Casatiello napoletano

 

 

La ricetta del casatiello, più o meno è uguale a quella del tortano, cambia la posizione delle uova che invece di essere sode e messe all’interno a pezzettini, nel casatiello vengono posizionate crude sulla superficie e fermate da striscioline di pasta messe a croce.

 

casatiello napoletano

 

Casatiello napoletano

Ingredienti

  • 600 grammi di farina 00 + q b per la lavorazione
  • circa 350 ml di acqua
  • 2 cucchiai di strutto
  • 1 cubetto di lievito di birra o 150 g di lievito madre
  • 10 g di sale

 

per il ripieno

  • 100 grammi di salame napoli
  • 100 g di pancetta o ciccioli
  • 100 grammi di prosciutto cotto tagliato a dadini
  • 100 g di formaggio pecorino
  • 200 grammi di scamorza o provola o provolone
  • 50 grammi di formaggio grattugiato misto pecorino e grana
  • 4-5 uova
  • 1 cucchiaio di strutto
  • abbondante pepe nero macinato

 

casatiello napoletano

 

Procedimento
Preparate l’impasto del casatiello sciogliendo il lievito in una tazza d’acqua tiepida (che toglierete dal totale). In un’altra ciotola ponete l’acqua che rimane, sciogliete il sale e tenete da parte. Versate la farina in una planetaria oppure in una ciotola se impastate a mano. Unite 2 cucchiai di strutto, l’acqua in cui avete sciolto il sale e il lievito.
Iniziate a lavorare gli ingredienti, poi trasferite l’impasto su una spianatoia e lavoratelo fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Mettetelo in una ciotola unta con strutto, copritelo con la pellicola trasparente e lasciate lievitare almeno 2 ore in luogo tiepido fino al raddoppio del volume, se avete fretta vi consiglio in forno riscaldato e spento con la luce accesa.
Nel frattempo tagliate i salumi e i formaggi a cubetti.

Una volta trascorso il tempo necessario e il panetto è ben lievitato, stendetelo fino a formare un rettangolo che abbia lo spessore di mezzo centimetro.

Quando avrete steso la pasta, tagliatene una strisciolina laterale e mettetela da parte (vi servirà per fare le striscioline da mettere sulle uova). Spalmate ancora strutto su tutta la superficie dell’impasto e spolverizzate il formaggio grattugiato e abbondante pepe macinato, quindi farcite con i cubetti di formaggi e i salumi. (vedi foto)

Arrotolare la pasta sul lato più lungo fino a formare un salsicciotto.
Ungete con strutto uno stampo a ciambella da 24 centimetri di diametro, adagiate dentro allo stampo l’impasto, copritelo e lasciate lievitare il casatiello per un’ora, anche due in un luogo tiepido. L’impasto dovrà raggiungere il bordo dello stampo.

A questo punto disponete le uova (ben lavate e asciugate) a intervalli regolari e fermatele con delle striscioline incrociate fatte con la pasta che avete tenuto da parte.
Spennellate tutta la superficie con lo strutto e infornate in forno già caldo per circa 45-50 minuti a 180 gradi ma regolatevi sempre con il vostro forno controllando la cottura e spegnetelo quando il casatiello apparirà dorato.

 

 

casatiello napoletano

 

DSCN0041

Print Friendly

Gnocchi zucchine e salmone ∼ Profumo di Glicine

 

Oggi vi propongo una versione molto semplice anche se meno veloce delle classiche farfalle al salmone che potete trovare qui .

Chi non ha preparato almeno una volta la pasta al salmone affumicato? Buonissima !

In questo caso ho sostituito i piselli con le zucchine e per rendere il sughetto cremoso ho aggiunto un pochino di ricotta, quindi altrettanto gustosa, unico inconveniente, ci vuole un pochino di tempo in più per preparare gli gnocchi, naturalmente si può rimediare comprando gli gnocchi già pronti ! ;)

gnocchi zucchine e salmone

 

 

 

 

Gnocchi zucchine e salmone

 

Ingredienti per 4 persone

  • 800 g gnocchi di patate
  • 100 g di salmone affumicato
  • 3 zucchine medie
  • 100 g di ricotta o robiola
  • olio evo q b
  • 1/2 scalogno
  • prezzemolo
  • sale-pepe

 

Preparazione

Preparate gli gnocchi di patate come siete soliti fare o da ricetta base di questo blog che troverete cliccando QUI.

