoli, dovettero trasferirsi a causa dell’espansione urbana. Alcune famiglie decisero di trasferirsi sui Monti Lattari, nei pressi di Vico Equense, e iniziarono a sfruttare gli ampi pascoli della zona producendo formaggio, in particolare caciocavallo.

Il principale mercato per la vendita del formaggio era la lontana Napoli e i pastori, coperti da pesanti e ingombranti mantelle, vennero soprannominati “monaci” e i loro caciocavalli, ricercati e apprezzati sulla piazza partenopea, divennero per tutti “i provoloni del monaco”.

Dal 2010 il Provolone del Monaco ottiene la Denominazione di Origine Protetta (DOP) a livello europeo con Regolamento UE 121/2010

Il “Provolone del Monaco” si ottiene riscaldando il latte per ottenere una cagliata maggiormente cotta rispetto alla produzione del caciocavallo tradizionale. La sua maturazione deve avvenire con lentezza, senza conservanti né fermenti. Successivamente si passa alla modellatura, dando una forma particolare rispetto a quella solita, di melone leggermente allungato e senza testina. La stagionatura, dopo averlo salato e asciugato, può anche avvenire in grotta secondo il disciplinare di produzione, partendo da un minimo di 6 mesi.

Spaghetti al baccala e provolone del monaco

Ingredienti per 5-6 persone

  • 500 gr di spaghetti
  • 300 gr di baccalà dissalato
  • 100 gr di provolone del monaco
  • 150 gr di pomodorini
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva (io Dante)
  • sale qb
  • 1 peperoncino
  • 2 cucchiai di farina
  • basilico

 

preparazione

Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. Asciugare il baccalà, poi infarinarlo e friggerlo in olio d’oliva. Asciugarlo dall’olio in eccesso, schiacciarlo con la forchetta, togliere eventuali spine  e soffriggerlo (cambiando padella) con olio, aglio e peperoncino, aggiungere i pomodorini e qualche foglia di basilico.  Aggiustare il gusto di sale e pepe. Scolare la pasta e saltarla con la salsa preparata, con il provolone del monaco grattugiato e un filino d’olio extravergine.

 

 

spaghetti al baccala e provolone del monaco

 

7 commenti su “Spaghetti al baccala e provolone del monaco

  1. dolcemela il said:

    @ Rossana Provalo è veramente buono, io l’ho mangiata in un ristorantino a Sorrento, tanti anni fa e da allora la ripropongo quando ho gli ingredienti giusti nel senso di qualità, per esempio il baccalà deve essere quello bello doppio, di prima scelta. Come per tutto sono gli ingredienti che fanno la differenza.

  2. dolcemela il said:

    @ chiacchiere ai fornelli…penso di si…prova a chiedere…oggi il provolone del monaco viene esportato in tutto il mondo !!!

Lascia un commento