Archive of ‘contorni’ category

Insalata di spinaci crudi con fragole – ricetta light

Un’insalata fresca, ottima e inusuale realizzata con teneri spinacini freschi e delle fragole di stagione. L’aggiunta delle scaglie di parmigiano e delle noci crea un ottimo contrasto con la dolcezza delle fragole, provate l’insalata di spinaci crudi con fragole per una overdose di vitamine e sali minerali!

 

Insalata di spinaci crudi con fragole

 

 Insalata di spinaci crudi con fragole

Ingredienti

  • 250 g di spinacini
  • 100 g di fragole
  • scaglie di parmigiano q b
  • gherigli di noci q b
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • aceto balsamico a piacere
  • sale q.b.

 

Preparazione

Lavare bene gli spinaci tenendoli in ammollo in acqua fredda per qualche minuto.

Quindi, scolarli e asciugarli con una centrifuga per insalata.

Trasferili in un’insalatiera capiente.

Lavare e affettare le fragole e aggiungerle agli spinaci.

Tagliare il Parmigiano a scaglie e cospargerlo sull’insalata.

Unire anche i gherigli di noci tritati grossolanamente.
Preparare una vinaigrette con sale, olio e aceto balsamico.

Condire l’insalata e servirla subito, altrimenti prepararla e metterla in frigo per poi condirla al momento di servirla.

 

Consiglio: A piacere potete aggiungere una nota croccante unendo anche semi di sesamo  e di papavero

Gli spinaci sono particolarmente ricchi di vitamine (A, C, E, K1, B1, B2, B6 e PP) e sali minerali (rame, fosforo, zinco, calcio , potassio).
Questa ricchezza in oligo elementi dona agli spinaci un grande potere rimineralizzante, tonificante e cardiotonico.
Le fragole sono ricche di vitamina C la quale rafforza il sistema immunitario e aiuta la rigenerazione della pelle. Sono anche ricche di fitonutrienti, che proteggono la nostra salute, limitando il rischio di malattie cardiovascolari, quello della pressione alta, tumori e cecità.
Le fragole sono anche molto ricche di fibra alimentare e ricche di iodio, di potassio, di acido folico, di riboflavina, di vitamina B5, di omega-3 acidi grassi, di vitamina B6,e di vitamina k.

Print Friendly

Patate gratinate con pancetta e formaggio

Patate gratinate con pancetta e formaggio, quando non si ha tempo o voglia di stare ai fornelli, le patate ci vengono sempre in aiuto. Se anche voi siete patate dipendenti non fatevi scappare questa ricetta semplice e sfiziosa e anche tuttofare perché potete servirla sia come secondo che antipasto oppure per contorno.

 

 

patate gratinate

Patate gratinate con pancetta e formaggio

 

Ingredienti per 4-5 persone

  • 800 g di patate
  • 200 g di besciamella
  • 70 g di formaggio a pasta filata
  • 70 g di pancetta o speck
  • 1 cucchiaio di formaggio grana grattugiato
  • olio extravergine qb
  • rosmarino
  • sale-pepe

 

 

DSCN0065

 

Procedimento

Per prima cosa mettete le patate a lessare in abbondante acqua salata con tutta la buccia.
Scolatele dopo circa 20-25 minuti, le patate devono risultare ancora al dente.

Lasciatele intiepidire e poi sbucciatele.
Nel frattempo tagliate la pancetta a pezzetti, fatele rosolare in padella con un filo di olio e un rametto di rosmarino.

Tagliate il formaggio a dadini.
Ora tagliate le patate a pezzi, mettetele in una ciotola e aggiungete la pancetta, i dadini di formaggio, non tutti, lasciatene un poco da parte. Aggiustate di sale e pepe e mescolate bene il tutto.
Prendete una pirofila da forno e distribuite sul fondo 2-3 cucchiai di besciamella, versate al suo interno le patate, mettete sopra il rimanente formaggio a pezzetti, la besciamella e per ultimo il formaggio grattugiato e pepe a piacere.
Infornate in forno preriscaldato a 190° per circa 10-15 minuti o fino a quando la superficie del tortino sarà dorata come piace a voi.
Sfornate e lasciate riposare 5 minuti prima di servire.

