Archive of ‘primi piatti di riso’ category

Pomodori ripieni alla romana

 

 

 Pomodori ripieni alla romana

I pomodori ripieni alla romana sono un piatto unico vegetariano preparato con pomodori che vengono farciti con un gustoso ripieno di riso aromatizzato con basilico e origano e poi cotti al forno insieme alle patate.

 

 

 

pomodori ripieni

Pomodori ripieni alla romana

Ingredienti per 4 persone

  • 8 grossi pomodori del tipo ramato
  • 8 cucchiai di riso
  • 3-4 patate medie
  • 2 cucchiai di formaggio grana grattugiato(mia aggiunta)
  • olio extravergine q b
  • 1 spicchio di aglio
  • erbe aromatiche (basilico-origano-rosmarino)
  • sale e pepe q.b.

 

 

 

Procedimento

Lavare i pomodori, tagliare la calotta superiore a circa 1 cm di altezza dal picciolo. Svuotare i pomodori dalla polpa interna incidendola prima lungo i bordi con un coltellino affilato e scavando poi con un cucchiaio per estrarla.

 

Se non gradite i semini cercate di eliminarli, vi avverto, non sarà un’impresa facile ma non disperate, alla fine non li vedrete ;)

Quindi mettere la polpa dei pomodori in un mixer assieme ad uno spicchio d’aglio sbucciato, il sale, qualche foglia di basilico, un pizzico di origano, un cucchiaio di formaggio grattugiato e 3-4 cucchiai di olio.

 

Frullare gli ingredienti fino ad ottenere una salsa liscia e aggiungere un bicchiere di acqua. Aggiungere la salsa di pomodoro al riso, mescolare e lasciare riposare per un paio di ore e anche più, questo è importante per permettere al riso di ammorbidirsi e nello stesso tempo prendere i profumi delle erbe aromatiche che abbiamo aggiunto.

 

Intanto sbucciare le patate e tagliarle a tocchetti, condirle con olio, sale, rosmarino, un pizzico di pepe e il formaggio grattugiato, dare una mescolata per distribuire bene il condimento e metterle in una pirofila sufficientemente grande da contenere patate e pomodori in un’unico strato.

Farcire i pomodori con il riso, sistemarli nella teglia insieme alle patate, aggiungere un bicchiere di acqua e condire il tutto con un filo d’olio distribuendolo sia sulle patate che sui pomodori.

Cuocere in forno a 180-190°C per 50-60 minuti.

Il mio segreto per una cottura ottimale:Coprire la teglia con carta argentata e scoprire gli ultimi 15-20 minuti, mettere anche le calotte sopra i pomodori e terminare la cottura.

 

PicMonkey Collage

 

 

signature_1

 

 

Se ti piacciono i pomodori ripieni alla romana prova anche questa variante (Clicca qui)
Print Friendly

Risotto con fiori di zucca su cialda di formaggio

Risotto con fiori di zucca su cialda di formaggio, per un primo piatto sfizioso e veloce, per stupire i vostri familiari o per presentare agli ospiti un piatto scenografico, non perdetevi questa ricetta semplice ma saporita e profumata, ne rimarrete entusiasti.

risotto ai fiori di zucca su cialda di formaggio

 Ingredienti: Risotto con fiori di zucca su cialda di formaggio

  • 320 g di riso Carnaroli
  • 60 g di speck
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1/2 cipolla bionda
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 10-12 fiori di zucca
  • formaggio grana grattugiato q b
  • 1 noce di burro
  • sale-pepe q b
  • 700 ml circa di brodo vegetale

Per le cialde di formaggio: 150 g di formaggio grana grattugiato

Preparazione
Per prima cosa vi consiglio di preparare le cialde di parmigiano (foto 1): stendete un foglio di carta forno su una teglia da forno e ponetevi il formaggio diviso in 4 mucchietti distanziati tra loro. Con il dorso di un cucchiaio, allargateli a formare 4 cerchi e fate sciogliere in forno con la funzione grill. Ci vorranno pochi secondi, vi consiglio di non allontanarvi !!Con l’aiuto di una spatola larga staccate le cialde dalla carta e posizionatele su ciotole capovolte, raffreddandosi prenderanno la forma delle ciotole.

Ora possiamo dedicarci al risotto.