Lavate e spuntate le zucchine, quindi tritarle con una grattugia a fori larghi.

Saltate le zucchine in padella con un goccio di olio, lo scalogno tritato e del prezzemolo.

Tagliuzzate il salmone affumicato con il coltello.

Quando le zucchine sono cotte, (devono cuocere pochi minuti) aggiungete il salmone e la ricotta, mescolate bene sino ad ottenere una salsa cremosa aggiungendo anche un mestolino di acqua di cottura degli gnocchi e aggiustate di sale e pepe.

Portate a bollore abbondante acqua salata e versatevi gli gnocchetti di patate, fateli cuocere finché verranno a galla.

Scolate i gnocchi prelevandoli con una schiumarola e versateli nella padella con la salsa mentre sotto il gas è al minimo, mescolate bene ma delicatamente per non romperli e serviteli subito.

 

Gnocchi salmone e zucchine

Print Friendly

Tramezzino filante con pancetta e formaggio ∼ Quasi un croque monsieur

 

Tramezzino filante con pancetta e formaggio ∼ quasi un croque monsieur.

Un croque-monsieur è un tipico sandwich grigliato fatto con prosciutto e formaggio. Le sue origini sono francesi ed è proprio in Francia che viene servito comunemente in café e bar.
Il mio croque monsieur si differenzia un pochino da quello francese ma è ugualmente filante e goloso, vediamo come si prepara?

tramezzino filante con pancetta e formaggio

 

 

Tramezzino filante con pancetta e formaggio

 

Ingredienti per 4 tramezzini

  • 8 fette di pancarrè
  • 4 fette di pancetta
  • 200 g di gruviera
  • besciamella

 

Per la besciamella:

  • 20 g di farina
  • 20 g di burro
  • 250 ml di latte intero
  • un pizzico di noce moscata
  • un pizzico di sale

 

Preparazione

Per preparare la besciamella partiamo dal roux e sciogliamo il burro in un padellino su fiamma dolce, aggiungiamo la farina mescolando di continuo.

Quindi aggiungiamo il latte caldo, aromatizziamo con un pizzico di noce moscata, saliamo e facciamo cuocere fino a che la besciamella non si sarà addensata.

Su una fetta di pane spalmiamo un cucchiaio di besciamella, aggiungiamo una fetta di pancetta e del formaggio gruyère grattugiato. Copriamo con un’altra fetta di pane, spalmiamo un cucchiaio di besciamella ed aggiungiamo dell’altro gruyère grattugiato.

Disponiamo i toast su una placca ricoperta di carta da forno e li facciamo gratinare in forno a 190°C fino a che il formaggio sarà sciolto.

 

 

DSCN1553

 

Il vero croque monsieur si prepara con prosciutto cotto e la ricetta originale potete leggerla  qui

Print Friendly

Colomba di Pasqua veloce al cioccolato

 

La colomba di Pasqua è il dolce tipico pasquale per eccellenza, i supermercati e le pasticcerie in questo periodo ne hanno gli scaffali pieni. Ma volete mettere la soddisfazione di preparare una soffice colomba di Pasqua in casa? E vi assicuro che questa è così morbida e fragrante che farete un figurone con la vostra famiglia e amici.