 

Patate gratinate

Print Friendly

Pasticcio di patate e melanzane – ricetta gustosa

Il gateau di patate è una pietanza rustica tipica della cucina napoletana.

Viene preparata con un impasto di ingredienti semplici, patate, formaggio grattugiato, scamorza, prosciutto e salame, una spolverata di pangrattato e poi in forno.

Spesso si prepara il gateau di patate anche per smaltire avanzi di salumi e formaggi, e fin qua siamo tutti d’accordo ma lo avete mai provato con le melanzane? No? Allora dovete prepararlo subito! Vi piacerà sicuramente, ve lo consiglio per una cena veloce, potrete servirlo caldo, tiepido o freddo, come piatto unico, antipasto o contorno, sarà sempre un piacere.

 

 

Ingredienti Pasticcio di patate e melanzane

  • 1 kg di patate
  • 2 melanzane medie da preferire la violetta lunga
  • 150 g di salame napoli a dadini
  • 200 g scamorza bianca o affumicata
  • 100 g di formaggio grana grattugiato
  • olio extravergine q b
  • 3 uova
  • 50 g burro
  • latte q b
  • sale e pepe
  • pangrattato q b

Procedimento

Tagliate le melanzane a cubetti e tenetele in acqua e sale per circa 30 minuti.

Poi strizzatele e fatele cuocere con un giro di olio extravergine, spegnete e fate raffreddare.

Lavate e lessate le patate in acqua salata, accertatevi della cottura infilzandone una con i rebbi di una forchetta, quindi ancora calde, spellatele e passatele nello schiacciapatate.

Aggiungete il burro e mescolate per farlo sciogliere.(lasciatene quanto basta per ungere la teglia e qualche fiocchetto da mettere sopra)
Sbattete le uova con un pizzico di sale, una spolverata di pepe nero macinato e il formaggio grattugiato, unite il tutto alle patate e mescolate.

Tagliate il salame a dadini piccoli e la scamorza a dadini un poco più grandi.
Aggiungeteli e mescolate, per ultimo unite anche le melanzane e date un’ultima mescolata, l’impasto del pasticcio di patate e melanzane deve essere cremoso ma non troppo, regolatevi e se vi sembra duro aggiungete del latte.
Disponete l’impasto in una teglia da forno, precedentemente imburrata e cosparsa di pangrattato, terminate spolverando la superficie con pangrattato e distribuite qualche fiocchetto di burro qua e là.
Cuocete in forno caldo a 180°C per 30 minuti o fino a quando la superficie non sarà croccante e dorata.
Spegnete il forno e fate riposare il pasticcio di patate e melanzane per almeno 10 minuti prima di tagliarlo.

 

 

 

 

Print Friendly

Patate e zucca in padella-ricetta contorno saporito

Patate e zucca in padella.

 

Patate e zucca in padella

 Patate e zucca in padella – contorno saporito

Ingredienti per 4 porzioni

  • 500 g di zucca già mondata
  • 5 patate medie
  • olio extravergine d’oliva q b
  • 1/2 cipolla bionda
  • 1 spicchio d’aglio
  • rosmarino
  • peperoncino a piacere
  • sale-pepe

Procedimento

Per preparare le patate e zucca in padella iniziate sbucciando sia le patate che la zucca, quindi tagliatele a pezzi possibilmente di uguale misura.
Ponete in una padella un giro di olio extravergine e fateci imbiondire la cipolla e lo spicchio di aglio vestito che poi toglierete se non gradite troppo.

Aggiungete le patate e la zucca e spadellate per insaporirle nell’olio facendo attenzione che non si attacchino, (con una padella antiaderente non avrete questo problema) quindi aggiungete un bicchiere di acqua calda.

Aggiustate di sale e pepe e mettete a piacere del rosmarino tritato e del peperoncino.