Tritate la cipolla e farla appassire in poco olio nella pentola assieme allo speck tagliato a striscioline o a dadini piccoli.
Aggiungete il riso e fatelo tostare per 2-3 minuti, poi sfumate con il vino bianco e lasciatelo evaporare.
Cuocete il riso per il tempo indicato sulla confezione, aggiungendo di tanto in tanto un mestolo alla volta di brodo vegetale.

Pochi minuti prima dalla fine della cottura unite i fiori (foto 2)mondati e tagliuzzati e aggiustate di sale e pepe.
Mescolate bene e spegnete il fuoco.

Mantecate il risotto con una noce di burro e il formaggio grattugiato.

Servite il risotto caldo nei piatti individuali adagiandolo sulla cialda di formaggio.

PicMonkey Collage

 

Per un piatto ancora più completo potreste accompagnarlo con dei fiori di zucca passati in una pastella semplice fatta con acqua frizzante e farina e poi fritti.

 

DSCN1067

 

Print Friendly

Barchette di melanzane ripiene di riso

Barchette di melanzane ripiene di riso

Se amate i primi piatti sostanziosi ecco l’idea giusta in grado di soddisfare la vostra voglia di gusto. Parliamo di barchette di melanzane farcite con un gustoso riso condito con polpa di pomodoro insaporita con salamino piccante e profumata con abbondante basilico fresco. Questa ricetta è veramente semplice da preparare, quindi, anche se non siete molto esperti in cucina non vi sarà difficile realizzarla.

Queste barchette di melanzane ripiene di riso al pomodoro, con filante scamorza affumicata, sono davvero ottime da gustare sia come primo piatto che come piatto unico, ma sono anche una bella idea per un buffet in quanto si preparano in anticipo e si possono gustare anche tiepide o fredde oppure si riscaldano all’ultimo minuto.

Ingredienti per 4 barchette

  • 250 g di riso
  • 3 melanzane tonde
  • 400 g di polpa di pomodoro
  • 100 g di salamino piccante tagliato a dadini
  • 8 fette di scamorza affumicata o bianca
  • 2 cucchiai di grana grattugiato
  •  basilico fresco
  • poca cipolla
  • olio evo q b
  • sale q b

 

barchette di melanzane al riso

Procedimento:

Tagliate 2 melanzane a metà nel senso della lunghezza e svuotarle lasciando un cm di polpa intorno alla buccia.

L’altra melanzana, insieme alla polpa va tagliata a tocchetti, quindi mettete sia i tocchetti che le melanzane svuotate in acqua e sale per 1/2 ora.

Intanto prepariamo il sugo rosolando la cipolla e il salamino in poco olio d’oliva e aggiungendo la polpa di pomodoro, una bella manciata di foglie di basilico e sale q b, attenzione al sale perché il salamino già insaporisce molto.

Fate rosolare per pochi minuti a fiamma bassa con olio d’oliva la polpa e le barchette di melanzane che avete svuotato, quindi fatele gocciolare su carta assorbente.

Lessate il riso in acqua bollente salata, scolatelo al dente e conditelo con la polpa di melanzana fritta, il sugo preparato e il formaggio grattugiato.

Farcite le melanzane con un cucchiaio di riso, mettete anche una fetta di scamorza che poi coprirete con altro riso. (se preferite, la scamorza si può aggiungere anche a tocchetti)

Trasferite le barchette in forno caldo a 190°C per 20-30 minuti circa, poco prima di spegnere il forno mettete sopra al riso le altre fette di formaggio.

Potete servire le vostre barchette da sole o con un cucchiaio di sugo…

e buon appetito !!

 

Se ti è piaciuta la ricetta diventa fan della mia pagina su facebook e resta sempre aggiornato….  ti aspetto qui: https://www.facebook.com/ProfumoDiGlicineCheArrivaInCucina

 

Ciaooooooo  !!!!!

 

baci

 

Print Friendly

Risotto ai carciofi ricetta vegetariana

Uno dei miei piatti preferiti, il risotto ai carciofi.

Adoro i carciofi ma non li cucino spesso perché alla peste non piacciono, invece oggi ha mangiato tutta la sua porzione senza fiatare, vuoi vedere che ha cambiato i gusti??

Allora stasera carciofi imbottiti !!! ;)

Torniamo al risotto ai carciofi, un risotto vegetariano semplice e gustoso.