La preparazione della colomba di Pasqua è molto laboriosa e richiede pazienza e tempo ma la ricetta che vi suggerisco in questa versione è più veloce, infatti nella colomba di Pasqua veloce al cioccolato le fasi di lievitazione sono ridotte a tre senza nulla togliere al risultato finale. Quindi non fatevi spaventare dalla ricetta lunga, vi assicuro che sarà più facile preparare la colomba di quanto non sia stato scrivere la ricetta. ;)

 

Colomba di Pasqua

 

Colomba di Pasqua veloce al cioccolato

La dose riportata nella ricetta è per uno stampo da colomba da 750 grammi

Ingredienti

Per il lievitino o biga

  • 50 g di farina manitoba
  • 40 g di latte intero
  • 10 g di lievito di birra

 

Per il primo impasto:

  • lievitino
  • 100 g di farina manitoba
  • 130 ml di acqua

 

Per il secondo impasto

  • primo impasto
  • 100 g farina Manitoba
  • 20 g burro a temperatura ambiente
  • 20 g zucchero

 

Per il terzo impasto:

  • secondo impasto
  • 100 grammi di farina 00
  • 110 grammi di farina manitoba
  • 120 g di zucchero
  • 2 uova
  • 80 grammi di burro
  • 5 grammi di sale
  • 1 bustina di vanillina
  • 150 grammi di gocce di cioccolato

 

 

Per la glassa di copertura

  • 3 albumi
  • 15 g di amido di mais (facoltativo)
  • 30 g di farina di mais fioretto (facoltativo)
  • 80 grammi di zucchero a velo
  • 70 g di mandorle
  • 70 g di granella di nocciole

 

 Preparazione

Iniziate dalla preparazione del lievitino: ponete in una ciotola la farina e il lievito, versate il latte e mescolate il composto, coprite la ciotola con pellicola trasparente e lasciate lievitare in un ambiente tiepido (ideale il forno spento con la luce accesa) per circa 1 ora o fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume.
Procedete con il primo impasto: Riscaldare l’acqua a 27 gradi e scioglietevi il lievitino, quindi unire piano piano la farina setacciata e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Ricoprire l’impasto con pellicola trasparente e metterlo a lievitare di nuovo in forno per circa un’ ora o fino a quando non avrà raddoppiato il volume.

 

Secondo impasto: in una planetaria mettere il il primo impasto, unire la farina setacciata, poi lo zucchero e in ultimo il burro morbido a temperatura ambiente, aggiungerne un pezzettino alla volta, aspettando che il primo sia stato ben assorbito prima di aggiungerne un altro. Trasferire l’impasto in una ciotola, coprire con la pellicola e far lievitare 1 ora nel forno.

Terzo impasto: nella planetaria mettere il secondo impasto, unire la farina e la vanillina setacciate insieme ed azionare la macchina, unire le uova, una alla volta, aspettando che il primo sia stato ben incorporato prima di aggiungere il secondo, unire lo zucchero e il sale. A questo punto unire il burro morbido a temperatura ambiente, un pezzettino alla volta, aspettando sempre che il primo sia stato ben assorbito prima di aggiungerne un altro. In ultimo unire le gocce di cioccolato e impastare pochissimo, quel tanto che basta per incorporarle.

Trasferire l’impasto in una ciotola, coprire con la pellicola e far lievitare un’ ora nel forno.

Riprendere l’impasto e metterlo su una spianatoia infarinata, sgonfiarlo delicatamente e dividerlo in tre parti, una più grande per il corpo della colomba e due più piccole uguali per le ali. Con ciascuna parte formare un filoncino che andrà adagiato nello stampo con la chiusura verso il basso.

Mettere a lievitare nel forno per tutta la notte, al mattino l’impasto dovrebbe aver raggiunto il bordo dello stampo, quindi, senza far sgonfiare l’impasto lievitato, spalmare delicatamente la glassa sulla colomba e infornare in forno preriscaldato statico a 200°C per 10 minuti, poi abbassare la temperatura a 180°C e proseguire la cottura per altri 20-25 minuti.

Fate raffreddare e riposare la vostra bella colomba per almeno un giorno prima di gustarla, naturalmente conservatela ben chiusa in un sacchetto per alimenti.