Coprite la padella e fate cuocere a fuoco lento finché sia la zucca che le patate risultino morbidi.

Se durante la cottura i liquidi dovessero asciugare troppo mettete altra acqua, sempre calda.

Nota:Io devo usare questo metodo perché i ragazzi non gradiscono tantissimo la zucca e cuocendola insieme alle patate, la zucca che cuoce prima, diventa un tutt’uno con le patate allora risulta impossibile metterla da parte, trucchetti di mamma ! :D

Se voi non avete di questi problemi potete mettere in padella prima le patate, le fate andare per 5 minuti e poi aggiungete la zucca, in questo modo i pezzi resteranno integri.

Print Friendly

Involtini di melanzane filanti al forno

involtini di melanzane

Involtini di melanzane filanti al forno

Adoro le melanzane e mi piace sperimentare sempre nuove ricette e così oggi ho preparato questi deliziosi involtini di melanzane filanti al forno. Sono ottimi serviti come uno sfizioso contorno, uno stuzzicante antipasto o anche come secondo piatto magari accompagnati da pane fresco per la “scarpetta”. Le fette di melanzane sono indorate e fritte e poi messe in forno con un ripieno filante. Io ho fritto dapprima le fette di melanzane bagnate nell’uovo e poi le ho farcite con speck e scamorza, ma per una versione più leggera potete cuocere le fette in forno, adagiandole su una leccarda foderata con carta forno. In entrambi i casi poi, vanno qualche minuto in forno per fondere il formaggio ed ecco pronto un piatto da leccarsi i baffi. ;)

Involtini di melanzane filanti al forno

Ingredienti

  • 500 g di melanzane
  •  3 uova
  • 100 g di farina
  • 250 g di pomodoro passato
  • 1/4 di cipolla
  • qualche foglia di basilico
  • olio extravergine per il sugo
  • 200 g scamorza bianca o affumicata
  • 150 g di speck
  • formaggio grana grattugiato q b
  • sale q b
  • olio di arachidi per friggere q b

Procedimento

Per preparare gli involtini di melanzane innanzitutto facciamo il sugo, facciamo appassire la cipolla tritata in una casseruola con 3 cucchiai d’olio, uniamo la passata di pomodoro (se la passata è densa la allunghiamo con un bicchiere di acqua), una bella manciata di basilico fresco e il sale, quindi facciamo restringere a fuoco moderato per 10-15 minuti.

Lavate ed asciugate le melanzane, sbucciatele e tagliatele a fette non tanto fini. Disponetele a strati, in uno scolapasta cospargendole di sale. Lasciatele riposare per almeno un’ora così, in modo che esca fuori il loro liquido amarognolo.

Passato il tempo sciacquatele sotto l’acqua corrente, strizzatetele ed asciugatele. Sbattiamo le uova con un pizzico di sale e un cucchiaio di formaggio grattugiato. Infariniamo le fette di melanzane, poche per volta, poi le passiamo nelle uova e le adagiamo in padella con olio caldo. Ne friggiamo 3-4 fette per volta e man mano che sono dorate, le scoliamo e le mettiamo sulla carta assorbente.
Quando abbiamo finito di friggerle tutte non ci resta che farcirle: adagiamo sulle fette di melanzana un pezzetto di speck e uno di scamorza. Le arrotoliamo su se stesse ad involtino e li accomodiamo in una teglia rettangolare sul fondo della quale avremo distribuito un velo di sugo di pomodoro. Finito di farcirli, distribuiamo il sugo rimasto sopra gli involtini, abbondante grana e inforniamo a 180° per 10 minuti circa, basta poco, il tempo di sciogliere il formaggio e possiamo gustare i nostri involtini caldi e filanti oppure freddi, come preferiamo.

