Crea sito

Cucinare è passione

Il perchè di…”Allergie? NO PROBLEM!!”

Il perchè di…”Allergie? NO PROBLEM!!”

Ciao a tutti e benvenuti nel mio blog!!

Qualche mese fa ho scoperto di avere varie allergie ( come quella al nikel, al lievito, alla pesca ecc.) che hanno influito molto nella mia vita quotidiana; infatti quello che ho sempre potuto mangiare senza problemi da un giorno all’altro ho dovuto evitarlo, il mio modo di cucinare doveva cambiare insieme alla mia nuova dieta.

Questo cambiamento non è stato facile soprattutto perchè inizialmente ho faticato a trovare professionisti competenti che mi consigliassero un’alimentazione equilibrata escludendo allo stesso tempo i cibi che facessero riemergere i tanto odiati e fastidiosi sintomi delle allergie.

Che fare? l’unica soluzione era reagire e cercare una soluzione e così navigando nel web mi sono imbattuta in vari siti nei quali ho riscontrato che molte persone si ritrovavano ad affrontare le mie medesime difficoltà e ciò da una parte mi ha fatto sentire meno sola, dall’ altra mi ha spronata ad aprire questo blog, attraverso il quale ho intenzione di condividere con voi non solo ricette, che spero vi piacciano e aiutino qualcuno di voi a districarsi nel mondo delle allergie , ma anche esperienze e consigli.

allergia al nichel cibi proibiti e quelli permessi

Dopo aver fatto i patch test con esito positivo al nichel mi hanno dato una lista di cibi permessi e quelli proibiti

voglio condividerla con voi, anche se nella lista ci sono dei cibi che io non tollero ma magari voi si!

nichel 1

i cibi proibiti:

tutti i cibi in scatola

nel gruppo dei cereali e farinacei:

Avena,farro,mais,malto,orzo,soia, alimenti di farina integrale, grano saraceno, panino al burro,pasta sfoglia, ceci lievito in polvere.

nel gruppo degli ortaggi e frutta:

asparagi,broccoli,carciofi,carote,cavoli, cavolfiore, cipolla, fagioli, fagiolini, finocchio, funghi, lenticchie, lattuga, piselli, pomodoro, radicchio, rucola,rabarbaro, sedano, spinaci, albicocca, ananas, anguria, avocado, ciliegie, fichi, frutti di bosco, kiwi, uva, nespole, pera (sia cotta che cruda) , prugna, uva passa, arachidi, noci, mandorle, nocciole, pinoli, pistacchi.

nichel-alimenti

nel gruppo della carne pesce e uova:

prosciutto cotto, aragosta, gamberi, scampi, merluzzo, pesce azzurro (alici,sardine, sgombro,tonno etc), platessa, salmone, calamari, cozze, ostriche, polipo, totani, vongole, lumache, aringhe, ostriche

aromi, condimenti e marmellate:

alloro, basilico,origano, prezzemolo, concentrato di pomodoro, ketchup, olio di semi,senape, marmellata di albicocca-ficchi-pera-uva-prugna.

 

nel gruppo bevande, latte e derivati:

camomilla, the, margarina

caff

nel gruppo dei dolci:

cacao e derivati (cioccolato), brioche, crema e dolci al cioccolato, liquirizia,pasta sfoglia.

alimenti di cui è consentito un consumo limitato:

formaggi, fermentati, bevande fermentate, crauti, insaccati, fegato di suino, bottarga.

cosa mangiare:

nel gruppo dei cereali e farinacei:

riso, farina 00, pane, pasta, pizza

nel gruppo degli ortaggi e frutta:

cetrioli, melanzane, peperoni, patate (non bollite con la buccia), zucca rossa, zucchine, agrumi,banana, mela, pesca, melone, castagna.

 

nel gruppo della carne pesce e uova:

carni rosse e bianche, bresaola, mortadella senza pistacchio, prosciutto crudo, salame, cernia, dentice, orata, pagello, pesce spada, ricciola, spigola, albume e tuorlo.

 

nel gruppo degli aromi, condimenti e marmellate:

aglio, paprika, pepe, aceto, aceto balsamico, burro, maionese, olio extravergine di oliva, sale, marmellata di arancia-fragola (senza pezzi), pesca.

 

nel gruppo delle bevande, latte e derivati:

acqua, bevande frizzanti, e birra (non in lattina), vino besciamella, latte, formaggi freschi e stagionati, panna, yogurt.

nel gruppo dei dolci:

bignè, crema, savoiardi sardi.

consigli pratici:

  1. Utilizzare tegami in alluminio o teflonati o in vetro
  2. Se utilizzate pentole in acciaio ricordate che l’ acciaio è una lega di nichel, cromo e carbonio, se privo di nichel è siglato 18/c.
  3. evitare la carta di alluminio per avvolgere gli alimenti
  4. abolire i cibi in scatola
  5. prediligere il consumo di alimenti conservati in recipienti di vetro
  6. se si cuoce in padella o su piastre di ghisa, utilizzate carta da forno.
  7. non bere subito l’acqua dal rubinetto, fatela scorrere
  8. per cuocere gli alimenti aggiungere il sale solo quando l’acqua bolle
  9. essendo il nichel presente negli agenti candeggianti, nei detergenti e nelle tinture per capelli, nei colori, smalti e nei prodotti da olio minerali, nei fertilizzanti chimici, nel cemento e nei cosmetici, utilizzate sempre dei guanti per evitare il contatto diretto.

 

Queste sono le indicazioni che mi hanno dato in allergologia ma ho letto anche molti altri articoli su internet e ho notato dei pareri contrastanti. Bisognerebbe trovare il cibo che ognuno di noi tollera e quello no…….

nichel

 

 

 

 

 

Buona navigazione! 😉