Crema diplomatica al caffè

By dolcemela

 

Spesso si fa confusione e la crema diplomatica viene chiamata erroneamente crema chantilly. Vediamo brevemente la differenza tra l’una e l’altra: La crema chantilly altro non è che panna montata zuccherata e aromatizzata con vaniglia, invece la crema diplomatica si prepara mescolando la chantilly con crema pasticcera.

Quindi la crema diplomatica è un composto a base di crema pasticcera e panna montata ed è chiamato anche base semifreddo in quanto è la base per preparare un semifreddo quando si vuol essere sicuri dal punto di vista batteriologico in quanto si utilizzano uova pastorizzate.

La crema diplomatica è ottima per farcire torte e bignè ma è una crema veramente molto versatile, in questo caso per esempio, con l’aggiunta di caffè è deliziosa da gustare anche come dolce al cucchiaio, beh, deliziosa non esprime appieno la sua bontà quindi dovrete per forza prepararla per giudicare voi stessi com’è !

Crema diplomatica al caffè

 

Ingredienti Crema diplomatica al caffè

  • 500 ml di latte intero
  • 300 ml di panna fresca
  • 4 tuorli
  • 100 g di zucchero semolato
  • 50 g di zucchero a velo
  • 40 g amido di mais
  • 150 ml di caffè ristretto
  • 1/2 bacca di vaniglia

Per rifinire:gocce di cioccolato-top al cioccolato o caffè

Procedimento

Versate il latte in un pentolino, unite il caffè e i semini della bacca di vaniglia e a fuoco dolce riscaldate fino a sfiorare il bollore.

Montate i tuorli con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso. Aggiungete la farina di mais setacciata e amalgamate bene.

Ora filtrate il latte e versatelo sul composto di tuorli, mescolate e mettete di nuovo sul fuoco, proseguite la cottura fino ad ottenere una crema della giusta consistenza, mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi.

Quindi trasferite subito la crema in un’altro recipiente, copritela con pellicola a contatto e fatela raffreddare.

Montate la panna in una ciotola ben fredda aggiungendo lo zucchero a velo quindi incorporatela delicatamente alla crema pasticcera, con movimenti da basso verso l’alto per non smontarla.

La vostra crema diplomatica al caffè è pronta, potete proseguire a farcire il dolce che avete scelto di preparare oppure gustarla affondandoci il cucchiaino. ;)

Versate la crema diplomatica al caffè in coppe da dessert e decorate con gocce di cioccolato e top al cioccolato o cioccolato fuso, io non avendo ne l’uno ne l’altro ho aggiunto un cucchiaio di caffè freddo su ogni coppa e l’ho servito così.

Ps Il giudizio è stato: un dolce al cucchiaio davvero delizioso.

Print Friendly

Torta di pasta sfoglia con ricotta e salumi

By dolcemela

Torta di pasta sfoglia con ricotta e salumi

 

Oggi vi propongo una ricetta semplicissima, la ricetta per preparare una torta di pasta sfoglia salata con ricotta e salumi, un antipasto finger food davvero delizioso che potete servire in tutte le occasioni, feste per bambini, pranzi e cene a buffet oppure semplicemente per una cena in famiglia.

La torta di pasta sfoglia è un’ ottima alternativa di pizze e focacce, ma al contrario di queste che hanno bisogno di tempo per lievitare, questa è veloce da preparare ed è perfetta per quando avete voglia di cose buone ma senza troppo stress, basta comprare la sfoglia pronta! ;)

 

 

 

Torta di pasta sfoglia con ricotta e salumi

 

Ingredienti Torta di pasta sfoglia con ricotta e salumi

  • 2 rotoli di pasta sfoglia
  • 400 g di ricotta
  • 2 uova +1 tuorlo
  • 2 cucchiai di formaggio grana grattugiato
  • 200 g di salumi misti a piacere (salame-mortadella-pancetta-prosciutto)
  • 150 g di caciotta o scamorza o fior di latte
  • 2-3 cucchiai di latte
  • sale-pepe q b

 

 

PROCEDIMENTO

In una ciotola sbattete le uova con il sale, il pepe ed il formaggio grattugiato, aggiungete la ricotta e mescolatela, quindi mettete anche i salumi e i formaggi, il tutto tagliato a dadini.

Con il mattarello stendere un pochino il rotolo di pasta sfoglia e adagiarlo sul fondo di una pirofila con la sua stessa carta.

Tagliare la pasta in eccesso lasciando soltanto 2 cm di bordo che servirà per la chiusura. (Regolatevi con la vostra teglia, la mia ha il diametro 28 cm ed ho tagliato 2 cm di bordo, con cui ho fatto delle roselline e un fiocchetto che ho usato per decorare la torta)

Punzecchiare il fondo della sfoglia con i rebbi di una forchetta.

Versare il composto di ricotta nella pirofila e distribuirlo per bene in modo che poi risulti un ripieno omogeneo.

Adagiare sopra l’altro disco di pasta sfoglia, piegare e arrotolare verso il centro della torta la pasta sfoglia lasciata in eccesso nel disco inferiore e pressarla leggermente in modo che aderisca bene e in cottura non esca il ripieno.