Print Friendly

Antipasto di fichi

Antipasto di fichi

Se desiderate preparare un antipasto leggero e fresco da poter realizzare in anticipo e in pochi minuti, l’antipasto di fichi è la ricetta che state cercando. Infatti questo piatto è molto semplice e veloce da preparare, si può servire come antipasto oppure come cena fresca e leggera.
L’antipasto di fichi si presta bene anche per essere offerto durante un pranzo o cena a buffet ed è molto gradito sia a grandi che a piccini.

DSCN1291

 

 

Antipasto di fichi

  • Costo : economico
  • Difficoltà : facile
  • Tempo : 10 minuti + il riposo

Ingredienti per 4 persone

  • 12 fichi
  • 300 g di provola bianca o affumicata
  • qualche foglia di menta
  • olio extravergine di oliva q b
  • sale – pepe q b

Procedimento

Tagliate la provola  a fettine sottili.

Tagliate a fettine anche i fichi dopo averli lavati e asciugati.

Sistemate poi le fettine su un vassoio alternandole.

Condite la preparazione con un filo di buon olio extravergine, sale, pepe e qualche fogliolina di menta spezzettata.

Fate riposare in frigo, almeno un’ora prima di gustare.

I fichi, siano essi verdi o neri, si accoppiano molto bene, come ogni buongustaio sa, con i sapori contrastanti come quello del prosciutto, ma anche con altri cibi come il formaggio. Con dei dolcissimi fichi e un saporito salume oppure un buon formaggio potete preparare, infatti, in poco tempo, dei raffinati ed originali antipasti. Se prediligete i salumi vi consiglio di preparare QUESTA ricetta, mentre se preferite i formaggi vi suggerisco i fichi con formaggio di pecora semi stagionato e miele piccante.

 

Consiglio : Antipasto semplice e saporito da provare con vini bianchi o rosati giovani, con bouquet non particolarmente intenso.

Print Friendly

Parmigiana di zucchine ricetta speciale

 

La ricetta che vi propongo oggi secondo me è speciale e non ha nulla da invidiare alla più classica e quotata parmigiana di melanzane. Anche le zucchine alla parmigiana sono un piatto classico per l’estate e si possono preparare in anticipo per poi servirle a temperatura ambiente oppure, se non soffrite il caldo, potete anche gustarle caldissime per godere del formaggio ancora filante. Questa è la ricetta classica al forno, visto che possiamo ancora accenderlo approfittiamone, che prima o poi il grande caldo arriverà, per allora poi vi suggerisco questa ricetta QUI. ;)

 

 

 Ingredienti Parmigiana di zucchine per 4-5 persone

    • 1 chilo di zucchine
    • 200 g di carne trita
    • 100 g di formaggio filante o 1 mozzarella fior di latte
    • 400 g di pomodoro passato
    • formaggio grana q b
    • 1/2 cipolla
    • basilico fresco q.b.
    • olio extra vergine q.b.
    • sale pepe q.b.

 

parmigiana di zucchine ricetta

Preparazione

Lavate le zucchine, tagliatele a rondelle non troppo spesse e friggetele in 2 volte, per una frittura ottimale non ne dovete mettere troppe in padella, fatele appena rosolare, poi scolatele dall’olio e adagiatele su carta assorbente. Se le zucchine sono grandi vi consiglio di tagliarle per il lungo, le mie erano quelle del nostro orto, piccolissime e tenere e ho dovuto per forza tagliarle a rondelle.

Per il sugo, fate rosolare la cipolla tritata con dell’olio d’oliva, unitevi la carne tritata e fate rosolare per qualche secondo.

Quando sarà ben rosolata versate la passata di pomodoro, unite del basilico, aggiustate di sale e pepe e fate cuocere a fuoco dolce per una mezz’oretta.

Distribuite sul fondo di una pirofila un mestolo di sugo, disponetevi sopra uno strato di zucchine, poi della provola o mozzarella e del formaggio grana grattugiato; continuate con altri strati e terminare con sugo e abbondante formaggio grattugiato.

Cuocete in forno caldo a a 190°C per circa 20 minuti.

