Torta di pane, cioccolato e amaretti

Il fenomeno della retrogradazione dell’amido è alla base della formazione del pane raffermo e può essere considerato come l’inverso della gelatinizzazione: esso consiste nella tendenza da parte dell’amido a riassumere la struttura originaria.

Il raffermamento è il processo che causa il deterioramento (il diventare raffermo) del pane e di altri cibi ricchi di carboidrati complessi. Sebbene l’amido in realtà non riesca mai a tornare in una configurazione simile a quella iniziale, si forma una struttura intermedia rigida dovuta all’avvicinamento delle catene di amilosio e alla crescita di cristalli di amilopectina. La quantità di amido retrogradato è quindi direttamente proporzionale al contenuto di amilosio.

Quando con il passare del tempo, nel caso del pane, si verifica la migrazione dell’acqua verso la crosta esterna si ha la cristallizzazione dei componenti amilacei con conseguente aumento della consistenza (pane raffermo). La digeribilità in questo caso diminuisce, anche se la retrogradazione dell’amido.

Quando vi avanza del pane e non sapete come riutilizzarlo, vi consiglio di provare questa ricetta che io ho trovato in una blog (la cucina delle streghe) e che ho voluto provare, è veramente facilissima da fare e il risultato è garantito.

P1080456

Ricetta:

200 gr pane finemente grattugiato
200 gr di amaretti sbriciolati
150 gr di cioccolato fondente a pezzetti
150 gr di zucchero
2 uova
1 bustina di lievito per dolci
250 ml di latte
a piacere 1 bicchierino di Sassolino (o altro liquore per dolci)
zucchero a velo q.b.

Procedimento:

Montate a lungo le uova con lo zucchero con un robot da cucina o uno sbattitore elettrico finché diventeranno una massa gonfia e spumosa. Aggiungete poi, sempre mescolando, il latte e il liquore,  il pane finemente grattugiato

P1080449
gli amaretti sbriciolati ,
P1080451
il cioccolato fondente precedentemente fatto a pezzetti con un coltello ed il lievito.
P1080450
Versate il composto in una tortiera a cerchio apribile di 24-26 cm di diametro ricoperta di carta forno e cuocete in forno caldo a 180° per circa 40 minuti, verificando la cottura con uno stecchino.
Fate raffreddare la torta,
P1080453

sformatela e cospargetela di zucchero a velo.

P1080454
Precedente Bottarga con alici in salsa piccante Successivo Marmellata mele e cannella