 

 

risotto ai carciofi ricetta vegetariana

Risotto ai carciofi ricetta vegetariana

 

Ingredienti per 4 persone

  • 350 g di riso
  • 3 carciofi
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • mezzo bicchiere di passata di pomodoro
  • olio extravergine di oliva
  •  brodo vegetale
  • parmigiano q b
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cipollotto
  • prezzemolo
  • sale e pepe q b

Preparazione

Pulire bene i carciofi togliendo le foglie esterne più dure, poi tagliarli a fettine sottilissime ed immergerli in acqua, io aggiungo una tazzina di latte, in questo modo rimarranno bianchissimi.

Soffriggere in olio il cipollotto tritato e lo spicchio di aglio intero, unire i carciofi e rosolateli qualche minuto poi sfumate con il vino bianco e fatelo evaporare a fiamma alta.

Aggiungete il prezzemolo tritato, la passata di pomodoro e un mestolo di brodo caldo. Coprite e cuocete a fuoco basso per una decina di minuti.
Al termine togliete lo spicchio di aglio e unite il riso, mescolatelo ai carciofi e fatelo tostare per qualche minuto.
Portatelo a cottura unendo il brodo caldo, un mestolo alla volta,  aggiungendone un altro quando il precedente è stato assorbito.
Quando è cotto unite due cucchiai di parmigiano grattugiato e un pizzico di pepe, mescolate bene lontano dal fuoco e servite il risotto caldo.

Profumo di Glicine © photo’s rights reserved

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Print Friendly

Minestra del riciclo – ricetta semplice con gli avanzi

Minestra del riciclo – ricetta semplice con gli avanzi. Dopo i bagordi delle feste una calda e corroborante minestra per depurarci ci sta proprio bene e ne approfittiamo anche per riciclare gli avanzi.

A dire il vero questa è la minestra che preparo con le polpette avanzate della domenica e che quindi qui è chiamata “la minestra del lunedì” o “minestra del riciclo o “minestra di riso e polpette“. Comunque la si chiami vi posso assicurare che è una minestra semplice da preparare ma molto molto buona !!

minestra del riciclo

Minestra del riciclo – ricetta semplice con gli avanzi

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di riso da minestra
  • 2 patate medie tagliate a tocchetti
  • 3-4 polpette di carne al sugo
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla piccola
  • scorza di parmigiano
  • 2 cucchiai di polpa di pomodoro o di sugo stesso delle polpette (facoltativo)
  •  parmigiano grattugiato q b
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • sale – pepe q b

 

Procedimento

Iniziamo mettendo sul fuoco una pentola con 2 litri di acqua calda, aggiungiamo tutti gli ingredienti tranne il riso e il parmigiano grattugiato.

Facciamo bollire il tutto per un’ora, poi con un mestolo forato preleviamo le verdure e le polpette. Eliminiamo la cipolla, il sedano e la scorza di parmigiano. Invece patate e polpette le schiacciamo con la forchetta e le rimettiamo in pentola.

 

Aggiungiamo infine il riso e lo facciamo cuocere per il tempo necessario indicato sulla confezione. Aggiustiamo di sale e pepe e controlliamo il brodo secondo i nostri gusti, allungando acqua bollente se ci piace la minestra più brodosa.

Quando la nostra minestra sarà pronta, serviamola nei piatti insieme ad una bella spolverata di parmigiano grattugiato.

 

minestra del riciclo

 

 

 

Profumo di glicine © all rights reserved

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly

Risotto con funghi trombette dei morti

Oggi per pranzo ho preparato un risotto un pochino particolare, un risotto con funghi trombette dei morti.

Il Craterellus cornucopioides è un fungo molto ricercato e viene anche essiccato e polverizzato per usarlo come condimento. Viene chiamato “Trombetta dei morti” perché spunta nel mese di novembre. Ho avuto la fortuna di ricevere in regalo un bel cestino di questi pregiati funghi dal mio cognatone Francesco e dietro suo consiglio ho preparato un semplice ma buonissimo risotto.

risotto con funghi trombette dei morti

Risotto con funghi trombette dei morti

ingredienti per 4 persone

  • 350 g di riso carnaroli
  • 400 g di funghi trombette dei morti
  • 1/2 scalogno
  • 50 g di burro
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • olio extravergine d’oliva q b
  • sale – pepe
  • brodo vegetale
  • prezzemolo

Procedimento

La preparazione richiede almeno due litri di brodo vegetale preparato in precedenza con sedano, carota e cipolla.
In una pentola mettete 3 cucchiai di olio e lo scalogno tritato, fate soffriggere qualche secondo, aggiungete i funghi e fateli stufare un paio di minuti.