Togliete dal forno e lasciate riposare un quarto d’ora prima di servire, ma potete preparare la parmigiana di zucchine con largo anticipo e riscaldarla al momento giusto, naturalmente la conserverete in frigo e se proprio volete gustarla a temperatura ambiente la toglierete un’ora prima.

                                      signature_1

Print Friendly

Patate ripiene

Oggi prepariamo le patate ripiene, una ricetta semplice che lascerà tutti a bocca aperta per la sua bontà.

Le patate ripiene in questa variante possono essere servite come antipasto o come secondo ma anche come piatto unico se accompagnate ad una fresca insalata.

Dicevo una ricetta semplice da realizzare e aggiungo con pochi ingredienti, allora vediamo insieme cosa ci occorre per la preparazione delle patate ripiene.

 

 

patate ripiene

Patate ripiene

 

Ingredienti per 4 persone

    • 4 patate grandi (possibilmente della stessa dimensione)
    • 2 salsicce di suino al finocchietto selvatico
    • 150 g di scamorza o altro formaggio a piacere (di cui 4 fettine e il resto tagliato a dadini)
    • 1 noce di burro
    • 1 cucchiaio di formaggio grana grattugiato
    • 1 spicchio di aglio
    • 1 ramoscello di rosmarino
    • olio evo q b
    • sale-pepe q b

 

Procedimento

Per prima cosa lavate le patate per bene sotto l’acqua corrente in modo da togliere eventuali residui di terra; dopodiché fatele lessare in abbondante acqua e scolatele un pò al dente.

Fatele intiepidire e senza sbucciarle togliete dal lato lungo, la calotta ad ogni patata e scavatele della polpa con un cucchiaino prestando attenzione a non romperle.

Fate rosolare in un padella l’aglio intero e il rosmarino con un filo di olio e una noce di burro.

Aggiungete la salsiccia sgranata e mescolate per qualche secondo poi unite anche la polpa delle patate ed eliminate l’aglio e il rosmarino.

Fate insaporire le patate a fuoco dolce e mentre mescolate schiacciatele con i rebbi di una forchetta, aggiustate di sale e pepe e spegnete.

Fate raffreddare e unite la scamorza a dadini e il formaggio grattugiato.

Riempite con questa farcitura le patate svuotate e adagiatele in una teglia da forno foderata con carta forno bagnata e strizzata.

Irrorate le patate con un filino di olio e passatele in forno ventilato preriscaldato a 190°C per 10 minuti.

Passato il tempo sfornate e adagiate le fettine di scamorza sulle patate e passate ancora in forno per un 1-2 minuti

Servite le patate ripiene calde con il formaggio filante.

 

Se ti è piaciuta la ricetta seguimi anche su facebook….  ti aspetto qui: https://www.facebook.com/ProfumoDiGlicineCheArrivaInCucina

Ciaooooooo  !!!!!

baci

Print Friendly

Piselli e carciofi – ricetta contorno semplice

Piselli e carciofi – ricetta contorno semplice

I piselli e carciofi a casa nostra sono un contorno molto gradito, arricchiti con scorze di parmigiano che li insaporisce, sono davvero molto appetitosi.

I piselli e carciofi stufati cotti in padella sono ideali anche per condire della pasta o del riso, oppure per accompagnare secondi piatti di carne o pesce. piselli e carciofi

Piselli e carciofi

Cosa occorre per preparare piselli e carciofi per 4 porzioni

500 g di piselli sgranati

2-3 carciofi

scorza di parmigiano (facoltativa)

olio evo

1 spicchio d’aglio

1 limone

prezzemolo

sale-pepe

Come preparare piselli e carciofi

Sgranare i piselli. Pulire i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure, la parte spinosa e tagliarli a spicchi, se necessario eliminare anche la barba al centro. Man mano che li preparate metteteli in una ciotola con acqua acidulata con un limone tagliato a spicchi per evitare che i carciofi anneriscano.