A piacere fare delle decorazioni con la pasta sfoglia avanzata, quindi bucherellarla con la punta di uno stecchino, poi spennellare la superficie della torta con il tuorlo mescolato al latte.

Mettere la torta in forno preriscaldato a 190°C e farla cuocere per circa 30 minuti, prima di spegnere il forno controllare che sia dorata e cotto bene anche il fondo. In caso sia dorata sopra ma con il fondo ancora crudo, regolate il forno acceso soltanto nella parte inferiore e terminate la cottura.

Sfornare la torta di sfoglia salata e fatela riposare su una gratella almeno 10 minuti prima di tagliarla.

 

torta di pasta sfoglia

Consiglio: Potete tagliare la torta di pasta sfoglia con ricotta e salumi a quadratini piccoli e servirla ad un buffet insieme ad altre torte salate, per esempio la torta di funghi e patate o la pizza di scarole.

Print Friendly

Crema pasticcera al caffè

By dolcemela

Crema pasticcera al caffè

 

La crema pasticcera al caffè è una variante della classica crema pasticcera a cui si aggiunge del caffè. Il procedimento è semplicissimo ed è uguale a quello della crema pasticcera classica.

La crema pasticcera al caffè è buonissima anche da gustare come dolce al cucchiaio ed è ideale come farcitura per torte e dolci ripieni ma si può usare anche come base per creare altre creme o dolci al cucchiaio.

Per adesso andiamo alla ricetta della crema pasticcera al caffè ma tornate presto, vi farò vedere come l’ho utilizzata e che dolce ho preparato, vi aspetto! ;)

 

crema pasticcera al caffe

Ingredienti Crema pasticcera al caffè

  • 500 ml di latte intero
  • 4 tuorli
  • 150 ml di caffè ristretto
  • 150 g di zucchero
  • 50 g di amido di mais
  • 1/2 bacca di vaniglia

 

Procedimento

Unire latte e caffè, unire la polpa estratta dalla vaniglia e mettere a riscaldare fino a sfiorare il bollore.
Nel frattempo sbattere i tuorli con lo zucchero fino a renderli chiari e spumosi, quindi incorporarvi l’amido di mais, vi consiglio di setacciarlo così non si formeranno grumi.

Unire poco latte caldo per diluire il composto, poi unirlo tutto e amalgamare bene.

Portate sul fuoco a fiamma bassa e mescolare finché non si addensa.

Versate la crema in un’altro contenitore freddo e copritela con pellicola trasparente a contatto in modo che non si formi la crosticina superficiale.
Fate intiepidire la crema a temperatura ambiente e poi riporla in frigorifero fino al momento di utilizzarla.

 

Consiglio:Per preparare la crema pasticcera al caffè in una versione più veloce si può sostituire il caffè ristretto con 2 cucchiai di caffè liofilizzato facendolo sciogliere nel latte caldo, in questo caso però aumentare la dose di zucchero regolandovi a vostro gusto.

Print Friendly

Torta dolce di zucca – Sweet pie pumpkin

By dolcemela

Torta dolce di zucca

 

Un incontro di profumi e sapori in questa torta, il dolce della zucca con i profumi delle spezie e il gusto particolare degli amaretti creano una delizia dal gusto davvero sorprendente.

 

Torta di zucca

 

Ingredienti torta dolce di zucca per uno stampo da ∅ 24-26

  • 500 g di pasta frolla
  • 400 g di polpa di zucca
  • 200 g di amaretti
  • 100 g di nocciole tostate e ridotte in farina
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • 3 uova
  • 200 g di zucchero
  • 200 ml di latte
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiai di rum o liquore Strega
  • 1 noce di burro per la teglia

Per la decorazione Nocciole tostate e amaretti sbriciolati grossolanamente + zucchero a velo q b

Preparazione
Mondate la zucca e tagliarla a cubetti, metterla a cuocere in una casseruola con il latte e il burro, la zucca deve cuocere finché diventa morbida e il latte dovrebbe bastare ma se dovesse asciugare e la zucca risultasse ancora dura aggiungete altro latte o acqua ma senza esagerare, a fine cottura non dovrebbe esserci più liquido ma deve risultare un composto cremoso.
Quindi con un mixer ad immersione ridurlo a purea, se non avete il mixer schiacciate la zucca con una forchetta.
Lasciatela raffreddare e aggiungete le uova battute a parte insieme allo zucchero.
Incorporare anche la farina di nocciole, gli amaretti sbriciolati, il cacao, le spezie, il sale e il rum.
Stendete la pasta frolla con il mattarello e foderate uno stampo per crostate precedentemente imburrato.

Versate il composto di zucca nel guscio di pasta frolla e livellatelo con una spatola o con il dorso di un cucchiaio.

Decorate a vostro gusto il bordo della frolla o rifinitelo semplicemente risvoltandolo all’interno.

Cuocere la torta di zucca in forno preriscaldato a 180°C per circa 40 minuti, regolatevi con il vostro forno, i bordi della frolla devono dorare e il centro della torta deve essere leggermente morbido al tatto, poi raffreddando solidifica.