Per preparare la glassa di copertura:Tritare le mandorle e le nocciole nel mixer con lo zucchero, avendo cura di lasciare qualche pezzo grosso di frutta secca. Montare gli albumi con le fruste elettriche, devono essere cremosi e non a neve ferma, quindi aggiungere tutti gli altri ingredienti e mescolare per incorporarli bene.

 

 

PicMonkey Collage

 

 

 

PicMonkey Collage

 

 

 

 

colomba di Pasqua

 

 

Print Friendly

Zeppole di San Giuseppe al forno

Oggi vi regalo la mia ricetta super collaudata per preparare le zeppole di San Giuseppe al forno e farcite con una crema speciale, qualcuno dirà, giustamente, che ormai San Giuseppe è già passato, il fatto è che noi napoletani le zeppole le mangiamo tutto l’anno, e ad onor del vero, nel cartoccio di paste mignon della domenica le zeppoline non mancano mai ! ;)

 

Le Zeppole di San Giuseppe sono buonissime fritte ma per chi è attento alle calorie c’è anche la variante al forno, ecco la ricetta giusta per gustare delle buonissime zeppole di San Giuseppe senza compromettere troppo la linea!

E poi le zeppole in questa variante sono speciali, continuate a leggere la ricetta e vedrete!

 

 

Zeppole di San Giuseppe al forno

 

Zeppole di San Giuseppe al forno

 

Ingredienti pasta choux

  • 300 ml di acqua
  • 300 g di farina 00
  • 6 uova
  • 100 g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero

 

Per la crema diplomatica

  • 500 ml di latte
  • 3 tuorli
  • 50 g farina 00 o di maizena
  • 150 g di zucchero
  • 200 g di panna fresca
  • mezza bacca di vaniglia
  • 30 g di zucchero a velo

+ Amarene sciroppate e zucchero a velo qb

 

Procedimento
Per preparare la pasta choux : In un pentolino dal fondo spesso ponete il burro a pezzetti e versate l’acqua, unite il sale e un cucchiaino di zucchero e portate a bollore.
Togliere la casseruola dal fuoco e aggiungere la farina setacciata.
Mescolare con un cucchiaio di legno fino a creare un composto omogeneo.
Rimettere sul fuoco e continuare a mescolare finché il composto non si stacchi dalle pareti e sul fondo della pentola si formi una patina, segno che la farina è asciutta al punto giusto.Togliere dal fuoco, lasciare intiepidire e aggiungere le uova una per volta facendo incorporare bene ogni uovo prima di aggiungere il successivo, vi consiglio di fare questa operazione con delle fruste di uno sbattitore elettrico o meglio ancora con una planetaria.
Porre l’impasto in una sac à poche con bocchettone a stella e formare delle ciambelle su una placca rivestita con carta forno.

Le zeppole devono essere ben distanziate le une dalle altre per non rischiare che  durante la cottura, gonfiandosi, si attacchino. Preriscaldate il forno ventilato a 190°C e fate cuocere le zeppole per 25-30 minuti. Quando risulteranno belle dorate in superficie spegnete il forno e lasciatele dentro tenendo la porta socchiusa, in questo modo si asciugheranno bene anche all’interno.

Una volta fredde, tagliate le zeppole a metà in senso orizzontale e farcitele con un giro di crema diplomatica che avrete trasferito in una sac-à-poche con bocchetta a stella.

Richiudete le zeppole farcite e mettete un ciuffo di crema anche al centro e sopra adagiate un’amarena sciroppata. A piacere cospargete con zucchero a velo, le vostre zeppole di San Giuseppe al forno sono pronte per essere gustate.

Crema diplomatica
Versate il latte in un pentolino e fatelo riscaldare insieme alla bacca e ai semini della vaniglia.

Nel frattempo versate i tuorli delle uova in una ciotola e montateli con lo zucchero, aggiungete quindi la farina setacciata.

Togliete dal latte la bacca di vaniglia e versate il composto nella ciotola con le uova, mescolate bene e mettete la crema sul fuoco con la fiamma bassa. Continuate a mescolare e quando avrà raggiunto una consistenza densa toglietela dal fuoco e lasciatela raffreddare.