Preparate un trito con l’aglio e foglioline del prezzemolo. Versate in una casseruola 5-6 cucchiai d’olio, scaldatelo con il trito preparato e quando incomincia a soffriggere unite anche i carciofi, ben sgocciolati. Lasciateli rosolare, quindi unite i piselli e mescolate, salate, pepate, unite le scorze di formaggio e due bicchieri di acqua calda, coprite la padella e fate cuocere a calore moderato, scoprendo ogni tanto per controllare il punto di cottura, finché i carciofi saranno morbidi. Il tempo dipende da quanto sono teneri, più o meno ci vorranno una ventina di minuti. Se necessario, aggiungete altra acqua calda, regolatevi tenendo presente che a fine cottura l’intingolo deve risultare piuttosto asciutto.

Come pulire le scorze di parmigiano:

Le scorze di formaggio vanno messe a bagno in acqua calda per 5 minuti e poi raschiate con la punta di un coltellino affilato, si sciacquano, si tagliano a bastoncini e sono pronte per essere usate. Possono arricchire un brodo di carne o di verdure. Aggiungetele al brodo quando fate pasta e patate, pasta e piselli oppure alle scarole stufate ma ci sono un’infinità di modi per utilizzarle, ne riparleremo.! ;)

Print Friendly

Insalata di rinforzo – ricetta tipica napoletana

 

Insalata di rinforzo

L’insalata di rinforzo è un piatto tipico della tradizione natalizia napoletana che non manca mai sulle tavole imbandite per il cenone della Vigilia di Natale e per quello di San Silvestro.

 

Per tradizione questo piatto si prepara con le “papaccelle”, i tipici peperoni campani piccoli e tondi conservati in aceto, ma se non riuscite a reperirli potete sostituirli con normali peperoni sottaceto. Questa ricca insalata si può preparare in anticipo, anzi direi meglio per dar modo agli ingredienti di amalgamarsi e insaporirsi bene.

Come ogni ricetta tradizionale che si rispetti anche per l’insalata di rinforzo esistono diverse varianti e ogni famiglia ha la propria, a casa nostra per esempio le alici non sono gradite da tutti e al loro posto compaiono i buonissimi e piccanti peperoncini farciti, naturalmente ci possono stare anche entrambi perché lo spirito dell’insalata di rinforzo è : più ce n’è meglio è ! ;)

insalata di rinforzo

Ingredienti per 6-8 persone

  • 1 cavolfiore bianco napoletano
  • 100 g di olive nere di Gaeta
  • 100 g di olive verdi
  • 3-4 papaccelle sottaceto
  • 100 g di sottaceti misti (giardiniera)
  • 1 baratto di peperoncini farciti al tonno
  • 4 acciughe salate
  • 1 cucchiaio di capperi dissalati
  • ½ bicchiere d’olio evo
  • 3 cucchiai di aceto di vino bianco
  • sale q.b

Preparazione

Tagliate il torsolo al cavolfiore, staccate le cime con un coltello, lavatele e lessatele 10 minuti in acqua bollente (devono restare al dente).

Scolatele, passatele in acqua fredda, scolatele ancora e allargatele su un telo da cucina.

Scolate i peperoncini dall’olio di conservazione.

Fate lo stesso con la giardiniera e con le olive.

Dissalate le acciughe tenendole in acqua per una mezz’ora, poi diliscatele e tagliate i filetti a metà.

Pulite le papaccelle togliendo il picciolo e i semini quindi tagliatele a tocchetti e mettetele in acqua per una mezz’ora, in modo da far scaricare una parte di aceto.

 

Quando avrete tutti gli ingredienti pronti e le cimette di cavolfiore raffreddate sistematele in maniera ordinata su un piatto da portata e guarnite con i capperi, le acciughe, le olive, i sottaceti, le papaccelle e i peperoncini ripieni.

In una ciotola a parte preparate un’emulsione con l’olio, il sale e l’ aceto, che andrete poi a distribuire con un cucchiaio sull’insalata.

Coprite e riponete l’insalata di rinforzo in frigo però poi ricordatevi di lasciarla un pochino a temperatura ambiente prima di servirla..

 

 

Print Friendly

1 2