Distribuire la granella di nocciole e gli amaretti sbriciolati sulla superficie e raffreddare bene la torta, meglio se la preparate in anticipo, il giorno dopo è sicuramente più buona.

Prima di servire la torta dolce di zucca spolverizzarla con zucchero a velo.

Print Friendly

Pasticcio di patate e melanzane – ricetta gustosa

By dolcemela

Il gateau di patate è una pietanza rustica tipica della cucina napoletana.

Viene preparata con un impasto di ingredienti semplici, patate, formaggio grattugiato, scamorza, prosciutto e salame, una spolverata di pangrattato e poi in forno.

Spesso si prepara il gateau di patate anche per smaltire avanzi di salumi e formaggi, e fin qua siamo tutti d’accordo ma lo avete mai provato con le melanzane? No? Allora dovete prepararlo subito! Vi piacerà sicuramente, ve lo consiglio per una cena veloce, potrete servirlo caldo, tiepido o freddo, come piatto unico, antipasto o contorno, sarà sempre un piacere.

 

 

Ingredienti Pasticcio di patate e melanzane

  • 1 kg di patate
  • 2 melanzane medie da preferire la violetta lunga
  • 150 g di salame napoli a dadini
  • 200 g scamorza bianca o affumicata
  • 100 g di formaggio grana grattugiato
  • olio extravergine q b
  • 3 uova
  • 50 g burro
  • latte q b
  • sale e pepe
  • pangrattato q b

Procedimento

Tagliate le melanzane a cubetti e tenetele in acqua e sale per circa 30 minuti.

Poi strizzatele e fatele cuocere con un giro di olio extravergine, spegnete e fate raffreddare.

Lavate e lessate le patate in acqua salata, accertatevi della cottura infilzandone una con i rebbi di una forchetta, quindi ancora calde, spellatele e passatele nello schiacciapatate.

Aggiungete il burro e mescolate per farlo sciogliere.(lasciatene quanto basta per ungere la teglia e qualche fiocchetto da mettere sopra)
Sbattete le uova con un pizzico di sale, una spolverata di pepe nero macinato e il formaggio grattugiato, unite il tutto alle patate e mescolate.

Tagliate il salame a dadini piccoli e la scamorza a dadini un poco più grandi.
Aggiungeteli e mescolate, per ultimo unite anche le melanzane e date un’ultima mescolata, l’impasto del pasticcio di patate e melanzane deve essere cremoso ma non troppo, regolatevi e se vi sembra duro aggiungete del latte.
Disponete l’impasto in una teglia da forno, precedentemente imburrata e cosparsa di pangrattato, terminate spolverando la superficie con pangrattato e distribuite qualche fiocchetto di burro qua e là.
Cuocete in forno caldo a 180°C per 30 minuti o fino a quando la superficie non sarà croccante e dorata.
Spegnete il forno e fate riposare il pasticcio di patate e melanzane per almeno 10 minuti prima di tagliarlo.

 

 

 

 

Print Friendly

Zeppole cilentane – Profumo di glicine

By dolcemela

Oggi vi propongo un finger food davvero sfizioso.

Le zeppole cilentane sono semplici da preparare e molto versatili, tipo stuzzichino perfetto per tutte le occasioni, da servire come antipasto, come finger food con l’aperitivo oppure ogni volta che volete coccolare la vostra famiglia.

Conosco queste zeppoline fin dai tempi della mia infanzia, quando zia Antonietta mi portava con lei dai suoi parenti ad Agropoli, mi ricordo che si friggeva e si mangiava, che scorpacciate, eh eh, purtroppo sono come le ciliegie, non ti fermeresti mai.

Preparate anche voi le zeppole cilentane, sono sicura che vi piaceranno moltissimo.

 

zeppole cilentane

Ingredienti

  • 500 g. di farina 00
  • 400 ml di acqua (circa)
  • 15 g di lievito di birra fresco o 100 g di lievito madre
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 50 g di alici salate oppure 1/2 barattolino di alici all’olio
  • rosmarino fresco tritato q b

 

Preparazione

Sciogliamo il lievito nell’acqua tiepida, aggiungiamo prima lo zucchero e poi la farina, mescoliamo con le mani, quindi aggiungiamo il rosmarino tritato e per ultimo il sale.

Impastiamo con le mani e a lungo, il segreto per ottenere delle zeppole morbide e ben lievitate è proprio questo, va lavorato molto.

Alla fine dovremo avere un impasto filante e abbastanza molle, quindi lo copriamo e facciamo lievitare in un luogo riparato da correnti, ideale è sempre in forno spento, comunque dovrà triplicare il suo volume.

A lievitazione avvenuta prendere una cucchiaiata di impasto e con le mani unte di olio formate prima una pallina, mettete un pezzetto di alice nel centro e poi tirate la pasta contemporaneamente ai due lati allungandola fino a formare la zeppola lunga.

Friggere le zeppole in olio di semi profondo.

Servire le zeppole cilentane alle alici calde calde.

DSCN0200

Print Friendly

1 2 3 4 93