Mentre la crema pasticcera si raffredda, preparate la panna chantilly: versate la panna in una ciotola e montatela a neve ferma, aggiungete quindi lo zucchero a velo setacciato.

Quando la crema pasticcera si sarà completamente raffreddata, potrete ultimare la crema diplomatica unendo la panna montata alla crema, un cucchiaio alla volta e continuando a mescolare dal basso verso l’alto per non smontarla.

DSCN1484

 

 

 
Print Friendly

I kranz – ricetta Giallo Zafferano

 

I kranz – ricetta Giallo Zafferano

Il kranz è una brioche fragrante e profumata ideale per la prima colazione. E’ un dolce di origine austriaca, realizzato con diversi strati alternati di pasta per brioches e pasta sfoglia.
La ricetta originale dei kranz (che potete trovare QUIprevede di intervallare gli strati di pasta con confettura di albicocche, uvetta e arancia candita, ma io l’ho leggermente rivisitata, ho messo delle gocce di cioccolato e la marmellata di arance che ho prodotto in quantità industriali.
Il procedimento per preparare i kranz è piuttosto laborioso: la pasta brioches è facile da preparare ma richiede un riposo di 12 ore in frigorifero, anche la pasta sfoglia richiede abbastanza tempo ma oltre a questo è anche un pochino complicata e richiede vari passaggi, ma noi abbiamo un trucchetto per ovviare a tutti questi inconvenienti: compriamo 2 rotoli già pronti e facciamo prima. Anche comprando la pasta sfoglia pronta, i kranz richiedono molta pazienza, ma il risultato finale vi ripagherà, quando il delizioso profumo invaderà la vostra cucina vi dimenticherete del lavoro fatto anzi direte a voi stessi:”ma perché non li ho scoperti prima”?

 

 

Kranz -ricetta Giallo Zafferano

 

 Kranz

Ingredienti per circa 14-16 kranz

2 rotoli di pasta sfoglia rettangolari

Ingredienti per l’impasto di pasta brioches

  • 300 g di farina manitoba
  • 200 g di farina 00
  • 150 g di uova
  • 12 g di lievito di birra fresco
  • 90 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di miele
  • 100 g di acqua
  • 150 g di burro
  • mezza bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale fino

 

Ingredienti per il ripieno:

  • 200 g di marmellata di arancia
  • 100 g di gocce di cioccolato

Per lo sciroppo:

  • 80 g di acqua
  • 80 g di zucchero

 

+ 1 tuorlo + 2 cucchiai di latte

 

Preparazione

 

Per prima cosa prepariamo la pasta brioches: Mettiamo in una ciotola il burro e aggiungiamo i semini della bacca di vaniglia e un pizzico di sale,  mescoliamo con cura gli ingredienti, questo servirà ad ammorbidire il burro e ad aromatizzarlo con la vaniglia.

Setacciamo le farine e le versiamo nella ciotola della planetaria, (oppure in una ciotola normale o su un piano di lavoro, se impastiamo a mano) aggiungiamo anche lo zucchero, il miele e il lievito sbriciolato.

Azioniamo le fruste a velocità media e versiamo prima l’acqua a temperatura ambiente a filo e poi le uova, una alla volta. Quando avremo incorporato tutte le uova, aggiungeremo il burro messo da parte precedentemente, ne aggiungeremo un cucchiaino alla volta, a mano a mano che si sarà incorporato il precedente.

Una volta che tutti gli ingredienti saranno incorporati dovremmo avere un impasto morbido e omogeneo che metteremo in una ciotola e lo copriremo con pellicola trasparente.

Lo lasceremo lievitare per 2 ore e poi lo metteremo in frigorifero per tutta la notte.

Al mattino possiamo procedere con la preparazione dei kranz: Stendiamo l’impasto della pasta brioche fino ad ottenere un rettangolo di 26×31 cm. A questo punto distribuiamo parte della marmellata sulla pasta brioche e sopra distribuiamo le gocce di cioccolato.