Unite anche il riso e fatelo tostare per due minuti quindi aggiungete un mestolo di brodo vegetale e lasciate cuocere a fuoco moderato, mescolando. Man mano che il brodo viene assorbito ne aggiungerete altro fino a che il riso non sarà cotto al dente.

A questo punto aggiustate di sale e pepe e spegnete il fuoco. Mantecate il risotto con il burro e il parmigiano grattugiato, aggiungete anche un ciuffetto di prezzemolo tritato se piace, coprite e lasciate riposare per 2 minuti.
Adesso questo piatto profumato e saporito è pronto per essere servito.

BUON APPETITO !!!

funghi trombetta dei morti

Profumo di glicine © all rights reserved

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

Print Friendly

Risotto alla zucca con salsiccia e scamorza

Il risotto alla zucca è un piatto molto semplice da preparare e allo stesso tempo molto gustoso, ottimo sopratutto nelle fredde sere invernali.

In questa variante, con la zucca, la salsiccia e la scamorza il risotto diventa un primo piatto molto saporito e speciale in cui la dolcezza della zucca e la sapidità di salsiccia si abbinano molto bene con il leggero profumo di affumicatura della scamorza.

E’ veramente molto buono…. provatelo !!

 

Risotto alla zucca con salsiccia e scamorza

Ingredienti per 4 persone

  • 350 g di riso
  • 400 g di zucca
  • 1 salsiccia sbriciolata
  • 100 g di scamorza
  • 1 cipolla media
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  •  olio extravergine d’oliva
  •  una noce di burro
  • 40 g formaggio grana grattugiato
  • 1 pizzico di noce moscata

 

 

Preparazione

Pulire la zucca eliminando i semi, i filamenti e la buccia, tagliatela a cubetti. Fate un battuto di sedano carota e cipolla e fatelo stufare per qualche secondo con 3 cucchiai di olio, poi unite la salsiccia sbriciolata, bagnate con il vino bianco e fate sfumare.

Aggiungete la zucca, mescolate per farla insaporire e fatela cuocere per cinque minuti, quindi aggiungete il riso e fatelo tostare.

Mescolate, poi aggiungete un mestolo di brodo e continuate la cottura aggiungendo man mano il brodo bollente.

A fine cottura mantecate con una piccola noce di burro, il formaggio grattugiato, la scamorza tagliata a cubetti e un pizzico di noce moscata. Aggiustate di sale e servite il risotto alla zucca con salsiccia e scamorza caldo e fumante.

 

Profumo di glicine © all rights reserved

 

Print Friendly

Risotto filante al salto – ricetta del riciclo

 

Questa di oggi non è una ricetta vera e propria ma è un modo semplice semplice per riciclare un risotto avanzato che con l’aggiunta di qualche fettina di provola diventa un risotto filante al salto.

Quasi sempre facendo il risotto esagero e abbondo nelle dosi, è chiaro che non lo faccio per sbaglio. Qualunque sia il tipo di risotto è sempre adatto al riciclo per preparare il riso al salto. Quello più indicato è il risotto alla milanese, con lo zafferano, nulla impedisce però il salto di altri risotti che daranno comunque un risultato sorprendente.;) Il mio risotto filante al salto è il risultato del riciclo di un risotto con zucca e salsiccia.

 

il risotto filante al salto

 

Risotto filante al salto

  • risotto freddo
  • 1 noce di burro
  • 1 filo di olio extravergine
  • 4 fette di provola

preparazione

Premesso che per questa preparazione è preferibile una padella di ferro o una antiaderente, fate sciogliere una noce di burro e appena questo inizierà a soffriggere versate  un filo d’olio extravergine e il risotto freddo.

Con una spatola distribuitelo uniformemente nella padella in modo da formare un tortino non molto spesso come se si trattasse di una sorta di “frittata” di riso.