Ora dobbiamo adagiare sulla pasta brioche i due rettangoli di pasta sfoglia ( ne avanzerà un pezzo quindi lo tagliamo a misura). Premiamo bene i due rettangoli per farli aderire e poi con un coltello affilato divideremo il rettangolo in 2 parti uguali.

Su una delle due metà spennelliamo ancora della marmellata e mettiamo altre gocce di cioccolato. Poi adageremo sopra l’altra metà facendola combaciare perfettamente. Anche qui premeremo leggermente con il palmo della mano per far aderire gli strati.

Ora dovremo tagliare il tutto a strisce di 3×13 cm e avvolgere ogni striscia su se stessa formando un’elica. Poniamo i kranz su una leccarda foderata di carta da forno e li lasciamo lievitare per circa 2 ore o finché raddoppino di volume.

A lievitazione avvenuta battiamo l’uovo con il latte e delicatamente spennelliamo i kranz. Finalmente siamo pronti per cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per 25 minuti.

Intanto in un pentolino mettiamo lo zucchero e l’acqua e lo facciamo bollire fino a formare uno sciroppo.

Quando i kranz saranno cotti, li lasceremo intiepidire leggermente quindi li spennelleremo con lo sciroppo e poi li potremo gustare caldi o tiepidi!

 

DSCN0971

 

 

Print Friendly

Pizza veloce cotta in padella

 

Pizza veloce cotta in padella

La pizza veloce cotta in padella è un altro tormentone che da un qualche tempo impazza sul web, si tratta di una pizza che non ha bisogno di lievitare poiché l’impasto si prepara con il lievito istantaneo, un lievito chimico che agisce al contatto con il calore e che si cuoce in padella in 10 minuti.

 

Sia sulla cottura in padella che sull’impasto fatto con il lievito chimico e senza lievitazione avevo un grande dubbio, io che ho un rapporto di amore e fiducia con il mio lievito madre, avrei mai potuto tradirlo?

Ebbene si, l’ho fatto, ho voluto provare la ricetta e sono rimasta sbalordita dalla sua bontà e dalla velocità di esecuzione.

Ho condito la pizza in padella con il classico pomodoro e mozzarella, ma chiaramente si presta a mille varianti. Se avete ospiti e dovete organizzare qualcosa di sfizioso per cena o avete voglia improvvisa di pizza, questa è la ricetta che fa per voi.

 

pizza veloce cotta in padella

 

 

Pizza veloce cotta in padella

Ingredienti per 2 pizze

  • 350 g di farina 00
  • 180 ml di acqua
  • 10 g di lievito istantaneo
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • un cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di zucchero

 

 

Per la farcitura:

  • passata di pomodoro q b
  • 100 g di mozzarella
  • origano q b
  • olio evo q b
  • sale q b

Preparazione

In una ciotola, setacciare la farina insieme al lievito istantaneo, aggiungere lo zucchero, il sale e mescolare gli ingredienti secchi.

Aggiungere l’acqua tiepida e l’olio, amalgamare tutti gli ingredienti lavorando l’impasto con le mani per qualche minuto fino ad ottenere una pasta morbida.

Dividere l’impasto in due parti e stendere ogni pallina con il matterello, fino a formare un disco sottile.

Scaldare una padella antiaderente sul fuoco, chiudendola con il coperchio, in questo modo si creerà un calore uniforme come quello del forno di casa.

Quando la padella sarà calda sistemare al suo interno un disco di pasta, abbassare il fuoco e coprire con il coperchio. Cuocere per 4-5 minuti ma controllare che non bruci il fondo.

Controllatela e se vi sembra ben cotta giratela dall’altro lato.

Farcite il disco con un velo sottile di sugo di pomodoro, un giro di olio evo, fettine di mozzarella e un pizzico di sale e origano se piace. Coprire nuovamente con il coperchio e cuocere per altri 5 minuti, mantenendo la fiamma al minimo.

 

 

DSCN1277

Print Friendly

Torta banacao ∼ ricetta Sal De Riso

Torta banacao

Biscotto friabile con crema di banane e mousse di cioccolato fondente, la torta banacao di Salvatore De Riso è stata una vera scoperta, preparatela anche voi, è buonissima!!

 

torta banacao

 

 

Per il biscotto streusel

  • 100 g di burro
  • 100 g di zucchero semolato
  • 100 g di mandorle bianche in polvere
  • 100 g di farina debole
  • 1/3 di bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

Per la mousse al cioccolato fondente

  • 100 g di cioccolato fuso
  • 200 g di panna
  • 60 g di tuorli
  • 1 cucchiaio di acqua
  • 50 g di zucchero

Per le banane vanigliate al rum

  • 400 g di banane sbucciate
  • 80 g di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di rum
  • succo di ½ limone
  • ½ bacca di vaniglia

 

Per decorare

  • 400 g di panna
  • pistacchi q.b.
  • banane q.b.
  • cacao in polvere q.b.

 

 

 

Torta banacao

Preparazione

Preparare il biscotto streusel: impastare con l’aiuto di un frustino elettrico il burro con lo zucchero, il sale e la vaniglia, unire le mandorle in polvere ed infine la farina setacciata. Finire l’impasto con le mani per qualche minuto e formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e raffreddare in frigo per circa un’ora. Passato il tempo passare la frolla al setaccio a maglia larga creando dei piccoli granelli. Adagiare i granelli di pasta in un anello d’acciaio foderato con carta da forno del diametro di circa 22 cm in modo da coprire tutto il fondo. Cuocere a 180° C per circa 20 minuti.

Per la mousse: mettiamo i tuorli, lo zucchero e l’acqua in una ciotola a bagnomaria, li lavoriamo finché non raggiungono la temperatura di 80°, trasferiamo il composto in una planetaria e montiamo per 2 minuti(in mancanza di planetaria va bene anche un frullino elettrico). Intanto sciogliamo il cioccolato a bagnomaria. Montiamo la panna e la incorporiamo al cioccolato fuso. Uniamo poco per volta, la montata di tuorli e amalgamiamo per bene i composti.

 

 

Infine prepariamo la banane vanigliate al rum: in una ciotola di vetro affettare le banane ad uno spessore di circa ½ cm. Unire lo zucchero, il succo di limone e il rhum. Avvolgere il contenitore con pellicola trasparente e cuocere in microonde per 5 minuti al massimo della potenza. Per chi non ha il microonde affettare le banane e metterle in una padella antiaderente insieme allo zucchero, il succo di limone e la vaniglia, quando cominceranno a caramellare sfumare col rum e spadellare per 5 minuti, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.
Per comporre la torta: sistemare la base streusel su un piatto da portata,
spalmare la base con le banane al rum. Decorare il perimetro esterno con ciuffi di panna montata e distribuire al centro ciuffi di mousse al cioccolato. Infine spolverare la torta con cacao in polvere, decorare con fettine di banane e pistacchi, io non ne avevo ed ho messo della granella di nocciole tostate, buonissima lo stesso.

 

 

 

Torta banacao

Torta banacao

Print Friendly

Insalata di arance con finocchi e gamberi – ricetta light

Insalata di arance con finocchi e gamberi

 

Oggi vi do un’idea per un’insalata light, fresca e colorata: Un’insalata di arance con finocchi e gamberi.

L’insalata di arance in inverno la preparo spesso perché il mio Alex l’adora e la mangerebbe tutti i giorni, la preferisce con tanto finocchio, olive e qualche rondella di cipollotto fresco. Per quanto mi riguarda, in genere non amo molto mischiare i sapori dolci a quelli salati ma è anche vero che mi piace provare nuovi abbinamenti.

Ed è per questo che l’altro giorno ho deciso di abbinare le arance e i finocchi con i gamberi che dovevo servire per secondo.

Veloce e sfiziosa questa insalata, provatela anche se pensate che l’abbinamento sia un pochino azzardato, sono sicura che vi conquisterà.