Fatelo rosolare fin quando non diventa dorato e croccante, circa 7-8 minuti. Poi con l’aiuto di un piatto girate il riso per farlo crostare anche dall’altro lato. Quasi alla fine mettete le fette di provola e coprite la padella, pochi minuti e la provola sarà sciolta, quindi servite caldo.

il risotto filante al salto

 

 

Profumo di glicine © all rights reserved

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

 

 

Print Friendly

Polpette di riso con melanzane e scamorza affumicata

Ciao a tutti e ben ritrovati !! Dopo qualche giorno di assenza ritorno con gioia per postare queste polpette di riso con melanzane e scamorza affumicata. Quando lesso il riso per preparare l’insalata ne calo sempre di più e il giorno dopo preparo queste polpette che ai miei figli piacciono tantissimo. Come dargli torto, sono deliziose sia fritte che cotte al forno, oggi ho deciso di renderle più leggere e visto che l’aria si è rinfrescata ho acceso il forno. Passiamo alla ricetta delle polpette di riso con melanzane e scamorza affumicata !!

polpette di riso con melanzane e scamorza affumicata ricetta con cottura in forno nella cucina di profumo di glicine

Polpette di riso con melanzane e scamorza affumicata

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di riso lesso o risotto avanzato
  • 2 melanzane
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di sugo di pomodoro (facoltativo)
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 150 g di scamorza affumicata
  • olio extravergine d’oliva q b
  • qualche foglia di basilico
  • pangrattato q b
  • sale e pepe q b

Preparazione:

  • Tagliare le melanzane a tocchetti e metterle in una terrina con acqua e sale.
  • Dopo mezz’ora scolarle, sciacquarle, strizzarle e friggerle in olio d’oliva.
  • Appena sono pronte scolarle dall’olio, fatele sgocciolare su carta assorbente e spruzzatele con un pizzico di sale fino. Naturalmente per una versione ancora più light, le melanzane si potrebbero anche grigliare e poi tagliare a tocchetti.
  • Mettere il riso freddo in una terrina, unirvi l’uovo, il parmigiano, qualche fogliolina di basilico spezzettata con le mani, il sugo, un pizzico di pepe e le melanzane.
  • Amalgamare bene tutti gli ingredienti, poi prendere una cucchiaiata di composto, mettere nel mezzo un dado di scamorza affumicata e arrotondare l’impasto in modo da formare una polpetta.
  •  Procedere in questo modo fino a terminare il composto.
  • Passare le polpette nel pangrattato e posizionarle su una pirofila rivestita di carta forno.
  • Cuocere in forno a 190° per 25-30 minuti.

polpette di riso con melanzane e scamorza affumicata ricetta light nella cucina di profumo di glicine

Profumo di glicine  © all rights reserved

Print Friendly

Insalata di riso con pollo e peperoni

L’insalata di riso è un piatto unico che si può servire sia a pranzo che a cena. Io adoro l’insalata di riso perché si può preparare in anticipo ma sopratutto si può variare ogni volta per servire un’insalata sempre diversa. Basta sbizzarrirsi con la fantasia abbinando e mescolando vari ingredienti a secondo di quello che si ha nel frigo.
In questo caso l’insalata di riso si è sposata con pollo e peperoni. Insalata di riso con pollo e peperoni, se accomodato nel piatto con un coppa pasta sarà un piatto perfetto per stupire i vostri ospiti. Una portata raffinata e di sicuro effetto. Per realizzarlo non occorre essere delle cuoche provette, basta seguire pochi piccoli passaggi.

Insalata di riso con pollo e peperoni nella cucina di profumo di glicine

Insalata di riso con pollo e peperoni

ingredienti per 4:

  • 400 g di riso per insalate
  • 4 fettine di petto di pollo
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • olive q b
  • cetriolini sottaceto q b
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • 1 cucchiaio di aceto
  • 2 cucchiai  di maionese
  • 2 cucchiai di senape
  • Sale e pepe

Preparazione:

Per preparare l’insalata di riso al pollo e peperoni basterà grigliare i filetti di pollo per poi tagliarli a dadini e condirli con sale e olio. Unirli in una ciotola insieme ai peperoni anch’essi grigliati, cetriolini sott’aceto e olive denocciolate tagliate a rondelle.

Lessate il riso al dente in acqua salata, scolatelo e raffreddatelo passandolo velocemente sotto il getto dell’acqua fredda. Eliminate l’acqua e trasferitelo in una terrina grande. Sgranatelo e unite gli altri ingredienti. Condite con un’emulsione a base di olio, maionese, senape, aceto, sale e pepe se piace. Lasciate insaporire in frigorifero per almeno un’ora prima di servire.

ps la foto ritrae la mia versione light condita soltanto con un filino di aceto balsamico.

Profumo di glicine  © all rights reserved

 

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

 

Print Friendly

1 2