 

 

Insalata di arance con gamberi e finocchi

Insalata di arance con finocchi e gamberi

Ingredienti per 4 porzioni

  • 2 arance
  • 2 finocchi
  • 8 o 12 gamberi freschi o code di gambero surgelate
  • 1 limone (succo)
  • olio extravergine
  • sale-pepe q b

 

 

Preparazione

Mondate i finocchi togliendo la parte più dura e filamentosa, lavateli molto bene, tagliateli a fettine sottili e metteteli in un’insalatiera.

Sbucciate le arance al vivo, tagliatele a fettine oppure a spicchi e unitele ai finocchi.

A questo punto preparate il condimento dell’insalata: in una ciotola riunite l’olio, il succo di limone, il sale e un pizzico di pepe.

Emulsionate gli ingredienti sbattendoli con una forchetta, quindi condite l’insalata.

Coprite e fate insaporire per una mezz’oretta o il tempo che servirà per cuocere i gamberi.

Per quanto riguarda la cottura dei gamberi potete scegliere una cottura al vapore o lessarli in acqua, come preferite.

Nel frattempo pulite i gamberi, togliete il carapace conservando la coda e rimuovete il filo tirandolo con la punta di uno stecchino.

Per la cottura a vapore, sistemate i gamberi in un cestello adatto che metterete sulla pentola appena l’acqua inizia a formare il vapore.

Se non avete l’apposito cestello per la cottura al vapore potete usare un colino oppure uno scolapasta in metello, assolutamente non di plastica.

Per il tempo di cottura dipende dalla grandezza dei gamberi, se sono piccoli in 3-4 minuti saranno cotti, altrimenti teneteli di più, potete regolarvi anche osservandoli in quanto a cottura i gamberi cambiano colore.

Fate raffreddare i gamberi ed uniteli all’insalata, quindi servite.

DSCN1108

Print Friendly

Polpette di salsiccia e peperoni

Polpette di salsiccia e peperoni

Come trasformare del pane raffermo avanzato dal giorno prima in uno sfizioso ed economico secondo piatto ?

Provate a riutilizzarlo per preparare le polpette salsiccia e peperoni, bocconcini deliziosi, croccanti fuori e con un cuore goloso e filante.
Polpette di salsiccia e peperoni

 

Polpette di salsiccia e peperoni

Ingredienti per circa 13 polpette

  • 1 peperone
  • 2 salsicce di carne suina al finocchietto
  •  2 uova
  • 200 g di mollica di pane raffermo
  • pane grattugiato q b
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 100 g di provolone o galbanino
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • olio per friggere
  • sale – pepe q b

 

 

Preparazione

Accendete il grill del forno, lavate il peperone, asciugatelo e poi sistematelo sulla placca del forno. Rigiratelo di tanto in tanto fino a quando risulterà abbrustolito.

Spellate il peperone raschiandolo con un coltello e passandolo con la carta da cucina.

Privatelo del gambo, togliete i semi ed i filamenti interni quindi tagliatelo a cubetti piccoli.

Mettete ad ammollare il pane in acqua o latte.

In una ciotola mettete le salsicce sbriciolate, aggiungete il pane ammollato e strizzato, il peperone, il parmigiano, il prezzemolo tritato, mezzo cucchiaino di sale, un pizzico di pepe e le uova.

.Amalgamate bene tutti gli ingredienti e formate le polpette con le mani bagnate.

Create una piccola conca al centro della polpetta ed inserite un dadino di provolone.

Compattate la polpetta in modo da racchiudere il formaggio all’interno e non farlo fuoriuscire durante la cottura.

Passate le polpette nel pangrattato e friggetele in abbondante olio caldo.

Appena dorate scolatele su carta assorbente e servitele calde.

Se non amate il fritto le polpette di salsiccia e peperoni si possono cuocere al forno a 180°C per 20-30 minuti su una teglia ricoperta di carta forno avendo cura di girarle a metà cottura.

 

DSCN1169

Print Friendly

1 2 3 4 59